Ti-Press
CANTONE
21.04.21 - 18:020
Aggiornamento : 18:19

Il Governo "suggerisce" a Lugano di non cacciare subito i molinari

Ex Macello: sulle rive del Ceresio arriva una lettera direttamente da Palazzo delle Orsoline.

Si teme una possibile rioccupazione degli spazi nel caso (probabile) in cui il cantiere per la riqualificazione dell'area non dovesse partire in tempi brevi. La decisione finale spetta in ogni caso al Municipio.

LUGANO - Il Governo "suggerisce" a Lugano di non cacciare subito gli occupanti dell'ex Macello. Sui banchi del Municipio della Città sul Ceresio di recente sarebbe arrivata una lettera mandata da Palazzo delle Orsoline in cui si chiederebbe di tollerare ancora per qualche tempo la presenza dei molinari negli spazi finora autogestiti. Questo finché non inizieranno i lavori di riqualificazione dello stabile.

La Città ancora di recente aveva intimato uno sgombero quasi immediato dell'area. Senza che i molinari avessero soluzioni alternative. Da parte del Governo ci sarebbe in particolare preoccupazione per un possibile ritorno sul posto da parte degli autogestiti nel caso in cui il cantiere non dovesse partire in tempi brevi (si stimano due o tre anni prima dell'inizio dei lavori). Con conseguenze anche a livello di sicurezza e di ordine pubblico. La decisione finale spetta in ogni caso al Municipio di Lugano. 

Il sindaco Marco Borradori, contattato da Tio/20Minuti, reagisce così: «Ho sentito parlare di questa lettera. Tratteremo la tematica settimana prossima, nella seduta del 29 aprile». Ma l'ultimatum per lo sgombero scade in realtà il giorno 26. Come si fa? «Non saremmo comunque intervenuti prima della prima seduta del nuovo Municipio. Per pochi giorni non cambia moltissimo. Adesso faremo le dovute valutazioni». 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LAMONE
1 ora
Investito da un'auto: il ciclista 81enne non ce l'ha fatta
L'anziano era stato vittima di un incidente il 14 settembre in via Cantonale a Lamone.
CANTONE
3 ore
Covid in Ticino, 26 casi e ricoverati stabili
Non ci sono nuovi decessi né nuove quarantene di classe. Fermi a quota 18 gli ospedalizzati.
FOTO
BELLINZONA
5 ore
È stata un'estate complicata per gli animali selvatici
Tra aprile e fine agosto la Spab ha dovuto soccorrere un «numero impressionante» di bestiole in difficoltà.
BELLINZONA
7 ore
Forse c'è la svolta per i due "mostri"
Palazzine lasciate a metà in Viale Olgiati: tutto fermo da inizio 2019. Proprietaria vicina alla cessione del progetto.
CANTONE
7 ore
Aghi, inchiostro e quel vuoto (formativo) da colmare
Per diventare tatuatore a oggi non esiste alcuna formazione regolamentata e ufficialmente riconosciuta.
FOTO
BREGGIA
19 ore
Gli alberi stanno tornando in piazza
Le piante erano state rimosse lo scorso marzo per i lavori di valorizzazione a Cabbio
MENDRISIO
21 ore
Si getta ancora la spugna, niente Fiera di San Martino
La tradizionale fiera di novembre non avrà luogo per il secondo anno di fila: «Decisione sofferta, ma obbligata»
LUGANO
22 ore
Oltre 7'200 veicoli controllati durante "Bimbi sicuri"
La maggioranza degli utenti della strada si comporta con prudenza, ma c'è qualche eccezione...
LUGANO
1 gior
Arresto "da film" sul lungolago: erano due truffatori
Le due persone fermate giovedì scorso sono sospettate di aver tentato una truffa di tipo "rip-deal".
CANTONE
1 gior
Un weekend con 38 contagi
Le strutture sanitarie accolgono 18 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile