Immobili
Veicoli
tipress
CANTONE
10.01.22 - 16:070
Aggiornamento : 21:31

Ritorno a scuola, gli allievi a casa sono «una minoranza»

Non sono molti, assicura il Decs. Ma le associazioni scettiche chiedono di «rispettare le scelte»

Protesta davanti a una scuola del Sopraceneri contro l'obbligo di mascherina. Gli Amici della Costituzione: «Misura inutile e simbolica, i genitori siano liberi di fare quello che credono meglio». E il Cantone cerca il dialogo

BELLINZONA - Tutti a scuola con la mascherina. Tutti? Non proprio. Una «minoranza» di allievi delle scuole ticinesi questa mattina non si è presentata in classe, al rientro dalle vacanze natalizie. La decisione del Consiglio di Stato di introdurre l'obbligo di mascherina a partire dalla prima elementare non ha mancato di suscitare malumori in una parte dei genitori, che sabato hanno espresso il loro dissenso protestando davanti a Palazzo delle Orsoline. Oggi la stessa scena si è ripetuta - in piccolo - all'ingresso di una scuola elementare del Sopraceneri, con un gruppetto di manifestanti muniti di cartelli. 

Ma nel complesso il rientro è avvenuto in modo tranquillo: niente grandi diserzioni, «il rifiuto di portare i figli a scuola è stato decisamente contenuto» fanno sapere dal Decs. Le assenze constatate questa mattina «sono in linea quelle registrate in media anche prima della pandemia, e legate all'influenza stagionale». Questo «sia per quanto riguarda gli allievi che i docenti». 

 Ogni banco vuoto conta, però, e se il Cantone non dispone per ora di dati - le elementari sono di competenza comunale - le associazioni contrarie parlano di «diversi genitori che hanno dovuto loro malgrado tenere i figli a casa». Sarebbero una trentina i gruppi informali sorti sui social per «protestare contro norme assai poco condivise» spiega Maria Invernizzi degli "Amici della Costituzione". «La mascherina a scuola è solo un simbolo e non fornisce alcuna protezione reale ai bambini, al contrario». L'associazione chiede che «sia lasciata la libertà ai genitori di fare quello che ritengono meglio per i propri bambini, come avviene in molti altri cantoni».

Il Cantone risponde precisando che la legge prevede l'obbligo di frequenza salvo casi eccezionali e non sono concesse deroghe per lo home-schooling. I disobbedienti rischiano una multa amministrativa, di competenza  - anche qui - dei Comuni. Ma verrà preferita la strada del dialogo con le famiglie.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
33 min
Hannibal arriva in Ticino
Le temperature raggiungeranno i 30 gradi nel weekend. I consigli del DSS
LUGANO
1 ora
Sesso con un 14enne: «Mi scuso. Ho capito che i bambini non si toccano»
Condannato a due anni e quattro mesi di carcere, di cui 20 mesi sospesi, un 55enne residente nel Luganese.
CANTONE
4 ore
Da predatore a preda
Il Governo ha dato il via libera all'abbattimento del predatore che lo scorso 26 aprile uccise 19 pecore a Cerentino.
LUGANO
6 ore
«Voleva uccidere»
La 29enne dovrà rispondere di tentato assassinio e di violazione alla legge che vieta i gruppi Al-Qaïda e Stato islamico
CANTONE
6 ore
Da Bellinzona a Losanna senza mai cambiare treno
Le FFS hanno presentato il progetto d'orario 2023. Diverse le novità, anche per i viaggiatori ticinesi.
CANTONE
9 ore
«Pandemia, la vittima è stata la ragione»
Il reporter Gianluca Grossi crea scompiglio in libreria con la pubblicazione di "La libertà è una parola". Ecco perché.
AVEGNO GORDEVIO
22 ore
Perizia psichiatrica per il sospetto matricida
Il 21enne che dovrà rispondere del reato di assassinio è attualmente incarcerato alla Farera.
FOTO
CAPRIASCA
23 ore
L'altalena panoramica non c'è più
L'atto di vandalismo sarebbe stato commesso con una motosega.
CANTONE
1 gior
Gratis è meglio
Solo il 3% dei campioni d'acqua corrente analizzati dal Laboratorio cantonale nel 2021 presentavano delle lacune.
CANTONE
1 gior
Inquinamento, incendi ed esplosioni: una settimana di catastrofi
Sono stati svelati oggi i dettagli dell'operazione Odescalchi 2022, che scatterà il 13 giugno.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile