Tipress
LUGANO
07.05.21 - 10:100
Aggiornamento : 11:22

«Non c'è motivo per proseguire con lo sgombero!»

L'associazione Aida ribatte al Municipio fermo nel voler sfrattare gli autogestiti dall'ex Macello

Il portavoce Bruno Brughera: «I Molinari hanno dato prova di essere una realtà non bellicosa se non provocati. Il primo passo è il riconoscimento e il diritto di cittadinanza all'autogestione in città»

LUGANO - «Non c’è nessun oggettivo motivo per proseguire nell’intento dello sgombero!». A dirlo, con tanto di punto esclamativo è Bruno Brughera, portavoce di Aida. L’Associazione idea autogestione replica, con un comunicato stampa, alla dichiarata intenzione del nuovo Municipio di Lugano di non cambiare rotta sullo sfratto agli inquilini dell’ex Macello.

«Atteggiamenti da campagna elettorale» - «La pressione sulla comunità autogestita aumenta e di pari passo l’assemblea del CSOA si organizza» scrive Aida che «deplora il braccio di ferro con cui la città vuole portare avanti la soluzione finale. Deploriamo questo modo di fare in continuità con gli atteggiamenti usati in campagna elettorale». I Molinari, secondo Brughera, «hanno dato prova coi fatti che sono una realtà non bellicosa se non provocati. Hanno dato prova di organizzazione, di dibattito pubblico aperto sulle piazze della città».

«Di tempo ce n'è assai» - È un mondo e una realtà, continua il portavoce, «da conoscere mettendo da parte i preconcetti e l’astio nei loro confronti anche se la loro visione di società è fortemente antagonista». In conclusione Aida ribadisce che «il primo passo è il riconoscimento, il diritto di cittadinanza dell’autogestione in città! Questo deve essere il primo atto ufficiale, poi i dettagli sono altra cosa e di tempo per un accordo ce n’è assai». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
28 min
«L’ha strangolata, non erano tipi da asfissia erotica»
Nel processo per il delitto di Muralto, la procuratrice ha ribadito che la versione dell’imputato è «una menzogna».
CANTONE
2 ore
Il delitto in hotel, poi tutta una serie di menzogne
Si è riaperto con la requisitoria il processo nei confronti del 32enne accusato di assassinio
CANTONE
2 ore
Controlli di polizia nella fascia di confine
Si tratta di una campagna congiunta che mira a rendere le strade più sicure. Avrà luogo domani.
CANTONE
3 ore
In Ticino altri 27 contagi
Un paziente è stato dimesso dall'ospedale. Resta stabile l'occupazione delle cure intense
AGNO
7 ore
Alla ricerca della falla da cui il nonno di Eitan è volato via
Non si spegne la polemica sui controlli doganali all'aeroporto di Lugano
CANTONE
7 ore
Ticinesi in cerca di casa: a pochi metri da dove sono nati e mai in città
Quando si tratta di cambiare casa, tendiamo a restare vicino ai nostri luoghi. Ecco i risultati di uno studio Swiss Life
CANTONE
16 ore
Si vota sui contratti di affitto, iniziativa salvagente o «inutile»?
Il prossimo 26 settembre il popolo dovrà esprimersi sull'iniziativa cantonale sulle pigioni.
LUGANO
18 ore
Il nuovo sindaco di Lugano è Michele Foletti
Alle 18 scadeva il termine per presentare la propria candidatura, ma nessuno (come da previsioni) si è fatto avanti.
MURALTO/ LUGANO
19 ore
Urla in piena notte e disordine ovunque
Morte in albergo: la coppia della stanza adiacente alla 501 riferisce di una lite in cui si parlava di soldi.
CANTONE
20 ore
Godiamoci una settimana di sole
Ultime gocce oggi, poi un lieve rialzo delle temperature.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile