Foto lettore
LUGANO
18.08.21 - 13:380
Aggiornamento : 22:48

«Piazzetta Marco Borradori», provocazione sulle macerie dell’ex Macello

La targa è apparsa oggi sulla recinzione che circonda l'area dove sorgeva il centro autogestito.

L'autore del gesto non sarebbe però un molinaro ma, al contrario, un sostenitore del Sindaco.

LUGANO - Una piazza dedicata a Borradori. Sono in tanti a volerla, come testimonia una petizione lanciata sulla piattaforma change.org che ha già raccolto oltre 4'400 firme.

C'è però qualcuno che, all'indomani dei funerali del Sindaco, si è lasciato andare ad un gesto provocatorio, di dubbio gusto. Sì, perché come testimonia una foto condivisa su Facebook dal granconsigliere leghista Massimiliano Robbiani, qualcuno ha appeso una targa che recita «Piazzetta Marco Borradori, Sindaco di tutti, 1959-2021» alle inferriate che circondano le macerie del centro autogestito ex Macello. 

«E queste sono le persone a cui dare fiducia, rispetto e solidarietà? Semplicemente fate schifo», questo il commento di Robbiani. Il misfatto non sarebbe però opera dei molinari, ma piuttosto di un sostenitore del Sindaco che, sentito dal Corriere del Ticino, ha dichiarato: «Mi sembrava semplicemente un gesto per dimostrare la mia stima nei suoi confronti». L'autore ha inoltre specificato che il movente non voleva essere provocatorio: «Ho semplicemente visto che quella piazza era nuova, e che ancora non ha un nome». La targa è nel frattempo stata rimossa.

Solo ieri, nel corso delle esequie, l'amico del sindaco Andrea Leoni ha voluto sottolineare come la battaglia politica intorno all'affare ex Macello abbia reso Borradori, negli ultimi mesi della sua vita, «un uomo ferito». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FAIDO
3 ore
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE
4 ore
Otto arresti per droga
I soggetti finiti in manette sono sospettati di aver preso parte allo smercio tra Albania, Italia e Ticino.
CANTONE
5 ore
Altre 20 classi in quarantena
Si tratta di 15 sezioni di scuola elementare e 5 di scuola dell'infanzia. Il totale sale a quota 62
CANTONE
5 ore
In Ticino oltre 400 casi e tre decessi nel weekend
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 77.
CANTONE
6 ore
Controlli e multe in vista per chi è al telefono alla guida
L'operazione della Polizia cantonale ha il via già da questo mese.
CANTONE
7 ore
Per rimpiazzare i boomer non basteranno i salari
In vista del pensionamento di massa dei boomer è necessario, secondo l'AITI, puntare di più sulle condizioni di lavoro.
CANTONE
10 ore
Passa da Berset il caso dei neo-psicologi non riconosciuti
Il Consiglio di Stato ha scritto al ministro dell'Interno proponendo una soluzione
CANTONE
10 ore
La Nuova Valascia scivola sui pagamenti agli artigiani
La nuova Valascia ha qualche problema di liquidità. Malumori tra chi ha eseguito i lavori
ASCONA
18 ore
«Così ho perso lentamente la mia amica»
Nelly Morini racconta il dramma dell'Alzheimer nel romanzo Clarianne, ispirato a una storia vera.
MESOCCO (GR)
1 gior
Ventenni escono di strada e finiscono nella scarpata
L'incidente è avvenuto la scorsa notte in zona Alp Frach. I due occupanti del veicolo sono rimasti leggermente feriti.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile