Immobili
Veicoli
deposit
CANTONE
13.01.22 - 06:010

Incertezza tanta, neve poca: sci e scarponi restano in negozio

Non bastava la pandemia a frenare gli appassionati degli sport invernali. Ci si è messa anche la meteo.

L’annullamento delle settimane bianche e le montagne che di bianco hanno poco o nulla stanno mettendo in difficoltà i negozianti. 

LUGANO - Prendiamo la pandemia, con le incertezze e le restrizioni che comporta (quarantene su tutte), aggiungiamoci la quasi totale mancanza di neve e le previsioni dei meteorologi secondo cui l’attesa per delle nevicate di rilievo è destinata a proseguire. Il risultato che si ottiene è un forte calo della richiesta di materiale per gli sport invernali: sci, snowboard, scarponi e quant’altro. 

«Effettivamente come numeri siamo a un livello inferiore rispetto agli scorsi anni», conferma il titolare di Balmelli Sport (Lugano). Il motivo principale, soprattutto per quanto riguarda il noleggio, è da ricercare nelle settimane bianche annullate dalle varie scuole, «ma anche l’assenza di neve in Ticino non ha certamente aiutato». E se divertirsi sulla neve - fra prezzo della giornaliera e della ristorazione - è sempre più caro, così non è per l’acquisto o il noleggio del materiale, le cui tariffe nel negozio di Lugano sono rimaste invariate. 

«Nonostante tutto la gente ha comunque voglia di andare a sciare, dove è possibile», commenta dal canto suo il responsabile di 3R Sport (Mendrisio). Anche lui ha osservato un calo negli affari rispetto agli anni passati: «Non lavoriamo come negli anni pre-covid. Ma c'era da aspettarselo e tutto sommato non ci lamentiamo». Pure qui però le scuole che hanno rinunciato alle settimane bianche gravano parecchio sul bilancio.

Avvicinandoci alle vette alpine il quadro non cambia. Anzi, si fa addirittura più fosco. «È un inverno decisamente negativo. L’anno scorso le condizioni di neve erano eccezionali e avevamo lavorato molto bene fino al lockdown, iniziato a metà gennaio e durato un mese e mezzo. Quest’anno abbiamo tirato in avanti fino a Natale, ma poi è stato un disastro», illustra il titolare di Grossi Sport (Bellinzona). Parole che, per quanto riguarda il mese di dicembre, si traducono in circa il 20% in meno di cifra d’affari.

Anche a Locarno la situazione non è delle migliori: «Sono tornata oggi al lavoro dopo un’assenza di tre mesi e non ho mai visto la città così vuota. Sono addirittura riuscita a trovare posteggio in centro», ironizza una collaboratrice di Belotti Sport. Una scarsità di (potenziali) clienti che si traduce anche qui in un volume di vendita e di noleggi inferiore rispetto al passato: «Abbiamo comunque lavorato, ma non come gli altri anni». Manca infatti la neve, ma non la passione per lo sport. E se sci e snowboard non si possono usare, la gente non se ne sta con le mani in mano: «In questo momento noleggiamo biciclette». 

In mezzo a tutte queste attrezzature che rimangono in magazzino vi è però qualcosa che nelle ultime stagioni è sempre più richiesto e che anche quest’anno sembra tenere, malgrado l’assenza di neve: le racchette. «Non c’è stato un boom marcato come la scorsa stagione, ma il trend è comunque positivo anche quest’anno», hanno confermato unanimi i nostri interlocutori.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Dalu 4 mesi fa su tio
Ma dove cavolo è lo stato per questa gente??? Aprite i forzieri della BNS che le riserve servono proprio in caso di bisogno… ma in questo paese lo vediamo già con le casse malati a cosa servono le riserve..
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
7 min
Le donne di Unia preparano un nuovo grande sciopero
Mobilitazione il prossimo 14 giugno, ma nel 2023 si scriverà «una nuova pagina della storia delle lotte femministe»
LOSTALLO (GR)
2 ore
Si ferma in autostrada, tamponamento sull'A13
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio all'altezza dello svincolo di Lostallo. Due persone in ospedale
BELLINZONA
4 ore
Travolge la moto nella notte e si dà alla fuga, la polizia cerca testimoni
Un 68enne è rimasto vittima di un pirata della strada venerdì notte a Monte Carasso, a investirlo un'auto scura
LUGANO
21 ore
Tassisti luganesi nel limbo
Non sono ancora stati evasi i ricorsi contro il concorso per i nuovi taxi A. La Città chiede l'effetto sospensivo
LUGANO
22 ore
Anche in Ticino, previsti aumenti fino al 50%
Il presidente dell'Azienda elettrica ticinese: «Mai mi sarei aspettato una situazione e dei prezzi simili»
VALLE DI BLENIO
22 ore
Al lupo al lupo anche a Olivone
Avvistamenti e predazioni in Valle di Blenio: gli abitanti scrivono al governo
CANTONE
23 ore
Unitas, l'auto-indagine «non è opportuna»
Il Cantone ha rilevato l'audit esterno, e risponde ad alcuni interrogativi sui casi di molestie
CANTONE/SVIZZERA
1 gior
Importati dei pulcini (infetti) in Ticino
Gli animali sono stati soppressi e l'azienda responsabile è stata posta sotto sequestro
AIROLO
1 gior
Al Gottardo 9 km di turisti
È iniziato l'esodo verso Sud. Con le inevitabili conseguenze sul traffico
CANTONE
1 gior
Sempre meno pazienti Covid negli ospedali ticinesi
Nelle ultime ventiquattro ore nel nostro cantone sono stati registrati 76 nuovi contagi
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile