Ti-Press
CANTONE
21.04.21 - 18:020
Aggiornamento : 18:19

Il Governo "suggerisce" a Lugano di non cacciare subito i molinari

Ex Macello: sulle rive del Ceresio arriva una lettera direttamente da Palazzo delle Orsoline.

Si teme una possibile rioccupazione degli spazi nel caso (probabile) in cui il cantiere per la riqualificazione dell'area non dovesse partire in tempi brevi. La decisione finale spetta in ogni caso al Municipio.

LUGANO - Il Governo "suggerisce" a Lugano di non cacciare subito gli occupanti dell'ex Macello. Sui banchi del Municipio della Città sul Ceresio di recente sarebbe arrivata una lettera mandata da Palazzo delle Orsoline in cui si chiederebbe di tollerare ancora per qualche tempo la presenza dei molinari negli spazi finora autogestiti. Questo finché non inizieranno i lavori di riqualificazione dello stabile.

La Città ancora di recente aveva intimato uno sgombero quasi immediato dell'area. Senza che i molinari avessero soluzioni alternative. Da parte del Governo ci sarebbe in particolare preoccupazione per un possibile ritorno sul posto da parte degli autogestiti nel caso in cui il cantiere non dovesse partire in tempi brevi (si stimano due o tre anni prima dell'inizio dei lavori). Con conseguenze anche a livello di sicurezza e di ordine pubblico. La decisione finale spetta in ogni caso al Municipio di Lugano. 

Il sindaco Marco Borradori, contattato da Tio/20Minuti, reagisce così: «Ho sentito parlare di questa lettera. Tratteremo la tematica settimana prossima, nella seduta del 29 aprile». Ma l'ultimatum per lo sgombero scade in realtà il giorno 26. Come si fa? «Non saremmo comunque intervenuti prima della prima seduta del nuovo Municipio. Per pochi giorni non cambia moltissimo. Adesso faremo le dovute valutazioni». 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
51 min
Vaccino nell'orario di lavoro, le aziende fanno le difficili
Per recarsi all'appuntamento è necessario prendere delle ore libere o, per chi può, fare uno scambio di turno.
FOTO
MENDRISIO
53 min
L’osservatorio non c’è più: «La montagna ora è un po' più povera»
La smantellamento del telescopio aperto al pubblico più grande del Ticino è terminato. Verrà trasferito nel Canton Berna.
ORIGLIO
8 ore
Test a tappeto alla scuola Steiner
Negli scorsi giorni presso l'istituto di Origlio sono stati riscontrati diversi casi di coronavirus.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
10 ore
Un rimorchio si ribalta a Camorino
L'incidente è avvenuto questa sera nei pressi della rotonda degli svincoli autostradali. Nessuno è rimasto ferito.
LUGANO
12 ore
Ex Macello: la Città prosegue sulla via dello sgombero
La municipale Valenzano Rossi: «Aspettiamo l'inizio della prossima settimana per essere certi che non ci siano ricorsi»
CANTONE
12 ore
Il Caffè verrà chiuso quest'estate
La notizia è stata anticipata da LeTemps che raccoglie giudizi preoccupati per la decisione
GNOSCA
13 ore
«La polizia ha stufato con questi spari»
Al poligono di Gnosca è una "sparatoria continua" per i residenti. Che puntano il dito contro la Comunale di Bellinzona
FOTO
CANTONE
15 ore
Oltre il 13,7% dei ticinesi è completamente vaccinato
Stamani la prima dose è stata somministrata anche al presidente del Governo Manuele Bertoli, che rientra tra gli over 55
DALPE
16 ore
Lavori di carpenteria in barba alle norme di sicurezza
Durante un'operazione di polizia effettuata ieri presso una stalla di Dalpe sono state controllate cinque persone.
SVIZZERA / CANTONE
17 ore
Fossili da record dal Monte San Giorgio
I resti di cinque esemplari di ittiosauri sono rispuntati dalle cantine di musei di Zurigo, Milano e Tubinga
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile