Immobili
Veicoli
Tipress (simbolica)
LUGANO
08.04.22 - 17:580
Aggiornamento : 21:59

Stupro di gruppo, condannati tre ventenni

Il ragazzo che violentò la giovane per ben due volte dovrà scontare nove anni per violenza carnale.

Due anni e mezzo e due anni e tre mesi, invece, per gli altri due imputati.

LUGANO - Cinque anni per l'imputato principale. Due anni e mezzo e due anni e tre mesi per gli altri due. Sono queste le pene decise oggi alle Assise criminali di Lugano per tre giovani tra i 20 e i 21 anni accusati di aver aggredito sessualmente, in gruppo, una loro coetanea. Lo riporta La Regione. Il primo è stato ritenuto colpevole di violenza carnale, mentre i due fratelli di atti sessuali con persone incapaci di discernimento o inette a resistere. La versione della giovane è stata giudicata credibile e lineare, al contrario di quelle fornite dai tre ragazzi.

I fatti risalgono allo scorso 25 settembre, dopo una serata in discoteca, e si sono svolti nell'appartamento dove vivevano i tre. I ragazzi, tutti cittadini italiani, non hanno negato di aver avuto rapporti sessuali con la giovane, ma hanno sempre sostenuto che la ragazza avesse piena capacità di discernimento e che vi fosse completa consensualità. Al contrario, la procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis ha sostenuto la tesi della ragazza, che ha parlato di una vera e propria violenza carnale. La giovane ha infatti dichiarato di essere salita in casa perché interessata a uno solo dei tre, e che la situazione è degenerata, tra minacce e violenza. Parte dei rapporti sono inoltre stati filmati.

La difesa aveva chiesto l'assoluzione, mentre la pubblica accusa nove anni per il principale imputato, che al risveglio aveva abusato una seconda volta della vittima, e rispettivamente sei anni e mezzo e sette per gli altri due giovani, due fratelli. 

La lettura della sentenza, che doveva inizialmente avvenire nel primo pomeriggio, è slittata dopo che la Corte ha avanzato l’ipotesi che i tre venissero giudicati per il reato di atti sessuali con persone incapaci di discernimento o inette a resistere invece che per quello più grave di violenza carnale ripetuta. Entrambe le parti hanno così preso nuovamente parola, respingendo però la via di mezzo proposta e restando ferme sulle loro posizioni. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
MELIDE
4 ore
Cade un albero vicino al parco giochi
Nessuna persona è rimasta coinvolta, in azione i pompieri
FOTO
URI
6 ore
Furgone militare nel burrone: morti due ticinesi
Tragedia sul Susten ieri pomeriggio. Il veicolo in dotazione a un'associazione è precipitato per 220 metri
FOTO
ASCONA
8 ore
Ascona e New Orleans sono ufficialmente sorelle
Sabato pomeriggio è stato firmato il patto che lega le due città
SVIZZERA
10 ore
«Non scendete in auto»
Il Tcs avvisa gli svizzero tedeschi: il traffico verso sud quest'estate sarà un incubo
BELLINZONA
1 gior
Furto con scasso alle scuole Semine
L'autore si è introdotto nello stabile durante la notte e ha rubato un paio di computer
CANTONE
1 gior
Mezzo pesante in avaria nel San Gottardo, forti disagi sull'A2
La panne si è verificata poco prima delle 10 di questa mattina. Il tunnel è già stato riaperto
CANTONE
2 gior
Ecco dove saranno posizionati i radar in Ticino
I controlli della velocità saranno sparpagliati in sei degli otto distretti cantonali.
AIROLO
2 gior
Auto contro camion, San Gottardo riaperto
L'incidente, avvenuto in territorio urano attorno alle 14.15, ha provocato la chiusura della galleria per circa tre ore.
CONFINE
2 gior
Auto ticinese si schianta a Maccagno, gravissimo un 15enne
L'incidente è avvenuto ieri sulla strada statale del Lago, a non molti chilometri dalla dogana di Dirinella.
LOCARNO
2 gior
«Spero che la giustizia mi dica chi ha ucciso mio figlio»
Parla la mamma del ragazzo di 23 anni trovato morto nell'appartamento di via Muro della Rossa
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile