SwissCAN
Il minisatellite SwissCan è stato sviluppato da sei studenti del SAM di Bellinzona.
+2
CANTONE
04.05.21 - 17:150
Aggiornamento : 17:44

Giovani ticinesi che sognano la conquista dello spazio

Nei laboratori del SAM di Bellinzona sei studenti stanno sviluppando un satellite in una “lattina”

Si tratta della squadra che rappresenta la Svizzera nell'ambito della competizione CanSat promossa dall'Agenzia spaziale europea

BELLINZONA - È grande quanto una lattina (in inglese: “can”) e dovrà svolgere tutta una serie di compiti cadendo da un'altitudine di mille metri a una velocità di otto metri al secondo. Si tratta del minisatellite SwissCAN che una squadra composta da sei giovani ticinesi sta sviluppando nei laboratori della Scuola d'arti e mestieri SAM di Bellinzona.

Un progetto che permette a questi giovani di sognare lo spazio. E che il prossimo settembre li vedrà impegnati a rappresentare la Svizzera nell'ambito della competizione CanSat promossa dall'Agenzia spaziale europea (ESA). Una sfida a cui prendono parte ventiquattro nazioni.

Le missioni - «Durante la caduta, il minisatellite - ha spiegato stamani il docente SAM Rinaldo Geiler - dovrà compiere due missioni». Quella primaria, definita dall'ESA, prevede il rilevamento di temperatura e pressione atmosferica. Mentre quella secondaria, scelta dalla squadra elvetica, mira al campionamento dell'aria a diverse altitudini, alla misurazione di velocità e direzione del vento, e dell'umidità.

Ma attenzione: tutta la strumentazione necessaria a raggiungere gli obiettivi deve trovare posto in una capsula grande quanto una lattina. Una sfida, questa, che ha visto i sei giovani ticinesi studenti del SAM occuparsi di più aspetti, dalla meccanica all'hardware, dall'approvvigionamento energetico al software.

All'atterraggio scatta il buzzer - «Oltre ai sensori, il minisatellite contiene anche un buzzer che emetterà un suono per permetterci di ritrovarlo al termine della caduta» ha illustrato uno degli studenti. Un altro ha spiegato che per l'aspetto energetico hanno scelto di utilizzare due batterie al litio, che dovrebbero garantire dalle quattro alle otto ore di autonomia. «Un tempo che tiene conto anche del fatto di dover ritrovare il minisatellite».

Il paracadute giusto - Un aspetto che ha tenuto impegnata la squadra è anche quello della caduta: la velocità desiderata era di otto metri al secondo. Per questo gli studenti hanno dovuto sviluppare e testare un paracadute che permettesse di mantenere tale velocità. Hanno quindi dovuto lavorare sulle dimensioni e sulla forma del paracadute, come pure sulla lunghezza delle corde. «I primi test sono stati svolti dalle finestre della scuola, poi nei campi del liceo con un drone e infine ai castelli di Bellinzona».

L'astronauta Nicollier: «Lo spirito di gruppo è fondamentale» - La sfida finale, come detto, avrà luogo durante il prossimo mese di settembre. Nel frattempo, stamani la presentazione in streaming è stata seguita anche da un ospite d'eccezione: l'astronauta elvetico Claude Nicollier, professore emerito allo Space Innovation del Politecnico federale di Losanna (EPFL). «Sono molto impressionato dal loro lavoro e dal loro talento» ha commentato, ricordando che per ogni programma spaziale «lo spirito di gruppo è fondamentale». Questo perché «nello spazio non si può fare nulla da soli».

SwissCAN
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
29 min
Coronavirus: i nuovi positivi sono solo due
Cala anche il numero di persone ricoverate, che scende da tre a due.
MENDRISIO
2 ore
I negozi del Borgo tremano per i prezzi dell'autosilo
Una tariffa di 13 franchi per 5 ore di parcheggio. È polemica sulla struttura di Piazzale alla Valle.
LUGANO
2 ore
Gran premio ciclistico in città, ecco le restrizioni stradali
La gara avrà luogo questa domenica 27 giugno. La polizia indica limitazioni e sbarramenti.
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
I ticinesi guidano l'auto peggio di chiunque altro
A sud delle Alpi avviene il 20% in più di incidenti rispetto alla media nazionale, secondo i dati raccolti da Axa.
CANTONE
4 ore
«Dobbiamo aggiornare i vostri dati...», ma in verità vi rifilano un contratto
Torna l'inganno che prova a far sottoscrivere un abbonamento indesiderato fingendo di aggiornare la mappa della città.
RIVA SAN VITALE
10 ore
«Sono semplicemente allibito»
Lo sfogo del proprietario del veicolo affondato nel Ceresio. «Ragazzate? Non è un'attenuante»
CANTONE
14 ore
«I ticinesi diffidenti all'inizio, ma poi aperti agli stranieri»
Il Delegato all'integrazione Attilio Cometta passa il testimone e traccia un suo personale bilancio
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
16 ore
Le macerie dell'ex Macello davanti al Governo
Una cinquantina di persone hanno protestato davanti a Palazzo delle Orsoline durante la seduta di Gran Consiglio.
VIDEO
RIVA SAN VITALE
19 ore
Ecco il video del furgone rubato e poi affondato nel lago
Il filmato immortala l'ultimo atto della "bravata" compiuta da un gruppo di giovani
CANTONE / SVIZZERA
19 ore
Chef premiati, c'è anche un ticinese
Si tratta di Lorenzo Albrici della Locanda Orico di Bellinzona
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile