tipress
CANTONE
21.05.21 - 07:470
Aggiornamento : 11:26

Oltre confine con il formulario (ma nessuno lo sa)

Per recarsi nel Belpaese oltre al tampone occorre annunciarsi al Ministero della salute. Quanti in Ticino lo fanno?

Le agenzie di viaggio: «Occorre armarsi di pazienza. Procedura complessa e non tutti ne sono al corrente»

LUGANO - Non solo il tampone o test antigenico (negativo) da fare al massimo 72 ore prima della partenza. Per entrare in Italia dai paesi Schengen - Svizzera compresa - da settimana prossima occorre espletare anche una procedura online, assai meno conosciuta ma altrettanto obbligatoria. 

Pochi lo sanno. Nelle farmacie e nei centri medici presi d'assalto l'informazione è passata in sordina, o non è passata proprio. E anche le autorità federali e cantonali hanno tralasciato il dettaglio, nelle recenti conferenze stampa: forse perché l'Italia, dei paesi confinanti con la Svizzera, è l'unico al momento ad avere introdotto il requisito.

La questione interessa in particolar modo il Ticino, dove da alcuni giorni è scattata la corsa ai test per viaggiare oltre confine. I vacanzieri più scrupolosi hanno potuto scoprire il processo di registrazione sul sito internet del Ministero della salute italiano. Da qui vengono rimandati al portale di tracciamento dei viaggiatori (dPLF, Passenger Locator Form) dell'Unione Europea, dove possono selezionare il paese di destinazione: l'Italia al momento è l'unico nella lista, come detto.

«È una procedura che richiede una certa pazienza, perché nei primi giorni il portale è stato verosimilmente sovraccaricato di richieste da tutto il mondo» sottolinea Davide Nettuno, portavoce per il Ticino di Hotelplan. Le agenzie di viaggi informano puntualmente i clienti su questa come su altre procedure. «La gente le conosce poco e fatica a destreggiarsi nella giungla delle disposizioni, spesso espresse in un linguaggio burocratico o poco chiaro» osserva l'esperto. «Tantissime persone si rivolgono a noi anche per viaggi che un tempo avrebbero organizzato da soli, anche solo per prendere un volo low-cost. Da consulenti di viaggio stiamo diventando consulenti burocratici: ma effettivamente la situazione non è semplice».

Il consiglio numero uno è verificare che la destinazione non sia inclusa nella black-list dell'Ufsp. Puglia e Campania sono off-limits, «questo significa che se un cliente prenota ora non può contare sul diritto di scissione del contratto». Diversamente, le agenzie svizzere assicurano il rimborso «qualora la destinazione venga inserita nella lista successivamente, oppure introduca l'obbligo di vaccinazione o la quarantena all'ingresso». 

La compilazione del formulario in uscita - ma anche al rientro, sul sito della Confederazione - è un altro servizio molto richiesto alle agenzie di viaggio. «Molti clienti non hanno dimestichezza con la tecnologia, o hanno paura di sbagliare» spiega Nettuno. Problemi che i vacanzieri fai-da-te forse non si pongono nemmeno: rischiano però di trovare un doganiere pignolo, oppure di perdere un aereo «perché all'imbarco le compagnie richiedono di presentare il formulario». Insomma meglio non rischiare. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
58 min
«La lentezza degli aiuti da parte delle autorità è costata vite umane».
Le riflessioni del Segretario UNIA Ticino, Giangiorgio Gargantini, a oltre un anno e mezzo dall'inizio della pandemia.
FOTO
BELLINZONA
2 ore
Violento scontro tra auto e muro durante la notte
L'incidente è avvenuto intorno all'una di mattino sulla cantonale.
CANTONE
3 ore
Gioco erotico o assassinio? Al via il processo sul delitto al La Palma
Alla sbarra un 31enne tedesco che dovrà rispondere dell'omicidio della sua compagna inglese di 22 anni.
CANTONE
3 ore
Dal vaccino alla poppata, una traversata lunga 9 mesi
Le risposte del Primario di ginecologia e del Pediatra neonatologo ai dubbi che assillano le donne incinte
CANOBBIO
10 ore
“Tutti in gioco” è sempre più in partita tra divertimento e Vip
 «È una grande gioia» spiega l'ideatrice Simona Gennari «vedere i progressi di tutti gli allievi»
CANTONE
12 ore
«Vogliamo che Agno diventi lo scalo dei furbi?»
Giancarlo Seitz sulla sicurezza dello scalo luganese: «Da due anni non c'è più nemmeno la Polizia cantonale».
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
L'estate sta finendo... è arrivata la prima neve
In Ticino il limite delle nevicate è sceso a 2'200 metri. A Goms, in Vallese, qualche fiocco è arrivato a 1'300 metri
LUGANO
15 ore
«Hanno lanciato sassi, per questo gli agenti hanno sparato»
Il Comandante della polizia di Lugano: «Tutta l'operazione si è svolta nel rispetto delle norme di proporzionalità».
CANTONE
16 ore
Semine e Locarno, nessun arbitro per tre settimane
La Commissione arbitrale della FTC ha deciso che non invierà fischietti fino al 10 ottobre.
FOTO
LOCARNO
20 ore
Tutto il Fevi in piedi per la “sua” Loredana
Un fortissimo e caloroso abbraccio ha stretto il pubblico locarnese alla cantante.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile