Keystone
CANTONE
25.05.21 - 06:000

Sconvolto il mercato del legno: «Ormai è merce rara»

È la materia prima più richiesta del momento. Ma le falegnamerie locali soffrono prezzi da capogiro e ritardi infiniti.

Con un’offerta messa in crisi dal virus portare avanti l’attività è più faticoso che mai.

BELLINZONA - Il legno. Un materiale ecologico, di recente tornato sulla cresta dell’onda. Un settore, quello dell’artigianato del legno, che, però, è ora vittima del suo stesso successo. Con una domanda in crescita esponenziale e un buco nelle riserve risultante dalla pandemia, l’offerta non riesce a tenere il passo. Una situazione che, nell’ultimo mese, è decisamente sfuggita di mano, con prezzi del legname saliti alle stelle e tempi di consegna decuplicati. E le conseguenze si riverberano sulle falegnamerie locali e sulla clientela.

Riserve esaurite - «Durante l’ultimo anno», spiega Eugenio Rondini, proprietario della Falegnameria Rondini SA di Biasca, «le produzioni sono state rallentate dal diffondersi del virus, e i grandi fornitori di tutta Europa hanno dato fondo alle loro riserve». Nel frattempo, chiarisce in un comunicato l’Associazione svizzera fabbricanti mobili e serramenti, «la forte crescita economica in Cina e l’aumento delle esportazioni dall’Europa verso gli Stati Uniti hanno creato un’elevata domanda di legno e di prodotti derivati dal legno», rendendolo «ormai merce rara».

Il picco - Secondo l’associazione di categoria, dal mese di marzo «la situazione è peggiorata in maniera massiccia», con rincari di prezzo arrivati a toccare il 60%. Allo stesso modo, i tempi di consegna, che in tempi normali si aggirano intorno a una-due settimane, spaziano ora tra le dieci e le quattordici.  

Preventivi e prezzi - Le repentine fluttuazioni nei prezzi e i continui ritardi nelle forniture rendono il lavoro di falegnami e architetti decisamente più complesso, e l’attività molto meno redditizia. Il problema, sottolinea Rondini, è che quando si tratta di opere in legno, si fa sempre un preventivo, e con un anticipo di mesi. «E noi non possiamo chiedere al cliente, al momento della consegna, un prezzo più alto del 10% di quanto era stato proposto originariamente. Finché si parla di due, tre punti percentuali ancora ancora, ma così è troppo». Rondini fa dunque pagare l’importo inizialmente concordato, pur rimettendoci di tasca sua: «Non posso pretendere una tale comprensione da parte della clientela, però è chiaro che sulla quantità va a incidere». Per i nuovi acquirenti il settore sta ora adattando le condizioni contrattuali, specificando che i prezzi sono variabili in base all’andamento della situazione di mercato.  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
5 ore
Fischi a Valenzano Rossi: il PLR Lugano li condanna «fermamente»
La sezione cittadina ha espresso «massima solidarietà» alla municipale contestata il 1° d'agosto.
LUGANO
8 ore
«Non la prendo sul personale»
Karin Valenzano Rossi fischiata in piazza Riforma si toglie qualche sassolino dalla scarpa
LOCARNO
10 ore
Ci mancavano le zanzare
Dopo gli allagamenti è boom nel Piano di Magadino. La Confederazione ha inviato una missione insetticida
URI / CANTONE
12 ore
Più di due ore per superare il San Gottardo
Al portale nord della galleria sono stati raggiunti i 16 chilometri di coda, a quello sud si è arrivati a sette
LUGANO
13 ore
«Ci danno degli imbecilli, ma ciò dice più di loro che di noi»
Per gli organizzatori, la "cifolata" di ieri è stata un successo. E non solo per la presenza dei molinari.
FOTO
ITALIA
15 ore
L'A9 diventa un lungo cantiere, Como a rischio collasso
Le prossime settimane saranno di sofferenza per chi viaggia, sia in direzione sud che nord.
CANTONE
15 ore
Un'altra settimana di maltempo
Piccole parentesi di sole, molte di pioggia.
CANTONE
17 ore
Ottanta positivi in 72 ore
Dal decesso di giovedì non si registrano nuove vittime a causa del virus
FOTO
LUGANO
18 ore
Raccolta una montagna di occhiali usati
L'iniziativa del Lions Club Lugano è stata un successo: «Le 9'517 paia raccolte vanno oltre ogni più rosea aspettativa».
LUGANO
18 ore
L'eco dei "cifolatori" di Piazza Riforma
L'inedita cornice di fischi durante l'allocuzione di Karin Valenzano Rossi non ha mancato di generare reazioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile