Credit Suisse
Da sinistra Filippo Tami, direttore di Croce Verde Lugano, e Mauro Prada, responsabile Area di Mercato Lugano di Credit Suisse.
LUGANO
01.07.21 - 11:580

Credit Suisse sostiene la Croce Verde di Lugano

L'istituto ha donato un assegno di duemila franchi al direttore del servizio ambulanze.

LUGANO - Recentemente Mauro Prada, responsabile dell’Area Luganese di Mercato di Credit Suisse, ha consegnato un assegno di duemila franchi a Filippo Tami, direttore di Croce Verde Lugano. Con questa donazione il team di collaboratori vuole sostenere un ente che soprattutto durante la pandemia ha svolto un lodevole servizio a favore della popolazione. «Croce Verde Lugano svolge un ruolo fondamentale negli interventi di soccorso, assicurando – grazie all’instancabile lavoro di numerosi volontari – il trasporto di malati e infortunati e offrendo alla popolazione assistenza medica e dentaria», sottolinea Prada. «Durante l’emergenza pandemica il loro servizio è stato particolarmente sollecitato, motivo per cui abbiamo deciso di sostenere la loro attività con il nostro dono».  

Ovviamente soddisfatto anche il direttore della Croce Verde. «È un’inaspettata e piacevole sorpresa che ci permette di continuare a offrire alla popolazione il nostro consueto servizio. Esprimiamo i nostri sentiti ringraziamenti alla direzione e ai collaboratori di Credit Suisse nel Luganese per il loro apprezzato gesto».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 2 mesi fa su tio
Ahhh, se almeno la cifra fosse stata proporzionale all'assegno che hanno in mano... Speriamo nella prossima volta.
Tato50 2 mesi fa su tio
@vulpus Con tutte le multe che hanno preso, l’ultima ancora di qualche centinaio di milioni, se hanno ancora in cassa quei soldi è già record ;-))
Cane93 2 mesi fa su tio
Si sono sprecati…
URS 2 mesi fa su tio
Bene ma per una Banca che gudagnano milioni potevano benissimo aggiungere uno zero
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
31 min
«Hanno lanciato sassi, per questo gli agenti hanno sparato»
Il Comandante della polizia di Lugano: «Tutta l'operazione si è svolta nel rispetto delle norme di proporzionalità».
CANTONE
2 ore
Semine e Locarno, nessun arbitro per tre settimane
La Commissione arbitrale della FTC ha deciso che non invierà fischietti fino al 10 ottobre.
FOTO
LOCARNO
5 ore
Tutto il Fevi in piedi per la “sua” Loredana
Un fortissimo e caloroso abbraccio ha stretto il pubblico locarnese alla cantante.
BELLINZONA
8 ore
Tensione alle stelle, rissa e partita sospesa
Doveva essere un incontro (calcistico) quello fra Semine e Locarno. Ma si è trasformato in scontro (fisico).
CANTONE
10 ore
Il terrorismo sbarca a Lugano, raccontato da chi l'ha vissuto
La figlia di Aldo Moro insieme ai colpevoli: una «giustizia riparativa» per andare avanti
MENDRISIO
23 ore
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
23 ore
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
CANTONE
1 gior
Caso Eitan: «Nessun controllo dalla Polizia cantonale»
La precisazione dopo la fuga passata dallo scalo di Agno: «Non siamo stati noi a intervenire»
CANTONE / BERNA
1 gior
«Noi donne non rendiamo meno degli uomini. Nè sul lavoro, nè a casa»
Sindacati e organizzazioni femministe a Berna contro la riforma dell'AVS.
LUGANO
1 gior
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile