Tipress
CANTONE
01.10.21 - 14:510
Aggiornamento : 16:25

Stop ai test gratuiti, per Gobbi una decisione «strana»

Il Consigliere di Stato Norman Gobbi commenta la revoca della gratuità dei test confermata oggi dal Consiglio Federale.

E, riguardo ai costi per la società: «C'è chi dice che i test li paghiamo tutti, ma questo vale anche per i vaccini».

BELLINZONA - Tra dieci giorni addio test gratis per tutti. L'ha confermato oggi in conferenza stampa il ministro della sanità Alain Berset. Questo, nonostante il disaccordo, almeno parziale, di diversi Cantoni, tra cui il Ticino. E il consigliere di stato Norman Gobbi non nasconde, ai microfoni di Radio Ticino, disappunto e preoccupazione.

Sbagliato obbligare - «Mi sembra un po' una politica strana», esordisce Gobbi, «perché la cosa più importante non è obbligare tutti a vaccinarsi, ma continuare a depistare il virus. In questo periodo, la sua diffusione è contenuta grazie anche all'attuale politica di test». Il consigliere di stato discute poi le conseguenze della decisione di Berna sul piano sociale: «Quando i test diventeranno a pagamento si creerà una frattura, ed è quello che il Consiglio di Stato ticinese non vuole. Proprio per evitare divisioni tra chi è vaccinato e chi non lo è».

Spese per tutti, ma anche nel caso del vaccino - E, riguardo alla questione dei costi, Gobbi non si trova d'accordo con la visione del Consiglio federale e di molti cittadini: «C'è chi dice che i test, insomma, li paghiamo tutti noi, ma è lo stesso anche per i vaccini e tutto ciò che sta intorno all'organizzazione della campagna vaccinale». «L'obiettivo», conclude, «non è dire chi è più bravo dell'altro, ma piuttosto tenere unita questa comunità che, lo vediamo anche in alcuni risvolti emersi in ambito sportivo (riferito alle recenti risse nel calcio regionale ndr.), fa fatica a tornare alla normalità». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOSTALLO
5 ore
Contro la ringhiera, finisce nel prato
Ferite gravi per un'automobilista uscita di strada a Lostallo
LUGANO
7 ore
«Contenti loro, contenti tutti»
Fulvio Pelli dopo la sconfitta alle urne fa gli auguri al Polo Sportivo. «Non brontolo, staremo a vedere»
LUGANO
10 ore
Polo sportivo, ecco cosa accadrà da domani
Tutte le prossime tappe che porteranno alla costruzione del nuovo stadio e dell'intero progetto
CANTONE
11 ore
Votazioni federali: due "sì" e un "no" dal Ticino
Il 65,3% dei votanti ha dato via libera alla Legge Covid-19, mentre il 56,1% ha sostenuto l'iniziativa sugli infermieri.
LUGANO
11 ore
Paolo Beltraminelli è il nuovo presidente del PPD di Lugano
L'ex consigliere di Stato è stato nominato quest’oggi durante l'assemblea svoltasi a Pregassona
FOTO
CANTONE
16 ore
Bianco risveglio in buona parte del Ticino
A San Bernardino si misurano attualmente ben 25 centimetri di neve. Un centimetro anche a Lugano.
CANTONE / SVIZZERA
18 ore
Tre temi federali e il PSE: ancora poche ore per votare
Fino a mezzogiorno sarà possibile recarsi alle urne per esprimere la propria opinione sui tre oggetti federali.
FAIDO
1 gior
«Da sola non ce l'avrei mai fatta»
Morena Pedruzzi racconta la lunga strada per uscire dall'incubo dell'attentato di Marrakesh
FAIDO
1 gior
Marrakesh, il racconto dieci anni dopo
Morena Pedruzzi è l'unica sopravvissuta ticinese all'attentato terroristico del 2011. Si racconta in un libro
CANTONE
1 gior
L'Udc non parla con la Rsi
«Troppo parziale». I democentristi domani non commenteranno le votazioni ai microfoni di Comano
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile