tipress
CADENAZZO
17.06.21 - 06:000
Aggiornamento : 08:16

«Meglio le prostitute dei militari»

L'incendio al Monna Lisa frutto «dell'abbandono deciso dal Cantone». Parla (con rabbia) l'ex proprietario Fässler

CADENAZZO - Le luci rosse si sono riaccese per una notte in quel di Cadenazzo: erano le fiamme di un incendio scoppiato martedì sera nell'ex postribolo Monnalisa. A causare il rogo, attorno alle 22, è stata un'esercitazione militare: un portavoce dell'esercito svizzero ha confermato a tio.ch/20minuti che nei locali abbandonati si stava svolgendo un addestramento delle forze speciali di Isone.

Chiuso nel 2012 nell'ambito dell'operazione Domino, il Monnalisa da tre anni allora ospita «regolarmente» esercitazioni militari. «Questo era uno dei locali più belli del Ticino, è un vero peccato vederlo ridotto così» racconta l'ex proprietario Gilbert Fässler. «La zona è discosta e le prostitute non recavano fastidio a nessuno». 

L'immobile, gravato da ipoteca, è andato all'asta nel 2019. Base: 740mila franchi. Ma nessuno si è presentato. «Il problema è l'opposizione ferrea del Cantone a concedere l'autorizzazione all'esercizio in questo comparto» prosegue Fässler. Nel corso degli anni si è fatta avanti anche la Segreteria di Stato per la migrazione (Sem), che ha valutato - poi cestinato - l'ipotesi di realizzarvi un centro per richiedenti asilo.

Nel 2018 l'ultimo tentativo, da parte dei proprietari, di scorporare l'attività del ristorante (quello che ieri è andato a fuoco) dalle 23 camere destinate alle prostitute. La domanda di costruzione però non è andata in porto «sempre per la contrarietà di Bellinzona» lamenta Fässler. «Eppure si tratta di una proprietà fuori zona, molto più adatta alle luci rosse rispetto alle zone commerciali e industriali, per non parlare degli appartamenti». 

Che proprio la presenza del vicino centro militare del Ceneri abbia giocato un ruolo? Una vicinanza giudicata forse rischiosa, o inopportuna. Fatto sta che - conclude l'ex proprietario con rammarico - le autorità «hanno preferito che un'attività imprenditoriale lasciasse il posto al degrado e alle esercitazioni militari. E questo è il risultato». Un incendio che segna la fine della storia del Monna Lisa. O la sua palingenesi, chissà.  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
PONTE CHIASSO
9 ore
Ricercato per omicidio, in manette
Un cittadino russo è stato fermato mentre lasciava il Ticino, spacciandosi per greco
CANTONE
11 ore
Vota Merlani! «Smentisco»
Il medico cantonale sgombera il campo dalle voci che lo danno in corsa per il 2023
CANTONE
13 ore
I vaccinati in cliniche e ospedali? Il dato sarà pubblico
Dal prossimo 1. agosto è prevista la pubblicazione sulla pagina dell'autorità sanitaria ticinese
FOTOGALLERY
RIVA SAN VITALE
14 ore
Il tempo così così non li ha fermati
Traversata del Ceresio: in 120 si sono tuffati questa mattina a Riva San Vitale
CANTONE / URI
16 ore
Anche oggi sull'A2 si sta in coda
Traffico verso sud, con attese al portale nord del San Gottardo e al valico di Chiasso-Brogeda
FOTO
CADENAZZO
1 gior
Scontro tra due veicoli: danni e disagi al traffico
L'incidente è avvenuto questo pomeriggio attorno alle 17
CANTONE / URI
1 gior
«Il giorno con meno ore di coda è il martedì»
Il traffico dei vacanzieri è tornato al livello pre-pandemia, al San Gottardo ma anche alla frontiera
CANTONE
1 gior
Maltempo: in vista un pomeriggio e una serata di allerta 3
Su tutto il territorio si prevedono temporali stazionari con possibile grandine, forte vento e caduta di fulmini.
CHIASSO
1 gior
La lenta (e congestionata) marcia verso sud
Lunghe colonne tra Mendrisio e Chiasso e verso il Ticino in questo inizio di fine settimana.
LOCARNO
2 gior
Clinica Santa Chiara: Swiss Medical Network estromesso dal CdA
Fuori il CEO del gruppo Dino Cauzza. Lo comunica la parte lesa stessa.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile