Immobili
Veicoli
Foto tio/20minuti
LUGANO
19.01.22 - 06:000

La prossima primavera il lungolago tornerà ad animarsi

Lo scorso anno la chiusura domenicale è stata un successo. L'iniziativa sarà riproposta a partire da Pasqua

Nel frattempo la Città traccia un bilancio positivo degli eventi proposti durante il periodo natalizio

LUGANO - Nel gennaio del 2021 si trattava di una questione di distanziamento sociale. Ma poi si è tramutata in una proposta di successo, prolungata fino a primavera inoltrata. Stiamo parlando della chiusura domenicale del lungolago di Lugano al traffico veicolare. Un'iniziativa che tornerà anche quest'anno, ma non subito.

«Dalla Pasqua (che quest'anno cade il 17 aprile, ndr) in avanti abbiamo in previsione delle chiusure mirate, anche con mercatini e animazione varia» ci dice infatti il vicesindaco Roberto Badaracco, capo Dicastero cultura, sport ed eventi. L'obiettivo è quindi di approfittare dell'inizio della bella stagione.

Come già osservato anche negli scorsi anni, più ci si approssima all'estate, durante il giorno sul lungolago «la temperatura diventa proibitiva» e «gli eventi si spostano alla sera» sottolinea ancora Badaracco. Fatto sta che la chiusura domenicale del lungolago era piaciuta e quindi la Città non mancherà di riproporla.

Il costo - L'iniziativa - come emergeva lo scorso aprile da una risposta a un'interrogazione sul tema - ha comunque un costo. Per una giornata di chiusura va messa in conto una spesa di circa cinquemila franchi per il personale e la cartellonistica informativa. E si può arrivare a oltre diecimila franchi al giorno se la chiusura prevede delle animazioni e si protrae su più giorni.

Natale positivo - Nel frattempo la Città stila un bilancio positivo per gli eventi che hanno animato il centro luganese nel periodo natalizio. Le casette di legno del mercatino e le proposte gastronomiche hanno infatti avuto successo. E nonostante la pandemia e il peggioramento della situazione epidemiologica, tutto si è svolto senza inconvenienti. «I venditori erano soddisfatti e la gente c'era» afferma Badaracco.

Certo, la pandemia ha leggermente interferito sugli eventi. Per esempio l'ultimo giorno dell'anno, quando gli chalet gastronomici hanno dovuto anticipare la chiusura alle 19 per evitare assembramenti per la notte di San Silvestro. Oppure le proposte per i più piccoli, che hanno avuto luogo nel tendone allestito nel patio del Palazzo Civico, sono state limitate.

La speranza è di superare presto la pandemia, in modo che gli eventi di Natale possano nuovamente attirare visitatori da oltre San Gottardo e dall'estero. Prima del coronavirus, erano infatti molti i pullman che facevano tappa a Lugano proprio in occasione del mercatino. «Speriamo che tornino» conclude il vicesindaco Badaracco.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
22 min
Due intossicati e un ferito nell'incendio in via San Jorio
È questo il bilancio del rogo divampato stamattina poco prima delle 7.30 a Locarno.
CANTONE
3 ore
Gli animalisti saranno più veloci del fucile?
Il WWF valuterà un ricorso «dopo aver visto le motivazioni del governo». E invoca un cambio di strategia in futuro
CHIASSO
3 ore
Chiasso vuole "vendersi" meglio
Eventi, economia, demografia, ma anche turismo. Dopo anni difficili Chiasso vuole rilanciarsi.
FOTO
RANCATE
14 ore
Medacta si espande (e assume 300 persone)
L'azienda ha aperto una nuova sede a Rancate e ha in programma investimenti per diversi milioni
LUGANO
16 ore
Hannibal arriva in Ticino
Le temperature raggiungeranno i 30 gradi nel weekend. I consigli del DSS
LUGANO
17 ore
Sesso con un 14enne: «Mi scuso. Ho capito che i bambini non si toccano»
Condannato a due anni e quattro mesi di carcere, di cui 20 mesi sospesi, un 55enne residente nel Luganese.
CANTONE
20 ore
Da predatore a preda
Il Governo ha dato il via libera all'abbattimento del predatore che lo scorso 26 aprile uccise 19 pecore a Cerentino.
LUGANO
22 ore
«Voleva uccidere»
La 29enne dovrà rispondere di tentato assassinio e di violazione alla legge che vieta i gruppi Al-Qaïda e Stato islamico
CANTONE
22 ore
Da Bellinzona a Losanna senza mai cambiare treno
Le FFS hanno presentato il progetto d'orario 2023. Diverse le novità, anche per i viaggiatori ticinesi.
CANTONE
1 gior
«Pandemia, la vittima è stata la ragione»
Il reporter Gianluca Grossi crea scompiglio in libreria con la pubblicazione di "La libertà è una parola". Ecco perché.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile