Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
BREGAGLIA (GR)
27.04.21 - 21:080
Aggiornamento : 22:52

Catastrofe di Bondo, le autorità hanno ignorato l'allarme

La frana caduta nel 2017 dal Pizzo Cengalo aveva causato la morte di otto persone.

Le autorità erano però state avvertite da un geologo che una grande quantità di roccia si sarebbe staccata dalla montagna. Ma avevano rinunciato a monitorare la zona e a impedirne l'accesso.

BREGAGLIA - La frana caduta dal Pizzo Cengalo (GR) il 23 agosto 2017 è una delle più importanti che la Svizzera abbia conosciuto da decenni a oggi. Quel giorno, più di tre milioni di metri cubi di roccia si staccarono dalla montagna, uccidendo otto persone i cui corpi non sono mai stati ritrovati. La frazione bregagliotta di Bondo subì inoltre ingenti danni.

Un'indagine della rivista Beobachter rivela ora che le autorità cantonali sapevano che c'era un elevato rischio di smottamenti. Tuttavia, decisero di non sbarrare l'area in questione. Un geologo nominato dal Cantone inviò infatti un avvertimento via e-mail due settimane prima della tragedia. Nello scritto raccomandava di chiudere la valle Bondasca e di monitorare costantemente il Pizzo Cengalo. Le autorità presero però una decisione completamente diversa: dopo una loro valutazione effettuata in loco, decisero di non monitorare la montagna tramite radar e suggerirono al Comune di Bondo di non impedire l'accesso alla valle.

Le ricerche effettuate da Beobachter mostrano inoltre che i funzionari comunali non ricevettero tutte le informazioni necessarie per decidere se chiudere o meno la valle. L'ex sindaco del Comune, Anna Giacometti, ha infatti spiegato al Ministero Pubblico grigionese di aver appreso dell'e-mail di allerta solo sei mesi dopo la tragedia.

La giustizia dei Grigioni ha malgrado ciò deciso di chiudere l'inchiesta nel 2019, ritenendo che la tragedia non fosse prevedibile. Tuttavia, l'ultima parola non è ancora stata detta. Il Tribunale federale ha stabilito nel febbraio di quest'anno che la giustizia dei Grigioni non può ritenere chiuse le indagini, ma deve effettuare ulteriori approfondimenti. I giudici di Mon Repos hanno anche criticato il fatto che il Ministero pubblico retico abbia preso la sua decisione (di archiviare il caso) basandosi principalmente su una relazione scritta dalle stesse persone che hanno consigliato di non chiudere la valle della Bondasca nel 2017, «apparendo così come potenziali imputati nel procedimento in corso».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
I soci di Unitas criticano il comitato: «Troppa lentezza e poca chiarezza»
Durante l'assemblea tenutasi ieri è stato affrontato il tema delle accuse di molestie contro un ex alto responsabile.
FOTO
GAMBAROGNO
1 ora
Muore nelle acque del Verbano
Dramma stamattina nei pressi del Lido di San Nazzaro.
CANTONE
4 ore
Ti mostro il Ticino. Nasce un nuovo lavoro: la visita guidata
Portare in giro gruppi di turisti alla scoperta del Ticino. Ora lo si fa con una formazione specializzata.
CHIASSO
16 ore
Chiasso, investito un ragazzino
L'incidente si è verificato in via Comacini
CONFINE
17 ore
Como, «un carro attrezzi dedicato agli amici svizzeri»
Dopo l'ennesimo caso di sosta selvaggia in città, la promessa del candidato sindaco Alessandro Rapinese
CANTONE
18 ore
«Caldo, sì, ma non proprio tropicale»
Le velature del cielo, causate dalle polveri sahariane, hanno impedito che si raggiungessero i valori da primato
CANTONE
20 ore
Le donne di Unia preparano un nuovo grande sciopero
Mobilitazione il prossimo 14 giugno, ma nel 2023 si scriverà «una nuova pagina della storia delle lotte femministe»
LOSTALLO (GR)
23 ore
Si ferma in autostrada, tamponamento sull'A13
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio all'altezza dello svincolo di Lostallo. Due persone in ospedale
BELLINZONA
1 gior
Travolge la moto nella notte e si dà alla fuga, la polizia cerca testimoni
Un 68enne è rimasto vittima di un pirata della strada venerdì notte a Monte Carasso, a investirlo un'auto scura
LUGANO
1 gior
Tassisti luganesi nel limbo
Non sono ancora stati evasi i ricorsi contro il concorso per i nuovi taxi A. La Città chiede l'effetto sospensivo
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile