Immobili
Veicoli
Lettore Tio/20Minuti
BIASCA
30.09.21 - 13:010
Aggiornamento : 13:37

La buona azione: famiglia senza biglietto, a pagare è una sconosciuta

Gesto di grande solidarietà su un treno diretto a Basilea. A raccontarlo è un signore che ha assistito alla scena.

«Una mamma e i suoi tre bimbi sono stati trovati senza titolo di trasporto – spiega –. A un certo punto una donna di Mendrisio si alza e consegna 80 franchi ai controllori».

BIASCA - Sì, le buone azioni e la solidarietà disinteressata esistono ancora. Basti pensare alla storia che vede protagonista una donna di Mendrisio su un treno diretto a Basilea. Una signora capace di estrarre spontaneamente 80 franchi dal suo borsellino per pagare il biglietto a una mamma in difficoltà che nemmeno conosceva e che non aveva mai visto prima. L'episodio si è verificato nel primo mattino di ieri, mercoledì, all'altezza di Biasca, poco prima del tunnel di AlpTransit. A raccontarlo a Tio/20Minuti, è un testimone. «È stata davvero una scena commovente». 

Quella donna non si esprimeva in italiano – La mamma, una giovane donna di colore, sarebbe salita a Mendrisio coi suoi tre bambini piccoli ed era diretta ad Arth-Goldau, dove è poi scesa. Il nostro testimone invece, che doveva recarsi a Olten, ha preso il treno a Bellinzona. All'altezza di Biasca arrivano due controllori delle FFS. E giustamente chiedono alla mamma il "titolo di trasporto". Salvo poi accorgersi che la donna ne è sprovvista. Non solo. La loro interlocutrice si esprime praticamente solo in inglese e appare in evidente difficoltà. 

Emozione – È in quel momento che un'altra donna, che si scoprirà essere di Mendrisio, si alza e si avvicina ai controllori dicendo che avrebbe pagato di tasca sua la cifra necessaria. «Di fronte a un gesto così, ci si emoziona – dice il testimone –. Certo, se la situazione d'impasse si fosse prolungata ancora probabilmente avrei fatto qualcosa pure io. Ma un conto è pensare le cose, un conto è farle. Vedere una donna che tende la mano a una sconosciuta e ai suoi bimbi è stato bello».

La grande umanità dei controllori – Le buone notizie non si limitano a questo. Il nostro testimone prosegue: «Ho apprezzato parecchio l'umanità dei due controllori. Due giovani veramente in gamba. Hanno capito che si era di fronte a un caso particolare, non hanno fatto storie e non si sono messi a fare sentire in colpa la viaggiatrice senza biglietto come magari avrebbero potuto. Non l'hanno nemmeno multata. Sono stati, al contrario, molto comprensivi. E mi ha sorpreso ancora di più vedere la signora di Mendrisio che ha invitato la mamma e i suoi bimbi a prendere qualcosa da bere sul vagone ristorante. Da applausi».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Hardy 7 mesi fa su tio
Ma era davvero necessario specificare che la donna fosse "di colore"?
Tato50 7 mesi fa su tio
Bel gesto però è fuori da ogni logica pretendere un servizio e non pagarlo. Vorrei sapere con cosa è arrivata questa donna e relativi figli. Comunque la solidarietà l'ho notata ieri sera in occasione di una piccola cerimonia dedicata al bambino di mia figlia. È arrivata gente che nemmeno conosceva, se non tramite scambi su FB. Gente non arrivata da 3 chilometri da dove eravamo ma dal Malcantone, Chiasso e altre zone piuttosto distanti. Esistono ancora persone con un cuore e una sensibilità fuori dal comune; in fondo nemmeno conoscevano ne il piccolo ne mia figlia. Quelli che abitano vicino "assenti" ma non è un problema perché erano gli stessi che 1 anno fa dissero " noi ci saremo sempre " ;-(
Aargauer 7 mesi fa su tio
@Tato50 Raro, indipendentemente dalla situazione, mi sembra un bel gesto. Quando leggi che in un tram a Zurigo ne hanno trovato uno morto dopo quasi una giornata che il team faceva avanti e indietro 😉 ..almeno un po’ di umanità a questo mondo esiste ancora..come le persone che hai menzionato nel commento
Tato50 7 mesi fa su tio
@Aargauer Hai ragione !! Nel mio lavoro alla Scientifica i cadaveri li trovavamo anche un mese dopo perché c'era "uno strano odore". Purtroppo, in certe situazioni, certa gente viene abbandonata a se stessa, se ci sono soldi di mezzo allora le visite sono giornaliere altrimenti "Chi l'ha visto" e nemmeno gli abitanti di un palazzo ne notano la scomparsa pur conoscendone le abitudini. Sono questi gesti che ti fanno bene perché esiste ancora gente con un cuore e onesta ;-))
egi47 7 mesi fa su tio
Dovrebbe essere un gesto normalissimo ma come dimostra questo caso ci meravigliamo perché siamo una banda di egoisti.
PONTOS 7 mesi fa su tio
Ditemi dove fare un biglietto per Basilea e pagare 80 fr in 4 che ne approfitto anche io!
centauro 7 mesi fa su tio
@PONTOS E' scesa ad Arth Goldau.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
33 min
Veicolo in fiamme, chiusa la A2 in direzione sud
Lo comunica la polizia cantonale su Twitter.
FOTO
CANTONE
1 ora
Ecco chi sono i nuovi laureati dell'USI
La Facoltà di comunicazione, cultura e società ha celebrato i neolaureati durante la cerimonia ufficiale di questa sera.
LUGANO
4 ore
Pandemia e autogestione, spina nel fianco per la polizia
Secondo le statistiche 2021, Lugano resta comunque il centro urbano più sicuro della Svizzera
FOTO
MELIDE
6 ore
Carpa gigante pescata nel Ceresio
Il pesce è stato catturato ieri dal 23enne Roberto Pacia nell'area del ponte-diga di Melide.
CANTONE
11 ore
Altri 173 contagi e un decesso nel fine settimana
Gli ospedali ticinesi accolgono attualmente 68 pazienti.
LUGANO
11 ore
Dopo l'accoltellamento, l'arresto
È finito in manette un cittadino svizzero di 32 anni residente nella regione
LUGANO
15 ore
«A Lugano non c'è mai niente da fare!»
Hai tra i 14 e i 25 anni e abiti in riva al Ceresio? Allora partecipa al sondaggio promosso per “rianimare” la città
CANTONE
15 ore
In Ticino "per sbaglio", sono in un limbo
Il caso di un nucleo famigliare ucraino ospitato a Lamone-Cadempino. E l'appello del padrone di casa Giuseppe Akbas.
FOTO
LUGANO
1 gior
Grande giornata di festa per Raiffeisen Walking Lugano
Tra i vari percorsi non è mancato l'appuntamento tradizionale con il City Trail fino al Monte Bré
FOTO
PORLEZZA
1 gior
Un capriolo nel Ceresio
Brutta avventura finita bene, oggi pomeriggio, nelle acque a largo di Porlezza
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile