deposit
CROGLIO
03.08.21 - 19:150
Aggiornamento : 04.08.21 - 10:16

La strada è troppo stretta e il trasloco diventa fuorilegge

Una ditta di trasporti ha dovuto ricorrere a un furgoncino per poter effettuare un trasloco nel Malcantone.

Nonostante avesse i necessari permessi, è stata multata. La spiegazione dall'AFD: «L’uso commerciale di mezzi di trasporto esteri per trasporti interni è vietato. Anche da un'abitazione a un altro veicolo».

CROGLIO - Il camion è troppo grande e non può passare fra le strette vie del paese. Occorre un furgoncino, ma il cambio di veicolo comporta una multa e diversi fastidi. È una vicenda quantomeno insolita (per chi la legge) e «incresciosa e sconcertante» (per chi l’ha vissuta) quella capitata durante un trasloco, la scorsa settimana, avvenuto nel Malcantone.

Accesso impossibile - «Andando a vivere a Brescia, ho contattato una ditta di trasporti italiana, con tutti i permessi in regola per i trasporti internazionali», spiega A.L*. Il mezzo pesante che avrebbe dovuto caricare la mobilia è però troppo grande per poter entrare nel nucleo di Castelrotto (12m, quattro in più del massimo consentito), così il suo conducente si vede costretto a posteggiare a qualche chilometro di distanza (in località Biogno) e coprire il percorso restante con un furgoncino.

Cabotaggio stradale - Avendo targhe italiane, il trasporto viene però giudicato illegale dall’Amministrazione federale delle dogane (AFD), intervenuta per un controllo. Si tratterebbe infatti a tutti gli effetti di un trasporto di merci effettuato all’interno della Svizzera - dall’abitazione di A.L. al parcheggio del camion - e quindi contrario alla Legge doganale e alla Legge sull’imposta sul valore aggiunto. «Non c’è stato modo di far capire a questi funzionari che si trattava dello stesso trasloco (autorizzato)», lamenta la donna. Risultato: oltre al pagamento del dazio doganale e dell'IVA, una multa salata e merce bloccata temporaneamente in dogana.

Privata del suo strumento (di lavoro) - Ma oltre al danno, la beffa. Anzi, le beffe. I trasportatori sono stati fermati quando mancava solamente il pianoforte a coda, già imballato. Strumento che ora si trova ancora nell’ex casa, nel frattempo venduta e dove i nuovi proprietari sarebbero dovuti entrare questa settimana. «Avrebbero dovuto iniziare a fare dei lavori, ma come fanno se il mio pianoforte si trova ancora lì?» si chiede A.L. Che di professione è musicista. «Mi ritrovo senza il mio strumento di lavoro e devo organizzare un secondo trasloco, naturalmente spendendo altri soldi. Forse questa gente non si rende conto dei problemi che causa applicando ciecamente e stupidamente una legge che non ha senso», è l’amaro sfogo della donna.

Trasporto vietato, anche se sono pochi metri - Da noi contattata l’AFD, per ragioni di privacy, non ha potuto entrare nel merito del caso concreto. Precisa però che «di principio, l’uso commerciale di mezzi di trasporto esteri per trasporti interni è vietato». Ne consegue dunque che - proprio come nel caso di A.L. - se un veicolo estero viene impiegato per eseguire un trasporto commerciale di merci da un’abitazione a un veicolo situati in territorio svizzero, si è in presenza di un trasporto interno vietato (il cosiddetto cabotaggio, per l'appunto).

*Nome noto alla redazione

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
5 ore
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
5 ore
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
6 ore
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
16 ore
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
CANTONE
22 ore
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
1 gior
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
CANTONE
1 gior
Covid di venerdì 17: altri 29 casi e una nuova quarantena a scuola
Non si registrano ulteriori decessi. I pazienti Covid scendono a 19.
LUGANO
1 gior
Tram-treno: pubblicato il nuovo bando di concorso
Quello precedente era stato annullato a seguito di due ricorsi accolti da Tribunale cantonale amministrativo
MANNO/ LOCARNO
1 gior
Ecco perché questi studenti non si vaccinano
Alla SUPSI è in corso una rivolta silenziosa. Una raccolta firme contro il Certificato Covid. Le voci dei protagonisti.
LUGANO
1 gior
Stragi, killer e vite blindate (e non): parla Michele Santoro
Il famoso giornalista italiano sarà ospite questa sera all'Endorfine Festival di Lugano. Lo abbiamo intervistato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile