Immobili
Veicoli
Archivio Tipress
LUGANO
26.08.21 - 12:160

Nelle scuole comunali di Lugano tornano in aula 3'515 allievi

L'anno scolastico riparte il prossimo 30 agosto, tra nuovi insegnanti, nuovi progetti e nuovi stabili

LUGANO - Sono 3'515 gli allievi che il prossimo lunedì 30 agosto tornano in aula nelle scuole comunali di Lugano. Si tratta di 1'288 bambini che frequenteranno la scuola dell'infanzia (media di 19 allievi per sezione) e 2'227 che andranno alle elementari (media di 18 allievi per classe).

Il numero di sezioni di scuola dell’infanzia è pari a 69, mentre le classi di scuola elementare sono 124. Ritenuta la conformazione del territorio della città, la realtà dell’istituto scolastico passa da piccole sedi (la più piccola è quella di Brè con undici
allievi di Scuola elementare) ad altre più grandi (la più grande quella di Probello-Pregassona con 221 allievi di scuola elementare).

Diciotto nuovi insegnanti - Ma quali sono le principali novità per l'anno scolastico dell'istituto comunale? Innanzitutto l'assunzione di diciotto nuovi insegnanti, che prenderanno servizio in qualità di docenti titolari della scuola dell'infanzia o elementare, di docenti di appoggio, di educazione alle arti plastiche, di educazione musicale e di educazione fisica.

La nuova scuola dell'infanzia di Molino Nuovo - Con l'avvio dell'anno scolastico aprirà inoltre la nuova sede di scuola dell'infanzia di Molino Nuovo, che ospita quattro sezioni. Un'ulteriore sezione come pure le due a orario prolungato saranno provvisoriamente ospitate nello storico stabile Bossi. A edificazione ultimata, anche la quinta sezione si trasferirà nel nuovo edificio.

Altri lavori in corso - E si segnalano anche altri cantieri già avviati o in fase di  avvio: nuova scuola dell’infanzia di Sonvico con tre sezioni e mensa per la scuola elementare; nuova mensa presso il nuovo centro scolastico di Viganello; lavori di ristrutturazione e ampliamento della scuola elementare di Loreto e nuova scuola dell’infanzia di Cadro, con quattro sezioni e mensa scolastica.

Progetti, tra musica e francobolli - Nel corso del 2020 ha aperto l'Aula nel bosco di Brè, che - nonostante la pandemia - ha avuto un'occupazione di 61 giornate nel corso dell'anno scolastico 2020-2021. Si tratta soprattutto di attività proposte in collaborazione con il Museo di storia naturale e il Museo in erba. Per il prossimo anno scolastico si è aggiunta un'ulteriore proposta didattica in collaborazione con la Civica filarmonica di Lugano: gli allievi potranno passare una mattinata presso l'Aula di Brè all'insegna dei suoni del bosco e alla scoperta delle relazioni tra la grande musica e la natura.

Un ulteriore progetto riguarda l’Esposizione filatelica mondiale di Lugano Helvetia 2022: “Il mio quartiere in un francobollo”. Cinque classi di quarta elementare di Lugano, una per zona, potranno avvicinarsi al mondo della filatelia grazie a un  progetto interdisciplinare mirato a produrre dei veri francobolli ideati dagli allievi sul tema del quartiere in cui vivono. I francobolli, grazie agli organizzatori della manifestazione, verranno poi stampati e regalati agli allievi, dopo essere stati esposti alla mostra internazionale prevista dal 18 al 22 maggio 2022 al Centro Esposizioni di Lugano. Le classi saranno seguite dall’illustratrice Jasmine Bonicelli, che avrà il compito di aiutare gli allievi, attraverso un percorso didattico composito, a realizzare il proprio francobollo.

Potenziamento della direzione scolastica - Il Municipio di Lugano - su proposta della direzione delle scuole, alla luce dell’esperienza maturata negli ultimi anni - ha deciso di potenziare gli organi dirigenziali dell’istituto scolastico allo scopo di aumentare ulteriormente la  presenza sul territorio delle direttrici e dei direttori.

Relazioni interpersonali e benessere: una formazione per gli insegnanti

Con la recente riunione del Collegio docenti dell’istituto scolastico ha preso avvio una formazione per i 300 insegnanti delle Scuole di Lugano, mirata allo sviluppo di relazioni interpersonali e al benessere. L’avvio è avvenuto con una relazione della professoressa Piera Gabola, insegnante presso l’Alta Scuola pedagogica del Canton Vaud.

Il percorso formativo è stato co-costruito dal Gruppo direttori di Lugano e dal Servizio Linea del DECS, dopo un’attenta analisi del contesto scolastico attuale e delle numerose proposte formative già offerte dall’istituto. L’argomento è ritenuto centrale per la scuola odierna e la formazione si svilupperà approfondendo in particolare le tematiche “Il colloquio difficile e l’ascolto” e “La gestione delle emozioni”. In considerazione dell’elevato numero di docenti partecipanti, la formazione si svilupperà durante i prossimi due anni scolastici e continuerà come approfondimento nei diversi comprensori della Città (scuole dell’infanzia ed elementari di quartiere).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
32 min
In primavera si punta di nuovo sul lungolago (chiuso)
Lo scorso anno la chiusura domenicale è stata un successo. L'iniziativa sarà riproposta a partire da Pasqua
CANTONE
32 min
Una fattura dal medico del traffico, più di cinque anni dopo
Decine di persone si sono viste richiedere il pagamento dell'IVA (entro 10 giorni) per le prestazioni ottenute nel 2016.
CANTONE
10 ore
Pronzini: «Questa candidatura è una provocazione»
L'MPS chiederà il rinvio della nomina del CdM ad hoc prevista lunedì in Parlamento
CANTONE
13 ore
Caos ferroviario a causa di un guasto
Sulla rete ferroviaria ticinese treni soppressi o in ritardo. La perturbazione è terminata
AGNO
13 ore
La Fiera di San Provino salta (di nuovo)
Per il terzo anno consecutivo il tradizionale evento di Agno, previsto a marzo, non si terrà.
FOTO
CANTONE
18 ore
La moglie faceva il palo, lui contrabbandava prosciutti
Il Tribunale amministrativo federale ha fornito nuovi dettagli sul modo di agire di un contrabbandiere fermato nel 2017.
CANTONE
20 ore
Meno positivi, ma quattro i decessi
I nuovi positivi sono poco più di mille. Cala anche il numero dei ricoveri, ma non nelle terapie intensive.
CANTONE / SVIZZERA
21 ore
Il Tavolino Magico torna a pieno regime
Dopo un 2020 complicato, l'anno scorso l'associazione ha salvato e distribuito 5'182 tonnellate di cibo in Svizzera.
CANTONE
21 ore
«Si controlli l'effettivo pluralismo dei media»
Una mozione dei comunisti chiede al Cantone di monitorare annualmente TV, radio e le testate giornalistiche ticinesi.
CANTONE
22 ore
Stipendio dimezzato: «Siamo sommersi dai debiti»
Basta un licenziamento, e una famiglia può finire al limite dell'auto-fallimento. Il caso di una coppia del Luganese
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile