INTERVISTA
17.08.13 - 16:560
Aggiornamento : 25.11.14 - 07:52

"Quando Arnold mangiava "schnitzel" e beveva Coca a Monaco"

Incontro a Locarno con Roger C. Field, famoso inventore inglese, musicista e amico di Arnold Schwarzenegger

LOCARNO – Gli ha insegnato l’inglese prima che diventasse una star mondiale del cinema e poi non si sono più visti per molti anni a causa di due donne. Nella coda per il Masterclass con Werner Herzog, abbiamo incontrato Roger C. Field, famoso inventore inglese, musicista e amico di „Terminator“.

Signor Field, cominciamo dal Festival: come si trova e che ne pensa?
„Il festival del film mi ha molto ispirato. Ho parlato con Douglas Trumbull del sistema che ho inventato per quasi duplicare la qualità dell’immagine in 35mm, per i film che usano le pellicole di 35mm non perforate e che hanno un maggiore esposizione dell’immagine. Ho inventato un buon sistema per trasportare il film nella camera! Ad ogni modo penso che il festival sia organizzato con gusto, anche visualmente, e ovviamente Locarno è una regione bellisima!“.

Lei conosce già il nostro paese: quindi mi dica che pensa degli svizzeri e dei ticinesi?
„Amo la Svizzera, è così bella. In poche ore uno può essere a Locarno da Zurigo, o in posti molto diversi come Ginevra. E amo il Ticino, mia madre ha vissuto ad Ascona per molti anni, io ci ho vissuto per 6 mesi e  mi sono sentito come a casa. Trovo il vostro paese molto gradevole“.

Veniamo ad Arnold Schwarzenegger: lo ha conosciuto in Germania. Come è successo?
„Nel 1968 andavo a perdere peso in una palestra e ho visto una foto di Arnold sulla copertina di una rivista di bodybuilding. Durante la pausa dei miei studi al California College ot the Arts a Oakland, dove ho studiato design industriale, sono andato a Monaco. Andavo in una palestra e c’era la stessa foto di Arnold! Il proprietario della palestra mi disse che Arnold si allenava e insegnava alla palestra di Rolf Putziger sulla Schillerstraße 36. Mi disse che Arnold voleva andare in America e imparare un po’ l’inglese. Gli ha telefonato, ho preso un taxi e sono andato alla sua palestra. Mi ricordo ancora quando ho stretto la mano di Arnold per la prima volta!“.

Lei è conosciuto perché lo ha aiutato per l’inglese. Ci racconti...
„Arnold lavorava in quella palestra ma dopo gli allenamenti andavamo a mangiare e esercitavamo l’inglese. Arnold mangiava Schnitzel e beveva Coca, lo ricordo benissimo. È un tizio intelligente e impara in fretta, ma ancora oggi ha dei problemi con le parole che cominciano con „th“ come „the“, e lui dice ancora „de“!“.

Lo ricordiamo ad esempio nel suo primo film Hercules a New York del 1969 e in effetti il suo inglese non era granchè. Mi scusi, vuol dire che il suo insegnamento non è stato così buono? E oggi Arnold è migliorato?
(ride, ndr). „Ma certo che il suo inglese è migliorato! Va detto che allora eravamo amici e lui aveva soltanto 21 anni!“.

Cosa pensa di lui come attore? E qual è la sua opinione sullo star-system e tutti i soldi che certi attori guadagnano? Secondo lei li meritano?
„Arnold mi disse „Ich werde der größte Schauspieler!“ („diventerò il più grande attore!“). Gli ho risposto  che Richard Burton è un attore! In un certo senso avevo ragione, Arnold avrebbe avuto problemi con Shakespeare. Ma oggi è un personaggio e una star, cioè quello che ha sempre voluto diventare. Dovremmo congratularci con lui per essere riuscito ad andare così lontano a Hollywood: è incredibile! Lo stesso vale per il fatto che è diventato Governatore della California! Be’, circa i guadagni, oggi molta gente con talento nella musica, nella recitazione e altre cose deve lottare, mentre altri guadagnano millioni! Tuttavia, non possiamo rinfacciare a Arnold il fatto di essersi arricchito e io sono felice per lui! Vorrei aggiungere che spero che Maria (Shriver, la moglie, ndr) rimanga con lui. Io e Arnold non ci siamo più parlati per 44 anni a causa di due donne! Ma mi ha reso molto felice rivederlo e anche lui si è rallegrato: per me è stato come tornare ancora nel 1968!“.

Commenti
 
TOP NEWS Ticino
GIUBIASCO
1 ora
Col furgoncino nel fiume, arrestato il guidatore-ladro
Il veicolo, di proprietà di una ditta di pompe funebri, era rubato. Dopo due incidenti l'automobilista aveva tentato la fuga. Invano
LOCARNO
2 ore
Un’immobiliare contro il venditore ambulante: «Chiamate la polizia»
La Assofide Sa mette in guardia gli inquilini: «Non l'abbiamo mandato noi e neppure il Cantone». Lui si difende: «Diffamazione e violazione della privacy»
TICINO / VENEZUELA
5 ore
Un prete rivoluzionario, da Curio al Venezuela
Don Angelo Treccani fa il missionario in un paese allo sbando: serve più di mille pasti al giorno ai bisognosi, grazie alla generosità ticinese
VIDEO
CANTONE
6 ore
L’amianto che dorme nelle case: «Prima di svegliarlo fate una perizia»
Il materiale è tornato d’attualità, ma i più ignorano le potenziali “bombe” che si trovano nelle abitazioni costruite prima del 1991. L’esperto: «Il Ticino, purtroppo, è fanalino di coda in materia».
FOTO
BELLINZONA
8 ore
Col furgoncino vola nel riale
Sul posto Polizia e Pompieri, oltre alla Scientifica. Non sono note le condizioni del conducente
CANTONE
18 ore
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
20 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
LUGANO
22 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
23 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile