Immobili
Veicoli
Ma a chi dà fastidio il Buon Natale?
Foto di Davide Giordano
CANTONE
09.12.21 - 07:000
Aggiornamento : 07:25

Ma a chi dà fastidio il Buon Natale?

Affossata l'idea dell'UE di convertire gli auguri in un più neutrale Buone Feste. Il video di Tio/20Minuti.

A caccia di presepi, di atei, di cristiani, di induisti, di islamici. Perché periodicamente rimettiamo in discussione le nostre radici? L'arciprete di Chiasso: «Gesù troppo scomodo».

LUGANO - Almeno per ora gli auguri di Buon Natale sono salvi. Il documento interno dell'Unione Europea che voleva convertirli in Buone Feste è stato "congelato". A suon di fischi. Ma a chi dà davvero fastidio la connotazione religiosa del Natale? «Non me lo so davvero spiegare – ammette in un video Ahmed Kholafa, vice responsabile della Comunità islamica in Ticino –. E non capisco perché se ne parli proprio in un periodo come questo. Il Covid ci ha fatto capire che ci sono altre priorità e che dovremmo convivere tutti in pace». 

«Preserviamo le nostre radici» – Tio/20Minuti è andato a caccia di presepi, di atei, di musulmani, di induisti. Per vederci un po' più chiaro. Al mercatino di Lugano incontriamo Ravi, 63enne induista. A lui il Buon Natale non dà proprio fastidio. Anzi. «Vado pure a messa qui». Rachel e Ada, dolci 29enni, preferiscono puntare su un generico Buone Feste. «Ma semplicemente perché la vita è sempre una festa». Il 56enne Marcello è categorico: «Non tocchiamo gli auguri di Buon Natale. Vanno preservate le nostre radici cristiane». 

La voce degli anticlericali – Chi di solito è critico su queste tematiche è Giovanni Barella, presidente dei Liberi Pensatori ticinesi. Lui in passato ha lottato anche per fare togliere i crocifissi dagli spazi pubblici. «Trovo però che quella sollevata dall'Unione Europea sia una questione di lana caprina. Non porta nulla al benessere della gente. Se una persona mi dice Buon Natale e io so che quella persona è credente, le rispondo con un Buon Natale sincero. Altrimenti resto su un generico Buone Feste. Personalmente collego il Natale al solstizio invernale, alla rinascita del sole e della luce». 

La riflessione di un musulmano – Chi vorrebbe, nel nome del "politicamente corretto", abolire gli auguri di Buon Natale si aggrappa al rispetto della multiculturalità. Eppure Ahmed Kholafa, che rappresenta gli islamici in Ticino, è piuttosto incredulo: «Noi non chiederemo mai alla gente del posto di rinunciare alle proprie tradizioni. Ci mancherebbe. A me non danno fastidio neanche i presepi o i canti di Natale. Ecco, forse l'unica cosa che ci piacerebbe è una maggiore considerazione delle nostre due principali festività che abbiamo durante l'anno».

«Contento che il Natale dia fastidio» – Don Gianfranco Feliciani, arciprete di Chiasso, ha spesso a che fare con stranieri. Non appare nel video. Ma interpellato telefonicamente da Tio/20 Minuti non usa mezzi termini. «Non si capisce perché noi stessi continuiamo a mettere in dubbio le nostre radici. È senza senso. È un autolesionismo nel nome di una presunta apertura verso gli altri. Io comunque sono contento che a qualcuno dia fastidio il Natale. Perché Gesù suscita domande che inquietano, che ci pongono di fronte a riflessioni forti, scomode». 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
RV50 1 mese fa su tio
Ma questi "politici" dell'EU non hanno di meglio da pensare che andare a rompere e volere imporre le proprie idiozie nelle nostre usanze che durano da secoli .... ma questi parassiti che prendono uno stipendio superiore a 8.000.- EU non vedono che i problemi che esistono seriamente sono l'immigrazione che sta dilagando in tutta l'Europa senza che si arrivi a decidere sul cosa si debba decidere .... hanno demolito il muro di Berlino e ora se ne vuole costruire uno sul confine della Polonia .... UE 27 nazioni 27 greggi di pecoroni e se penso che ci sono dei nostri "svizzeri" che vogliono entrarci mi viene da vomitare .
volabas56 1 mese fa su tio
UE= una marea di mantenuti, incapaci, incompetenti, arroganti, prepotenti, in poche parole fuchi che vivono sulle spalle di altri esseri umani. Mi fermo qui, perchè oggi sono di buon umore.
vulpus 1 mese fa su tio
E sì l'UE ha dei grossi problemi da proporre e risolvere. Probabilmente vogliono ingraziarsi qualche nazione come la Turchia e affini che fa da loro lecchino per eseguire incarichi poco puliti.
seo56 1 mese fa su tio
Quanti articoli inutili…
Io53ticino 1 mese fa su tio
andiamo noi cristiani a commentare le tradizioni musulmane?non mi risulta.quindi......
Chris El Suizo 1 mese fa su tio
A me risulta che la Svizzera così come il resto dell’ Europa sia da sempre di religione cristiana, da sempre festeggiamo il Natale, non siamo noi a doverci adattare a tutti gli immigrati ma semmai viceversa, se non gli piace che festeggiamo il Natale e auguriamo buon Natale ai cittadini che se ne tornino da dove son venuti che sinceramente ci fanno solo un favore a sto punto, se io vado in un paese islamico e provo a costruire una chiesa cristiana mi lapidano, fate poi voi!
merlux 1 mese fa su tio
Tanto rumore per niente. Si trattava delle linee guida su come i funzionari dell'Unione Europea avrebbero dovuto comunicare con il pubblico, considerando che non tutti sono cristiani e che non tutte le religioni cristiane festeggiano nella stessa data. Tanto rumore fatto, molto polverone sollevato... per niente. Fare tanto rumore va tanto di moda e attira click e tutti noi ci caschiamo :P
byron2007 1 mese fa su tio
I funzionari UE sono pagati troppo per lavorare poco. E, forse per far vedere che lavorano, si inventano leggi come queste. Manteniamo la Svizzera fuori da questa mostruosa accozzaglia arrogante e senza idee.
Peter Parker 1 mese fa su tio
Abbiamo una generazione di politici che fa venire i brividi….Pazzesco questo autolesionismo su questioni assolutamente ridicole. L’equita‘ ed uguaglianza a tutti i costi non esistono e non possono essere imposte. Se sono queste le priorità…..
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
4 ore
Delitto di Muralto, si va in appello
Lo scorso 1. ottobre l'imputato era stato condannato a diciotto anni di carcere
CANTONE
4 ore
Ticino focolaio di legionellosi
A favorire la diffusione di questa patologia polmonare vi sarebbero fattori ambientali (come l'inquinamento).
CANTONE
8 ore
AAA insegnanti cercansi: «Ma poi lasciamo quelli ticinesi oltre Gottardo»
Un'interpellanza del deputato Seitz punta il dito contro il "protezionismo" del DFA
CANTONE
9 ore
Confermare i provvedimenti anti-Covid «è inevitabile»
La risposta del Governo ticinese alla consultazione federale. Ma si chiede una rivalutazione a fine febbraio
CANTONE
9 ore
Diverse quarantene di classe e nuovi contagi nelle case anziani
Il virus sembra frenare, ma nelle ultime 24 ore aumentano i ricoveri e si registra un nuova vittima
FOTO
CANTONE
10 ore
Un inizio settimana... infuocato
Questo lunedì comincia con un cielo spettacolare e temperature elevate
CANTONE
11 ore
Cosa c'è dietro il rincaro dei prodotti alimentari?
Costi logistici. Rincaro delle materie prime e degli imballaggi. Sono le variabili in gioco
CANTONE
13 ore
«Sono quasi contento che la neve non sia arrivata presto»
Apertura parziale di diversi comprensori invernali ticinesi. Frapolli: «Ma la stagione non è ancora iniziata»
CANTONE
13 ore
Tassisti che non riescono più a pagare il leasing
Le misure anti-Covid mettono in difficoltà la categoria che non riceve più aiuti economici. L'appello alla politica
FOTO E VIDEO
CANTONE
1 gior
Oltre 500 bambini lo hanno fatto o lo hanno prenotato
In 240, tra i 5 e gli 11 anni, hanno ricevuto oggi la prima dose a Giubiasco
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile