tipress
CANTONE / CONFINE
24.04.21 - 19:380
Aggiornamento : 25.04.21 - 12:17

Si ritorna in Italia?

Al vaglio delle soluzioni che potrebbero diventare operative dal prossimo mese

Due le proposte: quella di garantire il transito a chi è vaccinato/guarito o negativo, e quella della "zona franca" entro i 20 chilometri dal confine (da ambo i lati)

COMO - Con la “zona gialla” in Lombardia, da lunedì, non sembrano esserci all'orizzonte modifiche sostanziali riguardo la mobilità al confine. Ciò, almeno fino a venerdì 30 aprile. In questa data scade l’ordinanza del ministero della Salute che impone il tampone negativo in ingresso in Italia (da effettuare non oltre le quarantotto precedenti il transito in frontiera).

Per allora, potrebbero esserci due novità. La prima l’ha annunciata ieri mattina a “La Provincia di Como” il senatore varesino del Partito Democratico, Alessandro Alfieri. «A pieno regime - ha spiegato - andremo quando entrerà a metà giugno in vigore il pass vaccinale europeo, allargato ai Paesi dell’area Schengen. Da qui al certificato vaccinale abbiamo però proposto una soluzione provvisoria che prevede il via libera all’ingresso in Italia a fronte di una certificazione che dimostri o l’avvenuta vaccinazione o di essere guariti dal Covid o in terza istanza di aver effettuato un tampone con esito negativo nelle quarantotto ore precedenti».

«Ciò permetterebbe - prosegue Alfieri - di avere una soluzione transitoria che permetta alle zone italiane di confine di tornare a respirare». Al momento, almeno sulla carta, essersi vaccinati non costituisce un motivo valido per passare il confine. Con questa soluzione transitoria, però, si potrebbe riaprire ad ambo le parti e non solo per la spesa o il carburante, ma anche per gli attesi ricongiungimenti familiari.

Altra opzione al vaglio è quella d'istituire una sorta di “zona franca” di 40 chilometri per garantire gli spostamenti sulla fascia di confine. Soluzione sulla quale Gobbi si è già espresso negativamente, ma che in Italia sarà votata alla Camera martedì.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
7 ore
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
8 ore
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
CANTONE
10 ore
Caso Eitan: «Nessun controllo dalla Polizia cantonale»
La precisazione dopo la fuga passata dallo scalo di Agno: «Non siamo stati noi a intervenire»
CANTONE / BERNA
10 ore
«Noi donne non rendiamo meno degli uomini. Nè sul lavoro, nè a casa»
Sindacati e organizzazioni femministe a Berna contro la riforma dell'AVS.
LUGANO
17 ore
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
17 ore
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
17 ore
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
1 gior
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
CANTONE
1 gior
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
1 gior
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile