Immobili
Veicoli
tipress
CANTONE
09.06.21 - 14:270

Penuria nelle cure: il piano del governo

In Ticino mancano operatori socio-sanitari. Decs e Dss vogliono puntare sulla formazione di personale residente

BELLINZONA - Un piano quadriennale, per sopperire alla mancanza cronica di personale "indigeno" nel settore socio-sanitario. Lo ha avallato oggi il Consiglio di Stato, licenziando un messaggio proposto da Decs e Dss.

Il piano ProSan 2021-2024 costituisce «una risposta concreta alla necessità di accrescere la formazione di operatori residenti in Ticino nelle professioni sociosanitarie» si legge in una nota di Palazzo delle Orsoline. Una sfida sempre più importante, visto l'invecchiamento della popolazione. 

In Ticino esiste una «penuria di professionisti in tutti gli ambiti delle cure» ricorda il Consiglio di Stato. Le cause sono «l'invecchiamento della popolazione, la sempre maggiore complessità delle esigenze di cura, l'elevata percentuale di abbandoni e un numero ancora insufficiente di diplomati residenti». 

Il piano, definito sulla base di proposte elaborate dall’Osservatorio sulle professioni e prospettive professionali nel settore sociosanitario, con tre ambiti prioritari d’azione.  

Il primo, di ordine finanziario, prevede il sostegno alle persone in formazione mediante l’allineamento e l’adeguamento delle indennità formative degli studenti delle scuole specializzate superiori (SSS) e SUPSI, e l’introduzione di un nuovo assegno di formazione terziaria che, in maniera analoga all’attuale assegno di riqualificazione previsto dalla Legge sugli aiuti allo studio, permette la copertura del minimo vitale durante la formazione là dove vi è necessità. Allo stesso tempo vengono adeguate anche le indennità percepite durante gli stage formativi degli allievi e delle allieve della Scuola specializzata per le professioni sanitarie e sociali (SSPSS).  

Il secondo ambito d’azione, di ordine organizzativo e strategico, stabilisce l’entrata in funzione dell’Unità di coordinamento degli stages sociosanitari, così come l’obbligo formativo per gli enti sociosanitari, nonché l’introduzione di un riconoscimento finanziario agli enti formativi e l’ampliamento dell’attuale centro di simulazione situato al Centro professionale sociosanitario medico-tecnico di Lugano.  

Il terzo ambito, infine, prevede il consolidamento e la promozione di progetti e misure già in atto nelle unità amministrative e negli enti sociosanitari tesi a scoraggiare l’abbandono professionale, nonché utili a favorire il rientro professionale di chi ha lasciato il settore in questione.  

Il costo finanziario a regime dal 2024 è stimato tra 4,9 e 6,6 milioni di franchi annui. Ma il costo definitivo dipenderà dalle scelte del Consiglio di Stato sulle indennità riconosciute agli allievi susseguenti all’adozione delle modifiche legislative cantonali e al contributo della Confederazione previsto dal controprogetto indiretto all’iniziativa popolare federale “Per cure infermieristiche forti”, il cui voto finale alle Camere federali è previsto il 18 giugno 2021. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
PURA / CASLANO
3 ore
Scontro tra più auto: due feriti, di cui uno grave
È successo questa mattina poco prima delle 11 in via Colombera a Pura
CANTONE
6 ore
In Ticino aumentano i ricoverati e c'è un nuovo decesso
Salgono i pazienti Covid ospedalizzati a causa del virus, ora 163, di cui 17 in cure intense.
CANTONE
1 gior
1348 nuovi positivi e un decesso in Ticino
Sono 158 i pazienti ricoverati, 16 dei quali si trovano in cure intense
AIROLO
1 gior
Sorpasso nel tunnel del San Gottardo, automobilista condannato
Un cittadino degli Emirati Arabi è stato sanzionato per la manovra compiuta lo scorso 24 novembre
LUGANO
1 gior
Davide Enderlin a processo
L'ex consigliere comunale luganese è stato rinviato a giudizio e dovrà rispondere di illeciti per oltre 3 milioni
ARBEDO-CASTIONE
1 gior
Il Motel Castione affonda schiacciato dall'Iva
Negli scorsi giorni la società ha depositato i bilanci, oggi lo stop intimato dal Cantone
CANTONE
1 gior
Ecco i prossimi radar, molti nel Luganese
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 24 al 30 gennaio
CANTONE
2 gior
Mancata riscossione dell'IVA: «Non devono essere i conducenti a risarcirla»
L'invio di un complemento di fattura dopo circa cinque anni ha fatto storcere il naso a molti.
FOTO
LUGANO
2 gior
«Ringrazio tutto il personale sanitario»
Il presidente della Confederazione ha parlato con i medici e gli infermieri in prima linea nella lotta al Covid-19.
CANTONE
2 gior
«Bene gli applausi agli infermieri, ma diamogli anche 6'000 franchi»
L'MPS ha presentato una serie di emendamenti al Preventivo 2022 focalizzati su sanità, dumping e disoccupazione
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile