Immobili
Veicoli
Tra test PCR e quarantene: quanto è complicato viaggiare
Foto Davide Giordano
CANTONE
02.12.21 - 07:010
Aggiornamento : 11:25

Tra test PCR e quarantene: quanto è complicato viaggiare

Con la variante Omicron, i paesi stanno correndo ai ripari. E ci sono viaggiatori costretti a rivedere i propri piani

LUGANO - Viaggiare è diventato complicato. Molto complicato. E con la comparsa e la diffusione della nuova variante Omicron, più paesi sono corsi ai ripari. La Svizzera ha per esempio introdotto un obbligo di test negativo e di quarantena per chi proviene da determinate destinazioni. Un obbligo che vale - nel caso del nostro paese - per tutti, anche vaccinati e guariti. E che non ha mancato di mettere in difficoltà cittadini svizzeri che attualmente si trovano in vacanza proprio in uno dei paesi considerati a rischio: da un giorno all'altro sono stati costretti a prenotare un test Covid per il rientro e a organizzarsi per la successiva quarantena.

Natale a Dubai e alle Maldive - In tutto questo, si stanno approssimando le vacanze di Natale. E se in molti restano in Svizzera, scegliendo le località sciistiche, altri hanno voglia di destinazioni più lontane. Al momento, le più gettonate dai ticinesi sono Dubai e le Maldive, come ci dice Davide Nettuno, portavoce di Hotelplan. Destinazioni, queste, che non richiedono una quarantena, né all'andata né al ritorno. Per ora. Infatti per ogni viaggio è fondamentale «informarsi, informarsi e informarsi» come sottolinea Nettuno. I requisiti d'ingresso possono cambiare da un giorno all'altro, sia nella destinazione scelta sia in Svizzera per il rientro. «Lo abbiamo visto ora: in pochi giorni svariate destinazioni sono finite sulla lista elvetica dei paesi con obbligo di quarantena».

Conta anche lo scalo - Prima di partire è quindi importante «procedere passo per passo» per soddisfare tutte le disposizioni in vigore. Si va dai moduli da compilare ai test PCR da effettuare entro tot ore dall'ingresso nel paese di destinazione. E se si sceglie un volo con scalo, va anche verificato quali siano le condizioni sanitarie per il transito in un determinato paese. Come detto, sia per l'andata sia per il ritorno.

Le agenzie di viaggio ricoprono attualmente un ruolo importante nell'informazione al cliente. «Il nostro lavoro è focalizzato proprio su questo aspetto, mai come ora siamo impegnati a fornire al cliente informazioni dettagliate sulle disposizioni in vigore» ci dice ancora Nettuno. «Quando si rivolgono a noi, i clienti sono consapevoli di dover fare i conti con delle limitazioni. Ma non sempre le informazioni in loro possesso sono le più recenti».

Per la Svizzera: modulo e certificato Covid (o test negativo)

Attualmente (informazione aggiornata al 1. dicembre 2021), per chi arriva in Svizzera da un paese non considerato a rischio valgono disposizioni diverse per vaccinati e guariti, e persone non vaccinate. Vaccinati e guariti devono compilare il modulo di entrata e presentare il certificato Covid. I non vaccinati devono invece compilare il modulo di entrata, presentare un test negativo e ripetere il test 4-7 giorni dopo l'entrata. Le disposizioni per l'ingresso in Svizzera non valgono per coloro che provengono da una regione di confine.

Le regioni di confine sono le seguenti:
In Germania: Baden-Württemberg, Baviera
In Francia: Grande Est, Borgogna/Franca Contea, Alvernia/Rodano-Alpi
In Italia: Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Trentino/Alto Adige
In Austria: Tirolo, Vorarlberg
Principato del Liechtenstein


UFSP

A causa della diffusione della variante Omicron, la Confederazione ha inasprito i requisiti d'ingresso per i viaggiatori provenienti da 23 paesi (anche per i residenti in Svizzera che rientrano da questi). Si tratta di Angola, Australia, Belgio, Botswana, Canada, Danimarca, Egitto, Eswatini, Giappone, Hong Kong, Israele, Lesotho, Malawi, Mozambico, Namibia, Nigeria, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Sudafrica, Zambia, Zimbabwe (elenco valido dal 30 novembre 2021). In questo caso le disposizioni valgono per tutti, vaccinati e non: presentare un test negativo, compilare il modulo di entrata e mettersi in quarantena per dieci giorni; all'entrata in Svizzera, l'arrivo va notificato all'autorità cantonale; occorre inoltre eseguire un test Covid 4-7 giorni dopo l'entrata in Svizzera e notificare il risultato all'autorità cantonale.

Le disposizioni aggiornate si trovano sul questa pagina dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP)

Vacanze a Dubai o alle Maldive

Prima di partire bisogna essere in chiaro anche sui requisiti d'ingresso nel paese di destinazione, in modo da essere in possesso di tutti i documenti sanitari necessari. Sono informazioni che vengono fornite dalle agenzie di viaggio, dalle compagnie aeree o comunque reperibili direttamente sulle pagine web dei governi locali. Prendiamo, per esempio, le due destinazioni che - come ci dice Davide Nettuno, portavoce di Hotelplan - sono le più gettonate dai ticinesi per le vacanze di Natale: le Maldive e Dubai.

Attualmente chi parte per le Maldive deve essere in possesso di un test PCR negativo, effettuato al più presto 96 ore prima della partenza del volo. Tale requisito è obbligatorio a partire dall'età di un anno. Tutti i viaggiatori devono compilare un'autodichiarazione sanitaria. Se si fa scalo in un altro paese, è necessario informarsi sulle relative disposizioni. Le informazioni aggiornate relative i requisiti d'ingresso per la Maldive si trovano qui.

Per quanto riguarda l'Emirato di Dubai, i viaggiatori provenienti dalla Svizzera con più di 12 anni devono essere in possesso di un test PCR negativo effettuato entro le 72 ore prima della partenza oppure di un certificato vaccinale attestante la somministrazione del vaccino avvenuta in Svizzera. Le informazioni sui requisiti d'ingresso per Dubai si trovano qui.

 

Vacanze

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
5 ore
Delitto di Muralto, si va in appello
Lo scorso 1. ottobre l'imputato era stato condannato a diciotto anni di carcere
CANTONE
6 ore
Ticino focolaio di legionellosi
A favorire la diffusione di questa patologia polmonare vi sarebbero fattori ambientali (come l'inquinamento).
CANTONE
9 ore
AAA insegnanti cercansi: «Ma poi lasciamo quelli ticinesi oltre Gottardo»
Un'interpellanza del deputato Seitz punta il dito contro il "protezionismo" del DFA
CANTONE
10 ore
Confermare i provvedimenti anti-Covid «è inevitabile»
La risposta del Governo ticinese alla consultazione federale. Ma si chiede una rivalutazione a fine febbraio
CANTONE
10 ore
Diverse quarantene di classe e nuovi contagi nelle case anziani
Il virus sembra frenare, ma nelle ultime 24 ore aumentano i ricoveri e si registra un nuova vittima
FOTO
CANTONE
11 ore
Un inizio settimana... infuocato
Questo lunedì comincia con un cielo spettacolare e temperature elevate
CANTONE
13 ore
Cosa c'è dietro il rincaro dei prodotti alimentari?
Costi logistici. Rincaro delle materie prime e degli imballaggi. Sono le variabili in gioco
CANTONE
15 ore
«Sono quasi contento che la neve non sia arrivata presto»
Apertura parziale di diversi comprensori invernali ticinesi. Frapolli: «Ma la stagione non è ancora iniziata»
CANTONE
15 ore
Tassisti che non riescono più a pagare il leasing
Le misure anti-Covid mettono in difficoltà la categoria che non riceve più aiuti economici. L'appello alla politica
FOTO E VIDEO
CANTONE
1 gior
Oltre 500 bambini lo hanno fatto o lo hanno prenotato
In 240, tra i 5 e gli 11 anni, hanno ricevuto oggi la prima dose a Giubiasco
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile