deposit
CANTONE
06.09.21 - 06:000

Giardinieri sotto pressione: la denuncia dell'Ocst

Straordinari non pagati, condizioni di lavoro irregolari, ricatti. Una ditta di giardinaggio nel mirino dell'Ocst

L'associazione di categoria Jardinsuisse: «Settore in difficoltà, troppe piccole aziende irregolari». E dopo il flop della Lia, s'invoca una nuova regolamentazione

LUGANO - La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato un incidente con il furgone della ditta, a settembre scorso. Una manovra infelice durante un intervento, la gru porta-carichi si guasta. I danni ammontano a 10mila franchi, e il datore di lavoro pensa bene di rifarsi sul conducente. «O paghi - dice - o ti lascio a casa». 

Storie di ordinaria irregolarità in una ditta di giardinaggio del Sottoceneri, finita nelle scorse settimane nel mirino dell'Ocst. Il lavoro "nero" è un problema antico e sempreverde nel settore in Ticino: i sindacati e l'associazione padronale Jardinsuisse da tempo segnalano abusi soprattutto nelle piccole e piccolissime imprese. Ma anche quelle di dimensioni maggiori a quanto pare non fanno eccezione. 

La ditta in questione, una quarantina di addetti, è appaltatrice di lavori pubblici - comunali e cantonali - in tutto il Ticino. E non sarebbe nuova a "sgarrare" da quanto previsto dai contratti collettivi. Straordinari non pagati - si parla di centinaia di ore all'anno, per singolo lavoratore -, collaboratori interinali costretti a "timbrare" meno ore del vero e a lavorare il sabato fuori contratto: il sindacato contattato conferma di avere aperto una vertenza «a seguito della segnalazione di alcuni lavoratori».

«Stiamo effettuando tutte le verifiche del caso» spiega Marco Rocca (Ocst). «Le irregolarità emerse riguardano principalmente la mole di lavoro. E le comunicazioni all'agenzia interinale sistematicamente falsate dai dipendenti su ordine del proprietario della ditta». 

Per Jardinsuisse - che rappresenta in Ticino 100 aziende con circa 650 dipendenti - occorrono più controlli. «Negli ultimi anni sono nate tantissime micro-imprese spesso individuali, che sfuggono a ogni regola. Le aziende più grandi sono quindi sotto pressione e faticano a inseguire prezzi sempre più bassi» spiega il presidente Fabio Forni. Il fallimento della storica ditta Stierlin di Muzzano (25 dipendenti) è un po' «il simbolo di una crisi drammatica su cui la politica dovrebbe chinarsi». 

Una crisi di cui fanno le spesse tutti. Per ripagare il furgone incidentato «il dipendente ha dovuto attingere ai propri risparmi e lavorare per diversi sabati gratuitamente, il tutto senza ricevere alcuna perizia o giustificativo» racconta Rocca. A luglio, l'azienda non gli ha versato lo stipendio. A quel punto è scattata la vertenza sindacale. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
L'appello del Cantone: obbligo di mascherina nei luoghi affollati
Il Consiglio di Stato sostiene tale provvedimento, che è «efficace» e «assicura un'elevata sicurezza sanitaria»
CANTONE
2 ore
Arriva la neve, «usate l'auto soltanto se necessario»
Per domani, 8 dicembre, è prevista un'allerta meteo di livello 3. Le raccomandazioni della polizia cantonale
CANTONE
3 ore
Altri 188 casi e nove quarantene di classe
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 83. Un nuovo positivo nelle case anziani.
CANTONE
3 ore
Ecco come studiare
Sono aperte le iscrizioni per i corsi indirizzati ai ragazzi della Scuola media
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Allerta meteo in Ticino: forti nevicate in arrivo
In pianura previsti 5-10 centimetri di neve fresca, sopra i 600 metri fino a 30.
CANTONE
6 ore
Parla chi non ha voluto fare il vaccino
Salgono i contagi. Si teme il ritorno del lockdown. Cinque donne over 60 raccontano il loro disagio.
LOCARNO
14 ore
Ragazzo preso a calci, l'appello della madre
L'episodio risale alla serata di sabato. Il branco che lo ha aggredito sarebbe recidivo.
ZURIGO
15 ore
«Sono giovane e sano, non ho paura». Ecco perché è un errore pensarlo
Si ha sì un minor rischio di morire, ma sono molti i fattori da valutare.
Vacallo
15 ore
Da otto anni, Edo Pellegrini chiede spiegazioni al Municipio sul fondo 451
Ci sono un sentiero impraticabile, una costruzione di utilità non specificata e delle domande rimaste senza risposta
STABIO
19 ore
Non accetta il salario fuorilegge: licenziata
Alle dipendenze della sua azienda da cinque anni, la donna è stata messa alla porta.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile