Reuters
La devozione nazionalpopolare
COMANO
08.07.21 - 15:290
Aggiornamento : 19:13

La "freddura" sulla Carrà segnalata alla Corsi

Ludwig Grosa, come socio, chiede misure per il post "post mortem" pubblicato da un giornalista RSI

Il commento nel frattempo è stato cancellato e l'autore si è scusato: «Mea culpa». Ma la "scivolata" è stata messa alla berlina su Facebook dal consigliere nazionale Lorenzo Quadri

COMANO - Doveva essere una “freddura”. Ma quel “Ho come l’impressione che la Carrà stia poco bene”, che un giornalista della Rsi ha postato su Facebook poche ore dopo la notizia della morte dell’icona dello spettacolo, è finito stamattina nella casella di posta elettronica della Corsi. Un post "post mortem" che fa rumore.

La segnalazione - Ad indignarsi è Ludwig Grosa, il quale rivendica il diritto di dire la sua quale "membro della Corsi". Più propriamente è uno degli oltre tremila soci della Società cooperativa per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana. Nella sua “segnalazione/reclamo”, inviata in copia al presidente della Corsi Luigi Pedrazzini, l’ex sindaco di Bissone segnala «questo grave fatto e questo comportamento assolutamente fuori luogo» e chiede «che venga inserito nel prossimo ordine del giorno per discuterne e prendere i necessari provvedimenti».

«Mea culpa, mi scuso» - Nel frattempo, anzi nel giro di poche ore dalla pubblicazione, il post “fuori luogo” è stato eliminato dallo stesso giornalista che ha ammesso, e spiegato, l’errore: «Ieri  - ha scritto sulla sua pagina social - ho aperto FB e ho scoperto che era morta Raffaella Carrà. Praticamente 4 post su 5 erano dedicati alla sua scomparsa. Ho commesso uno sbaglio. Ho voluto sottolineare questo secondo aspetto, ma l’ho fatto con troppa leggerezza e il post mi è uscito male. Meglio non fare del sarcasmo prendendo spunto dalla scomparsa di qualcuno». E ancora: «Ci tenevo però a scusarmi con chi si è sentito infastidito dal mio post. Ripeto: niente contro la signora Carrà. Mea culpa».

Quadri rilancia - Lo “scivolone” sarebbe verosimilmente rimasto confinato nella cerchia degli amici social del giornalista, dove pure ha sollevato perplessità, se il consigliere nazionale della Lega Lorenzo Quadri non lo avesse ripreso con il commento: “Che stile, che eleganza… proprio degna di un servizio pubblico”. Scontata la berlina social. Tra i commenti più critici sotto il post di Quadri, numerosi quelli dello stesso Grosa. Da cui, a prescindere dalla segnalazione odierna, sembra evincersi che l’ex sindaco di Bissone nutra un certo astio verso il giornalista Rsi.  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
1 ora
Tensione alle stelle, rissa e partita sospesa
Doveva essere un incontro (calcistico) quello fra Semine e Locarno. Ma si è trasformato in scontro (fisico).
CANTONE
4 ore
Il terrorismo sbarca a Lugano, raccontato da chi l'ha vissuto
La figlia di Aldo Moro insieme ai colpevoli: una «giustizia riparativa» per andare avanti
MENDRISIO
16 ore
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
17 ore
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
CANTONE
19 ore
Caso Eitan: «Nessun controllo dalla Polizia cantonale»
La precisazione dopo la fuga passata dallo scalo di Agno: «Non siamo stati noi a intervenire»
CANTONE / BERNA
19 ore
«Noi donne non rendiamo meno degli uomini. Nè sul lavoro, nè a casa»
Sindacati e organizzazioni femministe a Berna contro la riforma dell'AVS.
LUGANO
1 gior
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
1 gior
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
1 gior
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
1 gior
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile