«Da quando c'è il Certificato Covid, perso il 70% dei clienti»
Foto di Davide Giordano
Ary Antonietti nel suo locale.
LUGANO
20.10.21 - 08:050
Aggiornamento : 13:46

«Da quando c'è il Certificato Covid, perso il 70% dei clienti»

Continuano i grattacapi nella ristorazione. Il caso dello storico Grotto Monte Creda. Guarda il video.

Il gerente Ary Antonietti: «Porto avanti questo posto da 17 anni. Ho investito tutti i risparmi per reggere l'urto con la pandemia. Ma ora...»

LUGANO - La pandemia continua a creare grattacapi a chi ha un esercizio pubblico. E c'è chi non ne può già più del Certificato Covid. Soprattutto se si trova in una posizione discosta. La vicenda del Grotto Monte Creda di Lugano è emblematica. «Tanta gente non è ancora vaccinata – ammette il titolare Ary Antonietti –. E quindi i gruppi di disgregano. Morale della favola: in questo periodo perdiamo tra il 70 e l'80% della clientela rispetto al solito».  

All'ombra dei Denti della Vecchia – Stando a un sondaggio di GastroSuisse da metà settembre, con l'obbligo di presentare un Certificato Covid da parte della clientela, il settore della ristorazione in Svizzera avrebbe perso quasi il 28% di fatturato. E le zone rurali sarebbero le più colpite. Antonietti, classe 1981, porta avanti lo storico ritrovo situato a un'altitudine di 800 metri, all'ombra dei Denti Della Vecchia, da ben 17 anni. Mai si sarebbe aspettato una situazione del genere.

«Avrei lo spazio anche per i non vaccinati» – «I lockdown – sospira – mi hanno messo a durissima prova. Ho investito tutti i miei risparmi per fare fronte alla pandemia. Un altro inverno di incognite sarebbe durissimo da affrontare. E pensare che abbiamo una superficie enorme. Potremmo benissimo accogliere anche persone non vaccinate distanziandole da tutte le altre, come recentemente proposto dal presidente di GastroTicino Massimo Suter». 

L'agenda tristemente vuota – Antonietti ci mostra la sua agenda. In un autunno normale sarebbe stata presa d'assalto. «Questo è il periodo in cui si iniziava a pensare alle cene aziendali. Si sgomitava per avere un posto. Ora l'agenda è ancora vuota. La gente è incerta. Non sa cosa fare. Se ha un amico della compagnia che non è vaccinato preferisce stare a casa».

«Preoccupatissimo per l'inverno» – In più il Grotto Monte Creda non è di certo in una posizione centrale. «La clientela – conferma Antonietti – non ci passa davanti, siamo a dieci minuti dalla Vedeggio-Cassarate ma allo stesso tempo discosti. Uno viene qui per una scelta ben precisa, legata all'ambiente e al tipo di cucina». E aggiunge: «Io sono una persona che si è vaccinata senza problemi, purtroppo però da quando è stato introdotto il Certificato Covid la clientela è calata drasticamente. Finora le belle giornate in cui si poteva ancora stare all’aperto hanno tenuto a galla il locale, sono preoccupatissimo per i mesi freddi». 

Impieghi ridotti al minimo – Problemi anche per quanto riguarda gli impieghi e i salari. Al Monte Creda al momento lavorano in due. «E non lavoriamo neanche abbastanza per tirare fuori due stipendi. Avevo in mente di assumere nuovo personale proprio in vista degli eventi autunnali e invernali. Non sarà ovviamente possibile». 

Foto di Davide Giordano
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
MELIDE
15 ore
Fiamme da una canna fumaria, pompieri in azione
Il fuoco è stato domato prima che si propagasse al tetto
CANTONE
18 ore
Un paio di cose da sapere quando si prenota la terza dose
Da «Ci si può prenotare anche se vaccinati da meno di 6 mesi?» a «Siamo sicuri che mi danno il farmaco giusto?».
CANTONE
22 ore
Qualche fiocco di neve in arrivo in serata?
Sarà in ogni caso una breve parentesi. Ma la neve, fino a basse quote, potrebbe tornare durante la settimana
Lugano
1 gior
Più Donne chiede delucidazioni sul caso dell'ex funzionario del Dss
Dopo che la loro interrogazione non ha avuto seguito dai vertici, tornano con un'interpellanza che contiene 15 domande
CANTONE
1 gior
I più scattanti con il "booster" agli over16
A questa cifra vanno aggiunte le persone che si sono rivolte alle farmacie e agli studi medici
RIAZZINO
1 gior
Al Vanilla la musica resta spenta
Il Consiglio federale è andato incontro alle discoteche. Ma la struttura di Riazzino mantiene la propria decisione
BELLINZONA
1 gior
Il villaggio natalizio di Bellinzona solo per vaccinati e guariti
Per il mercato del sabato e i mercatini in programma varrà invece l'obbligo di mascherina
Ticino
1 gior
Ecco dove verranno posizionati i radar la prossima settimana
La polizia ricorda che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause d'incidenti»
CANTONE
1 gior
La cucciolata che non intenerisce gli allevatori
Il nascita di tre lupacchiotti è «una cattiva notizia» commenta l'associazione per la protezione dai predatori
LUGANO
1 gior
Obbligo di mascherina in centro a Lugano
La misura scatta domani, sabato 4 dicembre, nella zona pedonale della città
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile