Immobili
Veicoli
Una dozzina le targhe accantonate usando l'account di due colleghi e poi rivendute
TIPRESS
CANTONE
26.08.21 - 10:150
Aggiornamento : 13:43

Una dozzina le targhe accantonate usando l'account di due colleghi e poi rivendute

Il funzionario, sotto inchiesta con un assicuratore del Luganese, ha utilizzato i dati di accesso altrui

Oltre ai reati di corruzione, abuso di autorità, appropriazione indebita e riciclaggio, Simone Orlandi dovrà rispondere anche del reato di acquisizione illecita di dati contestati. L'uso delle chiavi d'accesso è avvenuto all'insaputa dei due titolari.

di Redazione
SPI

BELLINZONA - Sono una dozzina le targhe vendute sottobanco dal 34enne funzionario della Sezione della circolazione finito sotto inchiesta del Ministero Pubblico, assieme a un 48enne assicuratore del Luganese. Targhe, come scrive oggi laRegione, destinate alle aste organizzate dal Cantone ma messe da parte illecitamente dall’uomo assunto a Camorino nel 2019 con tanto, precisa il giornale, di nomina governativa e impiego al 100%.

Per riuscire nel raggiro ai danni dello Stato, l’ormai ex funzionario Simone Orlandi (il licenziamento con effetto immediato è stato comunicato ieri dal Consiglio di Stato) ha usato gli account di due colleghi della Sezione, entrambi all’oscuro dell’illecito. Da qui uno dei reati, il 143 Cp, l’acquisizione illecita di dati, contestati al 34enne. L’uomo dovrà però rispondere anche di corruzione passiva (subordinatamente di accettazione di vantaggi), abuso di autorità, appropriazione indebita e riciclaggio di denaro. Sull’assicuratore, cui Orlandi cedeva le targhe per poi rivenderle a terzi, pendono invece le ipotesi di reato di corruzione attiva (subordinatamente concessione di vantaggi), riciclaggio e ricettazione.

Quanto ai numeri, ossia quante targhe particolari sono state immesse illecitamente sul mercato stornandole dal previsto canale delle aste (i cui proventi sono usati dallo Stato per finanziare i programmi di prevenzione e sicurezza sulle strade), beh, laRegione parla di una dozzina di pezzi pregiati. Targhe a quattro cifre (pregiate per chi vuole personalizzare il veicolo con la propria data di nascita) il cui valore per pezzo può superare i diecimila franchi. Numeri che depositati negli archivi dai rispettivi conducenti titolare vengono di regola ritirati dallo Stato a decorrere dai 12 mesi. Se non trovano un Orlandi dietro la tastiera.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
29 min
«L’atto d’accusa è un pasticcio»
Chiesto (e negato) il rinvio del processo nei confronti dell’ex comandante delle guardie di confine Antonini.
CANTONE
2 ore
Covid: quattro nuove vittime
Si registrano inoltre 1'384 positivi nelle ultime 24 ore.
CONFINE
3 ore
Niente più tamponi per l'Italia
Dal primo di febbraio basterà il certificato Covid. La decisione di Roma
CANTONE
6 ore
La 'ndrangheta chiede permesso
Un frontaliere 59enne sarebbe prestanome del clan Raso-Gullace-Albanese. In Ticino ha ottenuto un prestito Covid
CANTONE
14 ore
Scuole medie, bocciata la sperimentazione
Il Gran Consiglio ha affossato il credito di 237'000 franchi richiesto dal Governo.
CANTONE
18 ore
«È arrivato il momento di chiederci se possiamo convivere con il virus»
Anche Marco Chiesa invoca il "Freedom Day"
CANTONE
19 ore
Due nuovi cantieri all'orizzonte in Ticino, Governo «soddisfatto»
La Confederazione ha dato l'ok per il collegamento A2-A13 Bellinzona-Locarno e il potenziamento dell'A2 Lugano-Mendrisio
CANTONE
1 gior
La legge sull'apertura dei negozi resta in vigore
Non è però prevista una commissione consultiva. Lo ha deciso il Tribunale federale
CANTONE
1 gior
Salgono i contagi, ma calano i ricoveri
Si registra anche una ulteriore vittima del virus, per un totale di 1'090 da inizio pandemia.
CANTONE
1 gior
Pochi decessi, ma «il numero dei contagi resta rilevante»
L'Ufficio del medico cantonale sulla situazione pandemica: «Molto dipenderà dalla variante circolante in futuro»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile