Ti-Press
Le due autrici davanti la loro creazione.
LUGANO
26.08.21 - 13:170

La pandemia vissuta "in ogni respiro"

Una mostra fotografica ritrae i collaboratori della Clinica Moncucco impegnati a combattere il coronavirus.

Le fotografie, scattate nel settembre del 2020, hanno cristallizzato istanti che sono diventati simboli della lotta al Covid-19. Alessandra Meniconzi e Viviana Viri, le due autrici: «Collocare queste immagini all'interno della clinica è un segno di gratitudine».

LUGANO - Nessuno avrebbe mai immaginato che le nostre vite sarebbero cambiate così. Senza preavviso. La pandemia ha stravolto la nostra esistenza ricordandoci quanto i nostri equilibri siano fragili, lasciandoci spesso disorientati. Un periodo sospeso, iniziato nel febbraio 2020, in cui ogni certezza è venuta a mancare.

È in questo contesto che nasce il progetto "In ogni respiro" di Alessandra Meniconzi e Viviana Viri, spinto dalla volontà di raccontare e documentare i mesi più critici della pandemia. Gli scatti - realizzati lo scorso mese di settembre - ritraggono i collaboratori della Clinica Luganese Moncucco cristallizzando istanti che sono diventati simbolo di questo momento storico e sono anche spunto per alcune riflessioni personali.

Una mostra - quella inaugurata oggi proprio alla Moncucco - che vuole essere soprattutto un ringraziamento a chi silenziosamente e in punta di piedi ha respirato per noi, senza tirarsi indietro di fronte a un virus che faceva paura. A chi si è prodigato senza risparmio di coraggio e cuore nella lotta al Covid-19. "In ogni respiro" è parte di un più ampio progetto in cui le due fotografe hanno documentato la prima ondata in Ticino. «Collocare queste immagini all’interno della Clinica Luganese Moncucco è un segno di gratitudine verso tutti i suoi collaboratori che non hanno esitato a impegnarsi con tutte le loro forze durante l’emergenza sanitaria.

Chi sono:

Alessandra Meniconzi

Fotografa, per anni ha viaggiato lungo le aree più remote dell’Asia documentando la quotidianità di minoranze e culture tradizionali e nelle regioni artiche minacciate dal cambiamento climatico. Le sue fotografie sono state pubblicate su numerosi libri e riviste internazionali. (www.alessandrameniconzi.com)

Viviana Viri

Giornalista, collabora con numerose testate dedicandosi soprattutto alle questioni legate alla migrazione e ai diritti umani. Ha realizzato reportage da Libano, Siberia, Etiopia e Ucraina. Ha vissuto per diversi anni in Canada dove si è avvicinata alla fotografia.
(www.vivianaviri.com)

Ti-Press
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
emib53 3 mesi fa su tio
In ogni ambito lavorativo ci sono diritti e doveri, ad esempio quello di adottare tutte le misure atte a evitare di mettere in pericolo i pazienti. Per fare un esempio comprensibile, sarebbe come dire un infermiere che non si lavasse mai le mani, in particolare prima di fare un prelievo o cambiare una fasciatura. Perché dovrebbe, ognuno ha un suo sistema immunitario per difendersi da virus e batteri.
Blobloblo 3 mesi fa su tio
@emib53 Il personale sanitario indossa già tutti gli strumenti necessari per non diffondere il virus, non capisco perché deve vaccinarsi?? Per una finta sicurezza?? Visto che può comunque prendere e attaccare il virus se non prevedesse tali precauzioni..
Fkevin 3 mesi fa su tio
@Blobloblo Poi, l'operatore può non aver reagito al vaccino. Ma chi lo viene a sapere che lui era la causa della mega "infezione" ospedaliera? L'efficacia di questo vaccino (studio israeliano) è del 64%. In inverno arriveranno altri dati, speriamo per voi che si alza la percentuale.
Fkevin 3 mesi fa su tio
Prima tutti che applaudivano i sanitari mentre oggi tutti li attaccano se non si vaccinano. Prima hanno salvato le vite e accompagnato alla morte, mentre oggi se non vaccinati portano solo alla morte. Questo è il pensiero estremista provax. Mah.....popolo mai cuntent
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Lugano
4 ore
Più Donne chiede delucidazioni sul caso dell'ex funzionario del Dss
Dopo che la loro interrogazione non ha avuto seguito dai vertici, tornano con un'interpellanza che contiene 15 domande
CANTONE
6 ore
I più scattanti con il "booster" agli over16
A questa cifra vanno aggiunte le persone che si sono rivolte alle farmacie e agli studi medici
RIAZZINO
7 ore
Al Vanilla la musica resta spenta
Il Consiglio federale è andato incontro alle discoteche. Ma la struttura di Riazzino mantiene la propria decisione
BELLINZONA
9 ore
Il villaggio natalizio di Bellinzona solo per vaccinati e guariti
Per il mercato del sabato e i mercatini in programma varrà invece l'obbligo di mascherina
Ticino
9 ore
Ecco dove verranno posizionati i radar la prossima settimana
La polizia ricorda che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause d'incidenti»
CANTONE
10 ore
La cucciolata che non intenerisce gli allevatori
Il nascita di tre lupacchiotti è «una cattiva notizia» commenta l'associazione per la protezione dai predatori
LUGANO
11 ore
Obbligo di mascherina in centro a Lugano
La misura scatta domani, sabato 4 dicembre, nella zona pedonale della città
SVIZZERA
12 ore
Niente test a scuola, il sindacato protesta
Il Vpod/Ssp invoca una maggiore protezione dell'insegnamento in presenza
CANTONE
15 ore
Gli anni ticinesi di Highsmith in un documentario
Le riprese del film sono di recente iniziate sul Lago Maggiore e in Valle Maggia
CANTONE
16 ore
In Ticino il booster è per tutti
Da subito tutti gli over 16 che hanno ricevuto la seconda dose da almeno sei mesi possono prenotare il richiamo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile