Foto GJ
BELLINZONA
23.06.21 - 17:070
Aggiornamento : 18:03

«Quei furgoni sporgono e gli agenti non multano»

Arriva in Consiglio comunale la petizione con cui l'ex politico chiede di sanzionare il Municipio e la Polcom

Dopo duecento segnalazioni Giancarlo Jorio perde del tutto la pazienza: «I poliziotti nei loro rapporti omettono di indicare la reale sporgenza del veicolo dalla demarcazione, sviano la giustizia e falsano atti ufficiali»

BELLINZONA - «Non è un problema di lana caprina» sostiene l’ex municipale di Giubiasco Giancarlo Jorio. Di sicuro è una questione di centimetri, parecchi sostiene lui, misurati sui veicoli che sporgono dalle demarcazioni del posteggio pubblico di via Ada Martinoli.

E pubblica è la denunzia che verrà discussa in occasione del prossimo Consiglio comunale della città, convocato per il 30 giugno. All’ordine del giorno, trattanda numero 14, è stata messa la petizione con cui Jorio chiede che il Municipio di Bellinzona e il comandante della polizia comunale siano «richiamati agli obblighi di ossequio delle leggi dello Stato e adeguatamente sanzionati».

A monte della bega ci sono circa duecento segnalazioni, «documentate con foto», che l’ex municipale ha inoltrato alla polizia nell’ultimo triennio. La stragrande maggioranza riguardano furgoni posteggiati sugli stalli che per dimensione sono specificatamente destinati a piccole utilitarie.

Secondo quanto si legge nella petizione trasmessa ai consiglieri comunali, «la Polcom di Bellinzona continua a mandare agenti a constatare le infrazioni al posteggio pubblico» segnalate da Jorio, ma gli agenti trascurerebbero (il condizionale è nostro) di «stendere una contravvenzione per l’infrazione dell’79 cpv. 4 OSS, sanzionabile giusto OMD art.253 a,b,c e contemporaneamente redigono rapporto omettendo le indicazioni corrispondenti alla realtà dei fatti constatati, più precisamente non indicando la reale sporgenza del veicolo dalla demarcazione, motivo della richiesta d’intervento, sottraendo prove, di fatto sviando la giustizia e falsando atti ufficiali». E il Municipio che c’entra? Parrebbe condividere, dice Jorio, «giacché da anni informato, non interviene con tempestività per sradicare un fatto che potrebbe anche assumere aspetti di rilevanza penale».

Al Consiglio comunale trovare le giuste misure.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
RIVERA
2 min
La Lega si riorganizza, ma c'è di mezzo la variante
L'appuntamento doveva tenersi questa domenica al Centro istruzione della Protezione civile
POSCHIAVO (GR) / SVIZZERA
1 ora
Valposchiavo fra i migliori borghi turistici del mondo
L'Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT) ha accolto tutte le tre candidature presentate dalla Svizzera.
BELLINZONA
6 ore
Niente Rabadan nel 2022
Lo ha deciso ieri sera il Comitato, prendendo atto della «preoccupante evoluzione della situazione pandemica»
CANTONE
7 ore
In Ticino 160 nuovi contagi e altre cinque classi in quarantena
Negli ospedali ticinesi si contano attualmente 64 pazienti Covid, di cui otto in cure intense
RIAZZINO
19 ore
Il Vanilla si ferma dopo appena due mesi
La discoteca più grande della Svizzera abbassa di nuovo la serranda. La causa è sempre la stessa
LUGANO
23 ore
«Sempre più solo, così il prete cede al sesso»
Torna d'attualità il celibato obbligatorio tra i sacerdoti cattolici. Il teologo Alberto Bondolfi lo abolirebbe.
CANTONE
1 gior
Con la mascherina già dalla quarta elementare
Il Consiglio di Stato ha comunicato ai Comuni di voler introdurre la misura a partire da lunedì.
CANTONE
1 gior
Test ripetuti nelle scuole? «I laboratori sarebbero in difficoltà»
Ecco il parere ticinese sulle misure anti-coronavirus che il Consiglio federale ha messo in consultazione
LUGANO
1 gior
Ex Macello, di nuovo interrogata Karin Valenzano Rossi
La municipale ha risposto oggi alle domande dell'avvocato degli autogestiti Costantino Castelli.
CANTONE
1 gior
Le quarantene di classe salgono ancora: ce ne sono altre 12
Anche il Ticino deve fare i conti con la quinta ondata. Mai così tanti casi giornalieri dal 6 gennaio scorso a oggi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile