Gruppo Gender Covid19
CANTONE
29.04.21 - 08:190
Aggiornamento : 10:30

Swisscom e quella pubblicità giudicata insulsa e sessista

Un collettivo femminile ha sottoscritto una lettera aperta inviata all'azienda di telecomunicazioni parastatale.

Sotto la lente un cartellone che ritrae una giovane donna con in mano un cellulare e che sottolinea come la tecnica non le interessi.

LUGANO - Se l'obiettivo era che facesse discutere, beh è stato certamente raggiunto. L'immagine dell'azienda, però, è un'altra cosa. Nelle scorse settimane Swisscom ha esposto un cartellone pubblicitario che ritrae una giovane donna con in mano un cellulare asserendo che la tecnica non le interessa. Di che suscitare l'indignazione del gruppo Gender Covid 19, del Coordinamento donne della sinistra e di altre donne (vedi box in fondo all'articolo), i quali giudicano il cartellone assolutamente sessista e hanno deciso di scrivere una lettera aperta per farlo presente proprio all'azienda di telecomunicazioni.

Oltre a ricordare a Swisscom che quel cellulare "pensato per un uomo" funziona grazie al microprocessore al suo interno, inventato da Sophie Wilson, una donna, viene ricordato che una ventina di anni fa fu proprio Swisscom una delle promotrici delle prime esperienze di formazione tecnica/informatica al femminile. «Ti scriviamo - si legge ancora nella missiva - perché sei un’azienda parastatale e ora con un messaggio pubblicitario insulso e superficiale spazzi via decenni di rivendicazioni, lotte e riconoscimenti. Perché le donne non si occupano d'idee che fanno spettacolo, ma lavorano a progetti concreti e preziosi per l’assieme delle professioni tecniche, come Ada Byron, che ha impostato il sistema di programmazione (il primo computer), senza il quale tu oggi probabilmente non saresti la Swisscom che conosciamo».

Insomma, nella pubblicità Swisscom si dice pronta a esserci anche per le donne, «quando invece dovrebbe sperare che siano le donne come noi a esserci per Swisscom». Perché le donne rappresentano la metà della popolazione, perché sono certamente un target d'acquisto ma, soprattutto, perché le donne che si interessano alla tecnica spesso e volentieri cambiano il mondo. Proprio per questo l'invito del gruppo di donne è di rimuovere immediatamente quei cartelloni, «cosi da poter continuare a pensarti come la “nostra” Swisscom».

Chi ha sottoscritto la lettera
Gruppo Gender Covid19 rappresentato da Jessica Bottinelli, geomatica e da Mattea David, architetta d’interni
Marialuisa Parodi, Economista
Coordinamento donne della sinistra, rappresentate da Lisa Boscolo e Nancy Lunghi co-presidenti
Gina La Mantia, Lorena Gianolli, Pepita Vera Conforti, comitato coordinamento
Giulia Petralli, giovane verde
Federica De Rossa, Professoressa di Diritto nell’Università della Svizzera italiana
Cecilia Beti, ing. civile SUP, direttrice centro professionale Lugano-Trevano
Yannick Demaria, studente in Lettere e Scienze politiche e membro di Comitato Gioventù Socialista
Daniele Alves Barreiro, membro della Gioventù Socialista

TOP NEWS Ticino
LUGANO
7 ore
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
CANTONE
13 ore
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
20 ore
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
CANTONE
21 ore
Covid di venerdì 17: altri 29 casi e una nuova quarantena a scuola
Non si registrano ulteriori decessi. I pazienti Covid scendono a 19.
LUGANO
21 ore
Tram-treno: pubblicato il nuovo bando di concorso
Quello precedente era stato annullato a seguito di due ricorsi accolti da Tribunale cantonale amministrativo
MANNO/ LOCARNO
1 gior
Ecco perché questi studenti non si vaccinano
Alla SUPSI è in corso una rivolta silenziosa. Una raccolta firme contro il Certificato Covid. Le voci dei protagonisti.
LUGANO
1 gior
Stragi, killer e vite blindate (e non): parla Michele Santoro
Il famoso giornalista italiano sarà ospite questa sera all'Endorfine Festival di Lugano. Lo abbiamo intervistato.
CANTONE
1 gior
Vaccinazione, future mamme preoccupate
L'Eoc è confrontato con i dubbi delle donne in dolce attesa. Il primario Papadia fa chiarezza
LUGANO
1 gior
Un centro tamponi nel parcheggio del Casinò
La casa da gioco offre la possibilità di effettuare un test a tutti i suoi clienti che non dispongono del certificato.
CANTONE
1 gior
Le 24 misure del PS per trasformare il Ticino
Il progetto intende contribuire a costruire un Cantone «inclusivo, sostenibile e accogliente».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile