Rescue Media
LUGANO
23.07.21 - 15:140

Spurghi a lago, ma che cos’è quest’odorino qui?

L'ultimo inquinamento spinge i consiglieri leghisti a chiedere lumi sulle acque poco chiare che finiscono nel Ceresio

LUGANO - L’ultimo sversamento a lago di idrocarburi infiamma anche la politica. La vasta chiazza formatasi mercoledì scorso sulla superficie dell’acqua all’altezza del Lac, oltre che l’intervento dei pompieri, determina oggi la discesa in campo di nove consiglieri comunali della Lega. «Da quanto si è potuto appurare - scrivono nell’interrogazione intitolata “Idrocarburi nel Lago di Lugano” - lo sversamento proviene da un riale che raccoglie le acque chiare di tutti i quartieri a monte e sfocia davanti al Lac». 

L’interrogazione riferisce anche delle segnalazioni di diversi cittadini secondo cui il suddetto riale scaricherebbe nel Ceresio «anche rifiuti solidi come la carta, inoltre gli odori che provengono da quella zona non sono un bel biglietto da visita per i turisti che vengono a visitare la nostra bellissima città».

«Quanti scarichi di questo tipo ci sono nel lago?» chiedono i consiglieri della Lega.

Ecco le altre domande rivolte al Municipio:

1. Perché questi scarichi sono ancora in funzione e per quanto tempo lo saranno ancora?

2. Alla luce del rifacimento delle tubazioni su via Loreto e via Adamini, non era prevedibile l'incanalamento dello stesso riale nelle acque luride oppure modificarne il suo percorso per evitare disagi simili a quello di questa settimana?

3. Poco distante dal muro del lungolago che da sul porto Belvedere, abbiamo appreso di un altro canale che spurga un po' di tutto a dipendenza del periodo. Si può sapere con precisione che acque raccoglie?

4. Ogni quanto vengono fatte delle analisi sulle acque che entrano dai riali a cui facciamo riferimento? Con quale esito su sostanze e batteri?

Rescue Media
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
1 min
Incidente sull'A2: due feriti gravi
Un furgone ha tamponato un veicolo pesante che lo precedeva. Attualmente si circola su una sola corsia
CANTONE
36 min
«Il metrò Ticino è realtà, ma ci sono ancora problemi di puntualità»
Il Consiglio di Stato e la direzione FFS hanno fatto il punto sulla ferrovia nel nostro cantone. E sul suo futuro
CANTONE
1 ora
Primo caso di Omicron in Ticino
Il paziente era già stato posto in isolamento, e sono stati tracciati e sottoposti al test anche i contatti stretti
LUGANO
1 ora
Dodicimila franchi sottratti alla Fondazione
Sono i prelievi indebiti effettuati dal don Samuele Tamagni, come fa sapere il presidente della Fondazione Tamagni
CANTONE
1 ora
Molestie alla RSI, «nessuna violenza sessuale riscontrata»
Si sono concluse le indagini sulle trentanove segnalazioni giunte al Sindacato svizzero dei massmedia.
CHIASSO
1 ora
Nebiopoli non molla: «Rinunciare ora sarebbe prematuro»
Il comitato del carnevale chiassese ha deciso di continuare con la pianificazione dell'edizione 2022.
CANTONE
4 ore
I molinari: «Niente dialogo con i maldestri faccendieri dell'odio»
L'inchiesta sull'abbattimento di un'ala dell'ex Macello volge al termine. La presa di posizione dei molinari
LUGANO
5 ore
Cambio orario: ecco le novità sulla rete TPL
Su molte linee l'orario sarà leggermente adattato. È anche prevista l'introduzione di nuove fermate
CANTONE
5 ore
In Ticino 429 contagi e cinque decessi in 48 ore
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 98, con 15 nuovi ricoveri.
CANTONE
19 ore
Vaccino per partire, «ma anche per fare il bucato»
Per i non vaccinati Stati Uniti e Australia sono diventate impossibili, e la Germania invivibile.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile