Ti Press
Il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini
CANTONE
16.09.21 - 06:000
Aggiornamento : 10:05

Effetto Covid Pass sulle vaccinazioni: «La fiammata c'è stata, ma si è già spenta»

L'obbligo di certificato per numerose attività ha spinto molti ad annunciarsi per farsi vaccinare.

Ma dopo un numero d'iscrizioni triplicato il giorno dell'annuncio da parte del Consiglio federale, ora si è tornati alla velocità di crociera precedente.

BELLINZONA - L'introduzione dell'obbligo del certificato Covid per accedere all'interno di bar e ristoranti, ma anche in strutture culturali e per il tempo libero come musei e centri fitness, ha avvicinato la popolazione al vaccino. Non sono poche infatti le persone che, con il timore di dover stravolgere in modo sensibile le proprie abitudini, si sono annunciate per ricevere la propria prima dose del preparato di Pfizer o di Moderna.

Un fremito che però si è altrettanto rapidamente placato. «Il giorno dell'annuncio da parte del Consiglio federale (lo scorso 8 settembre), c'è stata una fiammata. Ma i numeri in questo momento mi dicono che quella fiammata si è già esaurita», conferma il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini. Per alcuni giorni il numero d'iscrizioni è infatti aumentato - il primo giorno sono addirittura triplicate - ma poi si è tornati alla velocità di crociera che c'era prima dell'annuncio.

«È comunque ancora prematuro trarre delle conclusioni - fa notare Zanini - visto che il certificato Covid è entrato in vigore solo lunedì e bisogna aspettare che la situazione si assesti». Alcuni potrebbero infatti farsi avanti solo una volta resisi conto della necessità di essere muniti del Pass. Per quanto riguarda l'identikit delle persone toccate in modo particolare dall'annuncio del Governo, non sembra esserci una grande differenza fra giovani e meno giovani: «Sono stato poco fa al Centro di Giubiasco e tutte le categorie d'età erano rappresentate, dai 60 anni in giù», conclude il farmacista cantonale.

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
48 min
Quella fattura piena che delude alcuni esercenti
Tasse sulla vendita di alcolici e per il promovimento turistico: niente sconti pandemici nel 2021. E c'è chi si sfoga.
Lugano
2 ore
Dalla Corea con clamore, ma non è pericolosa quanto la zanzara tigre
Per la senior researcher all'Istituto di microbiologia Supsi, Eleonora Flacio, «non comporta alcun problema»
CANTONE
5 ore
Milioni di aiuti per gli impianti di risalita
Approvato quasi all'unanimità il credito di 5,6 milioni per Airolo, Bosco Gurin, Campo Blenio, Carì e Nara.
MENDRISIO
8 ore
Ligornetto: «Una vignetta per i momò»
Per il gruppo Lega-Udc-Udf i residenti di Mendrisio devono essere esentati dal blocco del traffico
BELLINZONA
8 ore
«Non toccate le settimane bianche»
A Bellinzona l'Unità della sinistra chiede al Municipio di fare dietrofront sull'abolizione della proposta fuori sede
CANTONE
11 ore
Coronavirus in Ticino: 18 positivi e ricoverati stabili
Nelle strutture ospedaliere rimangono 7 le persone affette dalla malattia.
BELLINZONA
12 ore
Li richiami e il loro numero "non esiste"
Telefonate che arrivano da normalissimi 079, 078 o 076. Boom di recapiti "fantasma". Cosa c'è dietro?
CANTONE / GINEVRA
15 ore
Vegana in ospedale: «Mi hanno portato dal salmone alla polenta col formaggio»
Un'esperienza da dimenticare quella di P., ricoverata per quattro giorni a Ginevra.
CANTONE / SVIZZERA
21 ore
Merlot ticinesi sugli scudi al Grand Prix du Vin Suisse
Nella categoria legata a questo vitigno si sono imposti il Quattromani 2018 davanti alla Tenuta San Rocco - Porza 2018.
CANTONE
23 ore
«Una brutta faccenda di sfruttamento salariale alla ticinese»
Ghisletta punta il dito contro quei benzinai «ostili» al contratto collettivo di lavoro per chi è impegnato negli shop.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile