tipress
CANTONE
09.06.21 - 23:380
Aggiornamento : 10.06.21 - 06:37

Mascherine, a quando l'addio? «Presto ne sapremo di più»

L'infettivologo Christian Garzoni sottolinea come anche i vaccinati siano potenziali vettori del virus.

Nonostante ciò si prevedono presto allentamenti degli obblighi: «Stiamo a vedere cosa proporrà Berna»

LUGANO - L'estate e i vaccini giocano a nostro favore. I contagi in Ticino sono sempre più bassi, tanto che in lontananza si sente odore di normalità.

«Sono settimane molto positive», conferma l'infettivologo Christian Garzoni ai microfoni di Radio Ticino. «Abbiamo vaccinato tante persone e la popolazione risponde bene alla vaccinazione. Per fortuna i numeri sono bassissimi. Alla clinica Moncucco abbiamo avuto diversi giorni senza nemmeno un paziente ricoverato. Adesso sono un paio», prosegue.

Dati molto buoni, anche paragonati a quelli nel resto del Paese: «Il famoso indice R0 è sceso nettamente sotto l'1 e il canton Ticino è quello in Svizzera con meno casi per 100mila abitanti», spiega il medico.

Proprio questo sapore di normalità fa sì che ci si chieda per quanto ancora si dovrà tenere la tanto odiata mascherina. In questo senso Garzoni è cauto: «Anche se si è vaccinati si può trasmettere il virus, seppur con meno possibilità rispetto a chi non ha fatto il vaccino. In ogni caso si è ancora pericolosi per gli altri. Sulla base di questi aspetti, i vari Governi stanno prendendo delle decisioni per allentare gli obblighi delle mascherine».

Insomma, bisogna attendere del tempo: «La Confederazione non ha dato ancora direttive chiare in questo senso, ma è evidente che nelle prossime settimane/mesi ci sarà un graduale allentamento degli obblighi. Stiamo a vedere cosa ci proprorrà Berna».

Nel frattempo la medicina fa passi avanti e in Ticino sono approdati i noti farmaci monoclonali. Garzoni ne ribadisce l'utilizzo: «Sono anticorpi mirati contro il virus. L'obiettivo è di darli alle persone che corrono il rischio di andare incontro a un decorso grave della malattia. Vanno somministrati unicamente nei primi 5 giorni di malattia».

Per questo, chi ha sintomi riconducibili al Covid è invitato a farsi testare: «Chi è sovrappeso, soffre di pressione alta, ha problemi ai reni, soffre di diabete o ha un sistema immunitario debole, può usufruire di questa arma in più».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 3 mesi fa su tio
Ma una persona sana o vaccinata può trasmettere il virus? Nessuno ha mai detto nulla in merito, con dati scientifici incontestabili alla mano.Possibile che con tutta la scienza mobilitata , i vaccini sviluppati a tempo di record , non si sia ancora verificata questa cosa? E come mai ,invece di continuare a proporre tamponi, non si sviluppa un test per la verifica degli anticorpi presenti, test veloce da eseguire con risultato immediato?
pillola rossa 3 mesi fa su tio
Evviva, finalmente non si deve più portare la mascherina all'aperto! Ah, già, era già così... Ridi-cul!
Ro 3 mesi fa su tio
Anche a me da fastidio la mascherina ma .... La prudenza in questo delicato momento è d’obbligo. È una questione di buon senso. Possiamo andare quasi ovunque e fra poco anche in vacanza ma le percentuali di vaccinati nei paesi non arrivano neppure al 50%. Questo dovrebbe farci riflettere. Le autorità ci stanno venendo in contro e ora dobbiamo essere noi a dimostrare di essere responsabili e usare la mascherina in alcune situazioni. La vedo così, giusto o sbagliato che sia.
pillola rossa 3 mesi fa su tio
@Ro "A Zugo, ad esempio, nove residenti di una casa anziani sono stati contagiati nel febbraio 2021. Cinque di loro avevano ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer/Biontech due settimane prima. Ma questo non li ha protetti. In diverse case di cura tedesche si contano episodi simili. A Berlino, circa 20 residenti vaccinati e 11 infermieri non vaccinati sono stati infettati"
Mattiatr 3 mesi fa su tio
@pillola rossa Non so se ne capisci molto del virus e del vaccino, sicuramente molto più di me. Io ho fatto il covid senza nemmeno accorgermene, difatti quando il test è risultato positivo nemmeno ci credevo. In ogni caso sapresti dirmi se facendo il vaccino si è lo stesso vettori del virus? Perché chiaramente se il vaccino serve solo a ridurre i sintomi, nel mio caso non serve, quindi malgrado tutti gli appelli in tele e sui giornali possiamo permetterci di far risparmiare qualche centesimo alla confederazione (questo anche per altri nella mia situazione ovviamente).
SteveC 3 mesi fa su tio
Via da subito per chi ha il certificato! Sarebbe discriminante per chi? Di certo anche doverla continuare a portare per i vaccinati lo è.
GreenPick 3 mesi fa su tio
In tutto il mondo si stanno togliendo le mascherine per i vaccinati e qui il nostro luminare vorrebbe mantenerle... vabbe....
pillola rossa 3 mesi fa su tio
Siamo in ritardo rispetto allo scorso anno
Um999 3 mesi fa su tio
Grande questo medico, se fosse per lui sarebbe meglio se vivessimo dentro il suo ospedale, saremmo protetti da tutto e tutti, beh certo l’unico neo, che avrebbe un costo giornaliero che lui (pur troppo) sarebbe costretto a fatturare… ma detto questo… saremmo eterni…. Almeno fino al giorno x … non gli ho sentito dire in tutti questi mesi due parole in fila positive sul futuro per ritornare alla normalità. Se qualcuno può smentirmi.
pillola rossa 3 mesi fa su tio
@Um999 Così si acquistano le cliniche al prezzo più basso
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
4 ore
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
5 ore
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
CANTONE
7 ore
Caso Eitan: «Nessun controllo dalla Polizia cantonale»
La precisazione dopo la fuga passata dallo scalo di Agno: «Non siamo stati noi a intervenire»
CANTONE / BERNA
7 ore
«Noi donne non rendiamo meno degli uomini. Nè sul lavoro, nè a casa»
Sindacati e organizzazioni femministe a Berna contro la riforma dell'AVS.
LUGANO
14 ore
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
14 ore
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
14 ore
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
1 gior
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
CANTONE
1 gior
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
1 gior
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile