Ferrovia mesolcinese
GRONO (GR)
24.08.21 - 21:340

Dalla Mesolcina al museo: una locomotiva storica in partenza da Grono

Dal 2013 è conservata in un deposito di Grono. Originariamente era impiegata lungo la linea Biasca-Acquarossa

GRONO - Una locomotiva storica è in partenza dalla località mesolcinese di Grono. La destinazione? Il Wagi Museum di Schlieren (ZH), che su novecento metri quadri raccoglie circa seicento esemplari usciti da quella che un tempo era una fabbrica di convogli ferroviari e ascensori.

Il mezzo in partenza dalla Mesolcina è la motrice Abe 4/4 5 che ha concluso la sua carriera lungo la linea della Ferrovia turistica Mesolcinese, tra Castione e Cama. Una ferrovia che nel corso della sua attività ha portato nella regione circa cinquantamila visitatori. In Mesolcina il mezzo percorreva circa quattrocento chilometri all'anno, come ci racconta Bruno Ferrari, che era amministratore della ferrovia turistica.

L'esperienza oltre San Gottardo - Ma la storia della locomotiva in questione è iniziata circa molto tempo prima: costruita nel 1963, è stata impiegata per un decennio in Valle di Blenio lungo i binari della Ferrovia Biasca-Acquarossa. E quando quest'ultima è stata chiusa, nel 1973, la motrice è poi stata portata oltre San Gottardo, dove è stata utilizzata - con i necessari adeguamenti tecnici - anche per il trasporto merci.

L'arrivo in Mesolcina risale al 2001. E dal 2013, cioè da quando è stato interrotto anche il servizio della Ferrovia turistica Mesolcinese, la motrice è conservata in un deposito situato a Grono. «Quando è arrivata da noi, è stata sistemata e le abbiamo anche ridato il colore originale, verde-crema» ci dice ancora Ferrari. Negli anni il mezzo era infatti stato ripitturato arancione-crema.

Un ritorno alle origini - Per la locomotiva, il trasferimento a Schlieren rappresenta un ritorno alle origini. È infatti proprio nella località zurighese che fu costruita. Ora il Wagi Museum si trova negli spazi dell'ex fabbrica in cui venivano prodotti convogli ferroviari e ascensori.

L'evento zurighese - Domani, mercoledì 25 agosto, la locomotiva (che pesa 28 tonnellate) sarà caricata su un camion e sarà così trasportata fino nel Canton Zurigo. Il giorno successivo, giovedì, a partire dalle 7, il mezzo sarà poi scaricato davanti al museo. Un'operazione per la quale saranno impiegate due gru da cento tonnellate l'una. Le persone presenti potranno quindi visitare la motrice, che andrà a completare la collezione del museo. Per l'occasione sarà anche servito un minestrone ticinese.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CONFINE
11 min
Turisti del tampone, oltre frontiera per risparmiare
In Germania costa 14 euro, in Italia 15. Ma c'è chi per i ticinesi rialza il prezzo anche del 60 per cento
CANTONE
1 ora
Covid, i pazienti in cure intense salgono a due
I ricoverati a causa del virus restano nove.
CANTONE
1 ora
Meno auto, moto, bus e treni (ma più biciclette)
Il Dipartimento del territorio ha pubblicato oggi il rapporto "La mobilità in Ticino nel 2020".
LOCARNO
2 ore
«Volevo aiutare i "piccoli" a sopravvivere»
Economia e Covid: ecco come e perché Katia Roncoroni, 50enne di Losone, si è reinventata influencer marketing.
CANTONE
5 ore
Meno di 30 anni e già con il fegato compromesso
La pandemia ha acutizzato le dipendenze da alcol, che possono sfociare in gravi problemi di salute.
CANTONE
14 ore
Ticinesi pazzi per la sella: «Ne vendiamo tre tonnellate al mese»
La sella di capriolo è uno dei piatti maggiormente in voga in questo periodo dell’anno. E i numeri lo confermano.
TENERO
16 ore
In spiaggia anche in inverno
Ripartire da una disavventura? Capita al bagno pubblico, colpito pesantemente dal maltempo lo scorso luglio.
LUGANO
18 ore
Tassisti aggrediti dal branco
Un pestaggio è avvenuto sabato notte in Via Pretorio: due persone sono rimaste lievemente ferite.
MENDRISIO
20 ore
Colpo di scena: Ligornetto riapre al traffico in transito
La misura non potrà essere attuata, fintanto che il TF non si sarà espresso sull'effetto sospensivo richiesto da Stabio
LOCARNO
21 ore
Un nuovo futuro per il Grand Hotel Locarno
L'edificio costruito fra il 1874 e il 1876 diverrà una moderna struttura alberghiera.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile