tipress
CANTONE
05.07.21 - 11:090
Aggiornamento : 15:50

Il dottore "dissidente" ha un'associazione

Dopo la sospensione dall'ordine dei medici, Roberto Ostinelli torna a far sentire la sua voce

MENDRISIO - Roberto Ostinelli non piega la testa. Il dottore di Mendrisio torna a far parlare di sé, dopo la decisione di sospensione dall'Ordine dei medici a febbraio. Con un comunicato odierno, il medico ha annunciato di avere creato un'associazione «per garantire la libertà di pensiero». 

«La nostra società è sempre più polarizzata, divisa, e manipolata da pensieri unici dominanti» scrive Ostinelli nel comunicato. A cinque mesi dal provvedimento adottato nei suoi confronti, l'internista punta ancora una volta il dito contro il «pensiero dominante» e la «censura» delle autorità sanitarie e dei media. 

«La situazione creatasi col Covid19 ha palesemente dimostrato la limitazione del dibattito scientifico. L’espressione delle critiche e l’uso della logica scientifica contro l'opinione istituzionale e mediatica è diventata sempre più difficile» scrive ancora Ostinelli, che rievoca la propria vicenda come esempio. «Tanti medici come me, che hanno osato avanzare opinioni diverse sostenute comunque da studi scientifici, sono stati presi di mira».

La frecciata è diretta all'Ordine dei medici. Ma non solo. «Questo avviene non solo in ambito sanitario, ma in ogni tematica globale. La mediatizzazione e la polarizzazione delle informazioni stanno influenzando addirittura la pluralità del dibattito scientifico. E questo è molto grave, soprattutto quando la manipolazione va a ledere i diritti e le libertà dell'essere umano».

L'associazione fondata nelle scorse settimane da Ostinelli si chiama ARCA21, acronimo per Associazione per la Responsabilità e la Cooperazione Attiva. Opera - si legge nel comunicato - in diversi settori, dall'agroalimentare al sanitario, dall'economia all'educazione. L'obiettivo «creare una comunità che opera per l'indipendenza del pensiero e dell'azione, sostenendo la realizzazione personale di ogni suo membro». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
27 min
Il permesso B? «Non è un reale domicilio»
Il Tribunale federale ha chiarito un punto importante per gli stranieri che chiedono una residenza in Ticino
FOTO
CANTONE
1 ora
Un expo virtuale ticinese, una prima mondiale
Ated-ICT Ticino e il partner ADVEPA hanno lanciato un progetto all'avanguardia per le aziende ticinesi
CANTONE
1 ora
La difesa: «L’imputato ha già pagato»
L’avvocato Ravi ha chiesto una condanna per omicidio colposo e la scarcerazione immediata.
FOTO
ASCONA
2 ore
New Orleans e Ascona, il gemellaggio celebrato da un'opera di street art
Realizzato da due sorelle valmaggesi, il dipinto verrà presentato questo sabato a suon di jazz e... jambalaya
CANTONE
3 ore
Ha ucciso per soldi? «Non è credibile»
Il processo per il delitto di Muralto del 9 aprile 2019 si è oggi riaperto con l’arringa difensiva
CANTONE
3 ore
Meno ricoverati e casi in Ticino, ma c'è un altro morto
Stabili i positivi, oggi 26. Non ci sono nuove quarantene di classe.
CANTONE
4 ore
Sui controlli dei Certificati Covid, USI e SUPSI si spaccano
Da uno scambio di note interne emerge lo scetticismo del rettore dell'USI per la "via" imboccata dalla SUPSI
CHIASSO
5 ore
Una serata test in vista di Nebiopoli
Sabato al Palapenz si terrà un "evento di test" per capire come potrà essere organizzata l'edizione 2022 del carnevale.
MURALTO/ LUGANO
6 ore
Bocche cucite sui test non fatti sul corpo della vittima
Processo per il delitto in hotel: il giudice Ermani aveva "bacchettato" il medico legale. Nessuno al momento replica.
LUGANO
7 ore
«Io non giocherò più al calcio, ma ti spacco la faccia»
Torna la violenza nel calcio regionale. Ma l'origine del male risale a tanti anni fa.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile