CANTONE
29.10.12 - 12:280
Aggiornamento : 23.11.14 - 08:38

Il Ticino? "No, non lo conosco"

Presentati i dati sulla percezione del Ticino in Germania. Per chi ha visitato il cantone, negative la vita notturna e il rapporto qualità prezzo

BELLINZONA - Oltre il 30% dei cittadini tedeschi non conosce il Ticino e dunque non lo considera come possibile meta turistica. Chi invece in Ticino c’è stato, seppure spenda giudizi positivi per lo scenario naturale, la sicurezza e le condizioni igieniche, giudicas la vita notturna cattiva o molto cattiva come pure insoddisfacente il rapporto qualità/prezzo.

L’osservatorio del turismo (O-Tur) - che opera su mandato del Dipartimento delle finanze e dell’economia - pubblica il suo primo rapporto dedicato ai mercati di provenienza della domanda, esaminando i turisti tedeschi.

 

Tedeschi in calo da anni - I turisti tedeschi rappresentano, da sempre, una fetta importante della domanda complessiva di turismo in Svizzera; per il Ticino l’importanza dei flussi turistici dalla Germania non è da meno. Dal 1992 ad oggi tale peso è andato ridimensionandosi in maniera sostanziale a causa di un trend delle presenze tedesche in deciso calo. Nel corso degli anni i turisti tedeschi hanno ridotto considerevolmente i propri pernottamenti in Svizzera ma soprattutto nel Canton Ticino. Dal 1992 al 2011, nel complesso le presenze tedesche in Svizzera sono diminuite da 7'124'292 a 5'207'892 (-26.9%) mentre in Ticino la medesima domanda alberghiera è passata da 791'942 a 349'340 (-55.9%). Negli ultimi 20 anni i pernottamenti tedeschi in Svizzera sono aumentati tra il 40 e l'80% nelle grandi regioni urbani (Basilea, Berna, Ginevra, Zurigo) e diminuiti tra il 40 ed il 60% nelle desti-nazioni tradizionali subalpine (Lucerna, Oberland Bernese, Vallese, Grigioni, Ticino)

 

La permanenza media dei turisti tedeschi in Ticino non è tuttavia mutata molto nel corso degli anni, passando da 3.4 a 3.0 giorni, e si è mantenuta significativamente più alta rispetto alla permanenza media generale. Gli arrivi dei tedeschi in Ticino si concentrano prevalentemente in estate e riservano quote estremamente basse ai mesi di bassa stagione.

Le mete estere preferite dai turisti tedeschi risultano essere l’Austria e l’Italia (con, rispettivamente, 10.8 e 10.5 milioni di viaggi a carattere personale con almeno un pernottamento nel 2011); a seguire vengono la Spagna (circa 9 milioni di viaggi), la Francia (4'740'000 viaggi) e l’Olanda (3'800'000 viaggi nel 2011).

 

Percezione dell’immagine Ticino - La seconda parte del rapporto prende in esame i dati ricavati da un’indagine, sottoposta nel mese di luglio ad un campione di cittadini tedeschi, 1001 turisti, il cui scopo è stato quello di valutare la conoscenza e la percezione del Ticino come meta turistica. Il 14.3% (143 unità) degli intervistati ha trascorso almeno un periodo di vacanza in Ticino, in totale sono 858 i rispondenti che non hanno mai fatto visita al Cantone come vacanzieri. A chi non è mai stato in Ticino è stata posta una seconda domanda circa la conoscenza del cantone come meta turistica: 504 rispondenti hanno riportato di essere a conoscenza che il Ticino è una destinazione turistica mentre 354 intervistati (quindi poco più di un terzo dell’intero campione) hanno dichiarato di non saperlo.

 

Tra le varie domande poste è interessante rilevare che alla domanda “Considererebbe il Ticino come una possibile destinazione per una vacanza futura?” il campione ha risposto in maniera prevalentemente dubitativa in quanto il 50% ha dichiarato “forse”; i restanti rispondenti non si dividono, però, in maniera paritaria tra favorevoli e non: il 16.3% (una quota comunque consistente) considererebbe il Ticino come una possibile meta turistica mentre il 33.7% dichiara di non considerare per il futuro una vacanza nel cantone.

TOP NEWS Ticino
CANTONE
5 ore

«Trattamenti da ambulatorio africano e nessuna privacy»

Nuova stilettata dell'avvocato Tuto Rossi contro il medico del traffico Mariangela De Cesare

CANTONE
7 ore

Corteo dei Molinari, il Governo «condanna i toni e le ingiurie»

Il direttore del DI ha risposto all’interpellenza, pur non fornendo cifre precise sul costo dell’intervento della polizia

CANTONE
7 ore

Quella povertà che nessuno vede

Negli ultimi cinque anni sono raddoppiate le richieste a Soccorso d’inverno da parte dei domiciliati in difficoltà economica: «Tante volte le persone non osano chiedere aiuto pur faticando»

CANTONE
8 ore

Ex docente di Montagnola condannato: «Minore messo in pericolo»

Il pretore ha deciso per lui 60 aliquote da 190 franchi sospese per 2 anni e a una multa di 2000 franchi

BELLINZONA
10 ore

Amianto: le FFS si difendono

I vertici dell'ex regia federale sui decessi dei collaboratori in pensione: «Casi noti, monitoriamo la situazione»

FOTO E VIDEO
LUGANO
10 ore

Il robot Sophia che parla agli umani

È sbarcato a Lugano. Può rispondere alle tue domande. Si è presentata durante la seconda edizione del Forum innovazione Svizzera italiana, da oggi al LAC

FOTO
BELLINZONA
13 ore

Ecco il nuovo volto della Posta di Giubiasco

La rinnovata filiale di via Bellinzona 6 è stata inaugurata questa mattina: «Questa sede è apprezzatissima dalla clientela. Siamo orgogliosi di averla rimessa a nuovo»

LUGANO
15 ore

L'impresa di Nicole: campionessa del mondo a 50 anni

Trionfo di una ticinese ai Mondiali Master di judo in Marocco: «Che emozione il salmo svizzero per me»

LUGANO
16 ore

Lavorereste così, a sette piani dal suolo?

In Ticino gli infortuni sul lavoro sono il calo. Ma quelli più gravi, tra cui le cadute dall'alto, restano un problema

FOTO E VIDEO
LUGANO
18 ore

Auto in fiamme nella notte

La vettura è andata completamente distrutta nei pressi della pompa di benzina di Pazzallo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile