Deposit
CANTONE
30.06.21 - 06:000

Asili chiusi? Il calo nascite non si fa (ancora) sentire

I numeri delle SI indicano una certa stabilità, anche se il problema in alcune regioni più periferiche esiste

Rezio Sisini, capo della Sezione delle scuole comunali del DECS: «Una soluzione è quella di costituire istituti scolastici unici che comprendono diverse sedi diffuse sul territorio. Questo attraverso l'accordo tra Comuni limitrofi»

BELLINZONA - In Ticino si svuotano le culle, ma non gli asili. I 2506 nati del 2020 confermano che ormai si è ben lontani dalle nascite che tra il 2010 e il 2015 sfioravano regolarmente le tremila unità. Quanto e come questo calo impatti sul sistema scolastico è discussione ancora aperta. Di recente c’è stata notizia di due scuole dell'infanzia (SI) a rischio in Valle Onsernone e Lavizzara, mentre nel quartiere del Bertaccio a Lugano è stata invece lanciata una petizione contro la chiusura di una delle due sezioni di SI.

Tutti i numeri - Sarebbe tuttavia sbagliato concludere che siamo alla vigilia di chiusure in serie. «La tendenza - afferma Rezio Sisini, capo della Sezione delle scuole comunali presso il DECS - è a una certa stabilità». Nell’anno scolastico che si è appena chiuso le 419 sezioni di SI operative in Ticino hanno accolto 8.072 allievi. Una sezione in meno rispetto alle 420 dell’anno scolastico 2019-20, ma 419 erano anche nel 2018/19. Numeri costanti si trovano anche nelle Scuole elementari con 820 sezioni per 14.652 allievi (a.s. 2018/19); 813 sezioni per 14.398 allievi (2019/20) e 825 sezioni per 14.434 allievi (2020/21).

Uno sguardo a settembre - Una stabilità che per le scuole dell’infanzia, complessivamente, sarà mantenuta anche con la riapertura a settembre: «Per il prossimo anno si prevede la soppressione di quattro sezioni di SI e la costituzione di due nuove sezioni (saldo negativo di due)». Secondo Sisini si tratta di «fluttuazioni normali che abbiamo tutti gli anni. Può succedere che sezioni vengano chiuse per un anno o due, poi si riaprono. Diversa la situazione per quelle regioni dove c’è una costante diminuzione del numero di allievi che è abbondantemente sotto il minimo stabilito dalla legge (13 allievi)».

Le soluzioni allo studio - Per ovviare al calo d'iscritti che può presentarsi soprattutto nelle zone più discoste dai centri non esistono ricette magiche. Anche se asili e scuole elementari sono comunali, le soluzioni impegnano il Cantone: «Durante gli anni sono stati sviluppati diversi progetti per permettere ai bambini di operare in situazioni pedagogico-didattiche adatte all’apprendimento; sono soluzioni temporanee in quanto i progetti sono legati al numero e alla tipologia di allievi. Un soluzione preconizzata dal Cantone è quella di costituire istituti scolastici unici che comprendono diverse sedi diffuse sul territorio e che possono essere frequentate da tutti gli allievi del comprensorio scolastico; questo attraverso l’accordo tra i Comuni limitrofi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
CANTONE
7 ore
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
14 ore
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
CANTONE
14 ore
Covid di venerdì 17: altri 29 casi e una nuova quarantena a scuola
Non si registrano ulteriori decessi. I pazienti Covid scendono a 19.
LUGANO
15 ore
Tram-treno: pubblicato il nuovo bando di concorso
Quello precedente era stato annullato a seguito di due ricorsi accolti da Tribunale cantonale amministrativo
MANNO/ LOCARNO
18 ore
Ecco perché questi studenti non si vaccinano
Alla SUPSI è in corso una rivolta silenziosa. Una raccolta firme contro il Certificato Covid. Le voci dei protagonisti.
LUGANO
19 ore
Stragi, killer e vite blindate (e non): parla Michele Santoro
Il famoso giornalista italiano sarà ospite questa sera all'Endorfine Festival di Lugano. Lo abbiamo intervistato.
CANTONE
1 gior
Vaccinazione, future mamme preoccupate
L'Eoc è confrontato con i dubbi delle donne in dolce attesa. Il primario Papadia fa chiarezza
LUGANO
1 gior
Un centro tamponi nel parcheggio del Casinò
La casa da gioco offre la possibilità di effettuare un test a tutti i suoi clienti che non dispongono del certificato.
CANTONE
1 gior
Le 24 misure del PS per trasformare il Ticino
Il progetto intende contribuire a costruire un Cantone «inclusivo, sostenibile e accogliente».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile