tipress
LUGANO
26.07.21 - 09:440
Aggiornamento : 12:08

Lo "scroccone seriale" si lamenta della Farera

Abituato agli hotel a 5 stelle - senza pagarli - un 40enne italiano ha scritto una lettera di reclamo

LUGANO - Una suite al Palace di St. Moritz non è come una singola - o magari doppia - al carcere della Farera, questo è certo. Un broker italiano ha sperimentato di persona la differenza, e si è lamentato con le autorità d'oltre confine.

Ci eravamo occupati di lui tre anni fa: il professionista, domiciliato a Lugano, aveva fatto parlare di sé per un matrimonio a cinque stelle nel noto hotel engadinese, e un conto - mai pagato - di 211mila franchi. Anche allo Splendide il 40enne aveva lasciato un brutto ricordo, e sul Foglio Ufficiale era stata pubblicata una lista-record di creditori.

Lo "scroccone seriale", come era stato soprannominato, ha creato un buco da 18 milioni di franchi secondo i giudici di Padova, città di cui è originario, dove è stato arrestato una prima volta nel febbraio 2019. Accusato di una serie di malversazioni finanziarie, e di essersi intascato i risparmi di decine di persone tra Svizzera e Italia, negli ultimi anni il 40enne è transitato anche per le carceri ticinesi.  

A Lugano il broker ha "soggiornato" dietro le sbarre per una quarantina di giorni a inizio 2021, riferisce il Mattino di Padova. Ma l'accoglienza e il servizio non sono stati di suo gradimento. «Durante l’unica ora giornaliera di passeggio potevamo stare in un cubo di cemento con addirittura il soffitto a sbarre insieme a criminali di ogni tipo come assassini, stupratori, pedofili, spacciatori» si legge in una lettera di reclamo inviata dal condannato al Ministero della Giustizia italiano. 

Il detenuto parla anche di «condizione inadeguata dal punto di vista igienico e di salute» e di un «fortissimo accanimento nei miei confronti» al fine - secondo lui - di estorcergli una confessione. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
CANTONE
2 ore
Fattacci fra Semine e Locarno, arrivano le prime sospensioni
Per far luce sull'accaduto è stata pure avviata un'inchiesta, il cui rapporto è atteso a inizio ottobre.
CANTONE
3 ore
In Ticino 36 contagi e un altro decesso
Le persone ospedalizzate a causa del coronavirus salgono a 16, sei delle quali in terapia intensiva.
CANTONE
8 ore
Il monopattino è roba da grandi
I monopattini elettrici sono vietati ai minori di 14 anni. Ma spesso i genitori non lo sanno
CANTONE
8 ore
Pfizer, Moderna e l'apparenza che inganna
Il farmacista cantonale rassicura: «Un vaccino vale l'altro, come efficacia e come effetti collaterali».
LUGANO
20 ore
Ben 34 franchi per 9 ore di autosilo: «Ma non mi scandalizzo»
L'episodio diventa lo spunto per una chiacchierata sulla mobilità col futuro sindaco Michele Foletti.
CANTONE
21 ore
Anticorpi anomali coinvolti nel 20% dei decessi da Covid-19
All'importante scoperta hanno contribuito anche due ricercatori dell'EOC: Alessandro Ceschi e Paolo Merlani.
CANTONE
23 ore
Suter con la maglia UDC, Speziali: «Non è il Massimo»
Botta e risposta tra il presidente PLR Speziali e il presidente di GastroTicino che passa all'UDC
CANTONE
23 ore
«Il 9 aprile è stato un giorno molto triste»
Si è concluso il processo per il delitto di Muralto. La sentenza sarà pronunciata venerdì 1. ottobre
CANTONE
1 gior
Il permesso B? «Non è un reale domicilio»
Il Tribunale federale ha chiarito un punto importante per gli stranieri che chiedono una residenza in Ticino
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile