Immobili
Veicoli
Tra Covid e Natale è un fiume di pacchi
Tio/20minuti/DG
CADENAZZO
09.12.21 - 06:000

Tra Covid e Natale è un fiume di pacchi

Con l'avvicinarsi del Natale il Centro Pacchi regionale di Cadenazzo deve tirarsi su le maniche.

Qui arrivano a transitare giornalmente fino a oltre 90.000 spedizioni. E dei "piccoli aiutanti" danno una mano.

CADENAZZO - La pandemia da sola aveva già dato un bello sprint ai loro volumi di lavoro, ma è in questo periodo dell'anno che i centri di smistamento pacchi si trovano a dover dare il massimo. D'altra parte, tra "venerdì nero", Cyber Monday e Natale, siamo probabilmente nel momento dell'anno in cui facciamo (e ci concediamo) più regali. Spesso acquistati in rete.

«Abbiamo iniziato con un aumento significativo dei volumi già con il Black Friday e altri eventi di shopping online», conferma Luca Dellamora, responsabile del Centro Pacchi regionale di Cadenazzo. «Dovremo fronteggiare questo aumento, dovuto al periodo natalizio, almeno fino ad inizio del 2022», prosegue.

Rodato in periodo pandemico, il Centro di Cadenazzo è un fiore all'occhiello nazionale: «Prima della pandemia - aggiunge Dellamora - lavoravamo una media di 25.000-30.000 pacchi ogni giorno. Durante il 2021 abbiamo trattato mediamente circa 50.000 pacchi al giorno. Nelle ultime settimane abbiamo toccato picchi di oltre 90.000 pacchi al giorno. E siamo in grado di assorbire anche più volume. Calcoliamo - con una produttività oraria di 8.000 pacchi all'ora di media - di riuscire ad assorbire tra i 100 e i 120 mila pacchi, come tetto massimo di produzione».

Molte di queste scatole di cartone marrone mostrano l'inconfondibile freccia del gigante fondato da Jeff Bezons: «Il 70% - precisa il responsabile - provengono in gran parte dalla vicina Italia». Ma non sono solo pacchi a transitare da lì. Presso il centro di Cadenazzo esiste anche una piccola filiale di aiutanti di Babbo Natale che gestiscono le letterine che arrivano dall’intera Svizzera.

E di lavoro per Babbo Natale ce n'è, come conferma Marco Scossa, portavoce per il Ticino della Posta. «A livello svizzero, lo scorso anno abbiamo trattato 192 milioni di pacchi. Quest’anno stimiamo di superare ampiamente i 200 milioni di pacchi. Ricordo che il 2020 ha costituito un aumento rispetto all'anno precedente del 25%. Se penso all’aprile 2020 a Cadenazzo l'aumento dei volumi rispetto all'aprile del 2019 è stato addirittura del 40%.

Tio/20minuti/DG
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CHIASSO
1 ora
«Insultata e minacciata solo per aver svolto il mio lavoro»
Finita più volte al centro di un polverone mediatico, la dottoressa Mariangela De Cesare ha voluto “vuotare il sacco”.
FOCUS
2 ore
I detenuti che non vogliono uscire
Il reinserimento sociale è un problema, per chi è dietro le sbarre. Tanto che molti preferiscono rimanerci
LUGANO
3 ore
«Non era il pianto di mia figlia»
Una 90enne luganese vittima dei "falsi poliziotti". Racconta come ha morso la foglia
CANTONE
16 ore
«Una relazione moralmente inappropriata, ma legale»
«Si è trattato di una relazione consenziente, e lei aveva 16 anni», si è giustificato il Governo.
CANTONE
21 ore
«Nessun allarme diossina in Ticino»
A differenza del Canton Vaud, in Ticino i valori nel terreno di questi composti sono sotto il livello di guardia.
MENDRISIO
21 ore
Truffano un'anziana, fermati con 40mila franchi
I "falsi poliziotti" tornano a colpire in Ticino. La Polizia mette in guardia
CANTONE
23 ore
Diciotto nuove sezioni in quarantena
Nelle ultime 24 ore si registrano poco più di mille contagi e nessuna vittima dovuta al Covid
CANTONE
1 gior
«Dopo 20 anni di lavoro, mi hanno lasciato a casa con una videochiamata»
La testimonianza di un ex quadro di UBS, "vittima" della riorganizzazione prevista dalla banca.
CONFINE
1 gior
Frontalieri con il reddito di cittadinanza
Nuovi furbetti smascherati dai finanzieri del luinese
CANTONE
1 gior
«Contact tracing: così è ridicolo»
Duro attacco della dottoressa Daniela Soldati, ex direttrice della Santa Chiara di Locarno, al sistema di tracciamento.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile