Immobili
Veicoli
Tamedia
CANTONE
14.09.21 - 18:030

«Nessun controllo specifico, agiremo su segnalazione»

La polizia ha intenzione di attuare un approccio soft per verificare il rispetto della misura imposta da Berna.

Chi viene beccato in fallo rischia però sanzioni pesanti. La multa per i gestori viene decisa dal Ministero Pubblico (e può raggiungere i diecimila franchi), mentre quella per gli avventori è di cento franchi.

BELLINZONA - Dallo scorso lunedì i locali interni di bar, ristoranti e palestre sono tabù per chi non presenta un certificato Covid-19 valido. Un provvedimento, quello preso dal Consiglio federale per tentare di arginare la contagiosa variante Delta, che non ha fatto l’unanimità. Tanto che molti proprietari di queste attività hanno già annunciato una mini-rivolta.

Voci fuori dal coro - Tra baristi che non intendono controllare i clienti o che addirittura hanno deciso di tenere le serrande abbassate e palestre che promettono esercizio fisico per tutti - con o senza certificato - sono già numerose le voci che si alzano fuori dal coro. Ma cosa rischiano queste persone con loro disobbedienza? E come verrà garantito il rispetto dell’ordinanza federale? Lo abbiamo chiesto alla polizia cantonale, che per ora ha deciso d'instaurare un approccio soft.

«Solo su segnalazione» - «Conformemente a quanto avviene anche negli altri Cantoni svizzeri - precisa il capitano Athos Solcà, ufficiale responsabile dello Stato Maggiore Operativo - la Polizia cantonale agirà in maniera puntuale, su segnalazione». Non sono quindi previsti controlli specifici nei vari ritrovi pubblici.

Sanzioni (più) pesanti per i gestori - A rischiare di più in caso di mancata presentazione del certificato Covid-19 sono naturalmente i gestori (o gli organizzatori di un evento) che potrebbero incappare in sanzioni pesantissime (fino a diecimila franchi, ndr). «Per loro - continua Solcà - è prevista una multa il cui importo viene stabilito dal Ministero pubblico, mentre per gli avventori è prevista una multa disciplinare di 100 franchi».

Collaborazione - Questi controlli «puntuali» nei ritrovi pubblici segnalati verranno fatti assieme alle polizie comunali. «La collaborazione con loro che ha funzionato molto bene durante tutto il periodo Covid-19 - conclude il capitano - continuerà anche in questa fase di gestione della pandemia»

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Giuggiola83 4 mesi fa su tio
stiamo parlando sempre della lotta alla pandemia o di cos'altro?? perchè non si capisce più niente.
TheOsage 4 mesi fa su tio
Quindi, hanno demandato l'investigazione al singolo cittadino, che ora si farà segugio. Un buon passatempo per molti direi. Vi ricordo che per fare eventuali foto di terze persone bisogna avere il consenso delle stesse. A meno che non sei un poliziotto, o un investigatore privato con tanto di permesso, e con un mandato per da parte di qualcuno che lo ha ingaggiato per seguire una persona!
Don Quijote 4 mesi fa su tio
Ok, vi segnalo che non sono vaccinato ed entro dove mi pare, primo, perché è un mio diritto fondamentale, secondo, ho la complicità degli amici, terzo, anche volendo non posso fare il vaccino, quarto, quelli dell'UFSP prendono lo stipendio anche senza sapere come pulirsi il naso da soli (sostenuti da una parte della popolazione nelle stesse condizioni). Avete rotto con le vostre paturnie, vi aspetto al ristorante.
Cris88 4 mesi fa su tio
business di soldi
MrBlack 4 mesi fa su tio
Bene…quindi per contribuire alla fine dell’epidemia e rendere queste misure efficaci…diciamo tutti avvisare la polizia quando vediamo irregolarità. Poi se arriva la Polizia..niente multa e solo una sgridatina. Ora davvero sta diventando una pagliacciata. O le misure servono e si fanno rispettare o non servono e non si mette un bel niente! A questi punti hanno ragione i No-Vax… ci state prendendo in giro!!
seo56 4 mesi fa su tio
@MrBlack Condivido
marco17 4 mesi fa su tio
@MrBlack Lo sanno anche i paracarri che l'estensione dell'obbligo di presentare il pass sanitario non serve a diminuire i rischi di contagio e a combattere il virus!
marco17 4 mesi fa su tio
@MrBlack Tu ti prendi in giro da solo con le baggian... che scrivi.
Princi 4 mesi fa su tio
si puo fare la spia anche per palazzo federale ????
Fkevin 4 mesi fa su tio
Bravi. Mi piace questo sistema, stimo le forze dell'ordine. Altro che controlli covid, non siamo terroristi, ma gente normale. Hanno altri compiti la polizia che penso vi faranno più comodo. Anzi mi piace se per caso durante un controllo della polizia, si trovano in un bar per colpa di un no-vax (come ci chiamate voi), entra un ladro a casa di un estremista provax e la polizia non c'è 😀😀😀😁
gigipippa 4 mesi fa su tio
@Fkevin Alla fine non so se come ristoratore è conveniente rischiare una multa per un no-vax che magari consuma e paga a credito unicamente un mezzo caffè marcio ?
seo56 4 mesi fa su tio
@Fkevin No comment
Boh! 4 mesi fa su tio
@Fkevin …guarda che gli estremisti in questo caso non sono i provax…. Non mi sembra infatti di averli mai visti in piazza per manifestazioni non automatizzate….
Duca72 4 mesi fa su tio
Segnalare è un obbligo morale !
Coerenza 4 mesi fa su tio
@Duca72 Sì chiama delazione
Duca72 4 mesi fa su tio
@Coerenza Chiamatela come volete l’importante è far in modo che le regole imposte dal nostro governo vengano rispettate !
seo56 4 mesi fa su tio
Comodo così…. Vergognoso…
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
BELLINZONA
25 min
Dorme al gelo, lo aiutano e tenta la fuga
Un giovane, al freddo, in un sacco a pelo. È quanto osservato questa mattina di fronte a un negozio in via Henri Guisan
CANTONE/ITALIA
1 ora
Ancora uno sciopero, Tilo fermi domenica in Italia
Disagi per chi viaggerà tra il Ticino e l'Italia domenica. Circoleranno solo gli Eurocity
CANTONE
4 ore
«Don Tamagni si sente come se il mondo gli fosse crollato addosso»
La solitudine del prete in carcere per avere rubato 800.000 franchi. Nonostante tutto, riceve visite e sostegno.
AGNO
13 ore
L'operaio schiacciato da un macchinario è deceduto
Si tratta di un 51enne svizzero domiciliato nel canton Zurigo.
LUGANO
17 ore
Frontaliere, ma «vive in Marocco»
Nuovi dettagli sul caso del presunto prestanome della 'ndrangheta con un piede in Ticino
LUGANO
19 ore
Lugano, dopo anni in calo, diventa più grande
Nel corso del 2021 la popolazione è aumentata di 95 unità.
CANTONE
20 ore
«La cassa nera mi è stata ordinata»
Al Tribunale militare parlano l’ex comandante Antonini e l’ex capo dello stato maggiore delle guardie di confine
RIVERA
21 ore
Un altro weekend di tamponi
Riapre domenica il centro della Protezione civile di Rivera. Ecco dove farsi testare il 28 e 29 gennaio
CANTONE
23 ore
Don Tamagni, proposti sei mesi da scontare, altri 27 sospesi
Tra appropriazione indebita e truffa, il parroco ha estorto oltre 900mila franchi.
CANTONE
1 gior
«L’atto d’accusa è un pasticcio»
Chiesto (e negato) il rinvio del processo nei confronti dell’ex comandante delle guardie di confine Antonini.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile