Ti Press
CANTONE / CONFINE
10.08.21 - 11:280

Quasi un'ora d'attesa per prendere il treno, una (non) coincidenza transfrontaliera

Il passaggio dal trasporto su gomma a quello su rotaia a Porto Ceresio è tutt'altro che confortevole.

Astuti ha scritto alla Sezione della mobilità per denunciare una «palese incongruenza che cozza contro la decantata volontà di collaborazione tra Ticino e Lombardia».

BALERNA - Cinquanta minuti di attesa per passare dal bus al treno (e viceversa). Una tempistica decisamente eccessiva per l'Associazione degli utenti del trasporto pubblico (Astuti), che per tentare di risolvere una situazione problematica ha deciso di scrivere alla Sezione cantonale della mobilità.

La cattiva coincidenza si verifica a cavallo del confine, più precisamente alla stazione di Porto Ceresio, dove dal trasporto su gomma si passa a quello su rotaia (e viceversa). Infatti, mentre le corse della Linea 532 di AutoPostale provenienti da Capolago arrivano alla stazione di Porto Ceresio al minuto 26 di ogni ora, i treni RE5 di Trenord che servono la linea Porto Ceresio-Arcisate-Varese-Gallarate-Milano Porta Garibaldi partono al minuto 16 (fanno eccezione alcune corse in particolare nella fase centrale della giornata). Di conseguenza, il passeggero diretto in Italia deve attendere 50 minuti per poter salire sul treno.

Una situazione analoga si manifesta anche nella direzione inversa, con i treni in arrivo da Milano che raggiungono il terminale di Porto Ceresio al minuto 45 di ogni ora e i bus dell’AutoPostale che lasciano la stazione italiana al minuto 36. «Si tratta, a nostro parere, di una incongruenza palese che cozza contro la decantata volontà di una stretta collaborazione nella pianificazione dei trasporti pubblici tra Ticino e Lombardia», lamenta Astuti nella sua missiva. In cui chiede alla Sezione della mobilità se sia a conoscenza del problema e, in caso affermativo, quali siano gli ostacoli che si frappongono a una migliore coordinazione.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lollo68 3 mesi fa su tio
Perché in Ticino funziona tutto bene? C'è chi aspetta a Giubiasco 20 minuti per la coincidenza per Locarno e chi ora da Bellinzona per tornare a casa ci mette due ore, ossia 35 minuti in più con il nuovo orario. Chi ci va di mezzo sono gli studenti che non hanno altre alternative! Le ultime parole famose di Zali: "E ora non dite che non ci sono i mezzi pubblici". Si arriva prima a Zurigo che a casa!
Viperus 3 mesi fa su tio
Con i perenni ritardi che ci sono ultimamente non vedo dove sia il problema.....
MrBlack 3 mesi fa su tio
Non si capisce cosa ha proposto di fare lato italiano. Ah scusate c’è scritto tra le righe…niente. Furbacchione ;-)
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 ore
La Rsi replica alle critiche: «Informazione sempre al centro»
Forma cambiata, ma «mantenendo qualità e quantità».
CANTONE
11 ore
«Come pensare che un carcere minorile possa essere educativo?»
I contrari al progetto di un centro educativo chiuso escono allo scoperto
CANTONE
11 ore
Cassis presidente, festa annullata
La cerimonia a Bellinzona verrà rimandata «causa Covid»
LUGANO
12 ore
Salta anche il carnevale di Tesserete
Cancellata preventivamente la manifestazione. Il Comune di Capriasca: «Gesto di responsabilità sociale»
CANTONE
16 ore
Dose di richiamo, ultima chiamata per gli over 65
In vista dell'apertura alle altre fasce d'età, le autorità cantonali sollecitano i pensionati ad annunciarsi.
CANTONE
17 ore
Altri 167 nuovi contagi e sette classi in quarantena
Negli ospedali del nostro cantone si contano attualmente settanta pazienti Covid
CHIASSO
18 ore
Cinquanta milioni per cinquanta impieghi?
L'Mps punta il dito contro la Scuola di Moda di Chiasso. Costi troppo elevati rispetto all'impatto sul territorio
CANTONE
22 ore
«Il medico di famiglia vi farà risparmiare»
Dietro le quinte del progetto mediX ticino, coordinato dall'infettivologo Christian Garzoni.
LUGANO
1 gior
S'invola per gli Emirati, lasciando un cavallino nero in Ticino
Sul sito delle aste dell'Ufficio di esecuzione è sbucata una Ferrari 458 nera
CANTONE
1 gior
La “pandemia dei bambini”... anche nelle scuole ticinesi
In molti si dicono favorevoli all'introduzione dei test ripetuti e alla mascherina obbligatoria dalla quarta elementare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile