Immobili
Veicoli
«Fotografare il sole? Fino a qualche anno fa era impensabile per un amatore»
Giovanni Bernasconi
+4
CANTONE
22.12.21 - 06:050
Aggiornamento : 09:38

«Fotografare il sole? Fino a qualche anno fa era impensabile per un amatore»

I suoi scatti hanno catturato l'attenzione di diversi astrofili ticinesi.

Una passione, quella di Giovanni Bernasconi, che va avanti da circa 15 anni. E che non si è ancora estinta.

LUGANO - C'è chi agli astri si affida per porre loro dei quesiti esistenziali, e chi invece vi dedica tempo esclusivamente per osservarne l'imperituro fascino. 

Tra questi "scrutatori" si può sicuramente annoverare il signor Giovanni Bernasconi, informatico del Mendrisiotto e appassionato di astronomia. Un interesse, il suo, che coltiva da circa 15 anni, durante i quali ha messo insieme una discreta attrezzatura. Giovanni, infatti, non si limita a puntare gli occhi al cielo, ma è anche l'autore di bellissimi scatti, apprezzati dagli astrofili ticinesi e d'oltre confine.

Una passione... costosa - «Sono sempre stato attratto dalla natura, ma anche dalla tecnologia. Quello per gli astri è un amore che unisce le due cose», ci racconta. Un pezzo alla volta, Giovanni ha realizzato il suo sogno fatto di telescopi, lenti e molto altro. «Voglio sempre il meglio, ovviamente per quello che posso permettermi».

Dalla luna al sole - Ha cominciato così, partendo da astri più semplici da scrutare: «Ho iniziato principalmente con la luna. Poi con i pianeti, più semplici rispetto alle stelle. Richiedono meno ore ogni notte per arrivare al risultato, che altrimenti può necessitare di numerose sessioni in più giorni».

Fino a che non è arrivato il momento di buttare un occhio a quella enorme palle di fuoco che riscalda il nostro pianeta: «Fotografare il sole è abbastanza dispendioso, tanto che fino a pochi anni fa era molto difficile che un privato avesse le disponibilità per riuscire a farlo». Oggi la strumentazione inizia ad essere meno elitaria, seppur costosa: «Un esempio? Per evitare di danneggiare le lenti del telescopio e gli occhi, servono due filtri, in grado ad esempio di rimbalzare i raggi UV e infrarossi. Ecco, solo per i filtri ci vogliono circa 2 mila franchi». 

Il risultato di queste osservazioni è spettacolare (vedi foto allegate). Guardare al sole, d'altra parte, non è solo un passatempo. «La nostra stella ha iniziato nel 2020 il nuovo ciclo (numero 25), che dura 11 anni. Il picco dell'attività solare dovrebbe essere fra il 2024 e il 2026 - sottolinea l'amatore -, quindi attualmente si notano poche macchie e poche eruzioni. Con le nuove tecnologie si riescono a stabilire con più precisione gli eventi solari. Queste previsioni e questi studi servono a stabilire se nel prossimo futuro potrebbero capitare eventi in grado di danneggiare i satelliti artificiali e le comunicazioni sulla terra. Per questo le attività solari vengono giornalmente monitorate».

Il bisogno di aggiornarsi e di condividere - Nonostante i risultati attuali siano già soddisfacenti, la ricerca costante del miglioramento non è terminata. «Per l'anno prossimo conto di attrezzarmi con un telescopio apposito solo per i pianeti. Deve avere un'apertura molto grande e poter così catturare più dettagli».

Ovviamente, come spesso accade, la passione vuole essere condivisa. Per questo, oggi, aiutano molto i social: «Ci sono diversi gruppi in Italia attraverso i quali gli amatori possono scambiarsi opinioni, confrontarsi su attrezzature e condividere i risultati delle proprie osservazioni». Più carente sembra essere l'offerta "local": «I gruppi ticinesi sono pochi e poco attivi. Ed è un peccato, non solo perché manca la divulgazione, ma perché in realtà gli astrofili ticinesi sono tanti e sarebbe bello condividere maggiormente la nostra passione».

Attrezzatura per le riprese:

Montatura: ioptron cem70
Apo 130/900 tecnosky
Filtro D-ERF
Filtro H-Alfa Daystar Quark
Camera ASI 174mm
Programma ripresa: Sharcap
Elaborate con Autostakkert, imppg e photoshop

Giovanni Bernasconi
Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore
Tassisti luganesi nel limbo
Non sono ancora stati evasi i ricorsi contro il concorso per i nuovi taxi A. La Città chiede l'effetto sospensivo
LUGANO
3 ore
Anche in Ticino, previsti aumenti fino al 50%
Il presidente dell'Azienda elettrica ticinese: «Mai mi sarei aspettato una situazione e dei prezzi simili»
VALLE DI BLENIO
3 ore
Al lupo al lupo anche a Olivone
Avvistamenti e predazioni in Valle di Blenio: gli abitanti scrivono al governo
CANTONE
4 ore
Unitas, l'auto-indagine «non è opportuna»
Il Cantone ha rilevato l'audit esterno, e risponde ad alcuni interrogativi sui casi di molestie
CANTONE/SVIZZERA
7 ore
Importati dei pulcini (infetti) in Ticino
Gli animali sono stati soppressi e l'azienda responsabile è stata posta sotto sequestro
AIROLO
8 ore
Al Gottardo 9 km di turisti
È iniziato l'esodo verso Sud. Con le inevitabili conseguenze sul traffico
CANTONE
12 ore
Sempre meno pazienti Covid negli ospedali ticinesi
Nelle ultime ventiquattro ore nel nostro cantone sono stati registrati 76 nuovi contagi
TAVERNE
13 ore
Un fallitore "smascherato"
A Taverne un'azienda di mascherine ha chiuso tra le polemiche in aprile. L'Ocst chiede il fallimento
CONFINE
14 ore
Il cantiere è in pausa, gli automobilisti respirano
Come promesso, stop ai lavori sull'A9. Ma a settembre sono già stati pianificati nuovi interventi
CANTONE
16 ore
«L'originale Streetfood festival siamo noi. E siamo tornati»
Dopo due anni di stop, questo weekend il giro del mondo culinario ritorna in Ticino.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile