Immobili
Veicoli
LIS
LUGANO
23.04.21 - 16:490

Il Centro polifunzionale diventa "Polis"

Questo il nome della struttura di Pregassona emerso a seguito di un concorso lanciato da Lugano Istituto Sociali.

La dicitura Polis ricorda le Città Stato greche ed è nel contempo l'unione tra Poli (da polifunzionale) e Lis (acronimo di Lugano Istituti Sociali)

PREGASSONA - Il Centro polifunzionale di Pregassona ha il suo nome. La struttura, che verrà inaugurata nell'autunno del 2021, si chiamerà infatti Centro Polis.

Il nome è stato scelto da Lugano Istituti Sociali (LIS) tra le 311 proposte pervenute in risposta al lancio del concorso - aperto a tutta la popolazione - per ribattezzare il Centro. Il nome Centro Polis proviene dall'ingegno di quattro persone (Fabrizia Sormani di Canobbio, Fabian Schonwetter di Losone, Brenno Mazzucchelli di Pregassona e Narco Nirosi di Villa Luganese) che sostanzialmente hanno proposto le due stesse motivazioni.

Quali? La parola "Polis" rimanda chiaramente al concetto delle Città Stato dell'antica Grecia «abitate e frequentate da giovani, anziani, attivi professionalmente e non». Ma non solo. Perché essa comprende anche il gioco tra Poli (da polifunzionale) e Lis (acronimo di Lugano Istituti Sociali).

Cos'è il Centro Polis? - Progettato dall’architetto Rosario Galgano, ospiterà una residenza medicalizzata per persone anziane con 114 posti letto, un centro diurno per persone affette da demenza senile, un nido d’infanzia e la direzione generale di Lugano Istituti Sociali. Con l’edificazione del centro la Città persegue l’obiettivo di promuovere una politica degli anziani che risponda alle loro necessità, presenti e future, adegua inoltre l’offerta di posti letto in risposta alla crescita della domanda. Parallelamente propone iniziative e misure a sostegno delle famiglie, anche attraverso un’importante riqualifica del comprensorio, con spazi pubblici fruibili alla popolazione.

LIS
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile