Ti Press (archivio)
CANTONE
21.04.21 - 06:000
Aggiornamento : 09:40

Mascherine: ai docenti una al giorno, agli allievi dieci a inizio anno

Disparità di trattamento fra insegnanti e professori alle scuole medie superiori.

«È una questione di proporzionalità», spiega il Decs. Fornirle a tutti gli allievi sarebbe stato un onere eccessivo per il Cantone. Solo per il personale vengono infatti spesi 158mila franchi.

BELLINZONA - Agli allievi un set di dieci mascherine all’inizio dell’anno scolastico, poi basta. Ai docenti, invece, una ogni giorno. La decisione di fornire le mascherine, gratuitamente, unicamente ai docenti delle scuole medie superiori (Licei e Commercio di Bellinzona) fa storcere il naso a numerose persone. Genitori in particolare, che non capiscono come mai agli insegnanti venga offerta una possibilità negata invece agli studenti.

Una questione di proporzionalità - «Si tratta di una decisione presa tenendo conto degli elementi di proporzionalità fra benefici e svantaggi, anche perché la grande maggioranza degli studenti arriva a scuola già in possesso della mascherina in quanto utilizzatrice dei mezzi pubblici, dove l’uso della stessa è obbligatoria», spiega la Direzione del Decs, da noi sollecitata. Inoltre non si tratta di scuole obbligatorie, come nel caso delle scuole medie, dove le mascherine vengono date a tutti.

158mila franchi in mascherine - In altre parole, rifornire i circa 5’000 allievi che frequentano i sei istituti avrebbe rappresentato un onere ingiustificato a livello logistico ed, evidentemente, di costi. Solamente per gli insegnanti e il personale di sede, i costi per la fornitura delle mascherine riguardanti l’anno scolastico 2020/21 ammontano a 158mila franchi, spiega il capo Sezione della logistica del Dfe Giovanni Realini. Non essendo mai stata presa in considerazione dal Decs la possibilità di fornire la mascherina a tutti gli studenti, non è invece possibile per il Dfe fare una stima dei costi in questo senso.

Chi è in difficoltà non è stato dimenticato - Di conseguenza si è preferito un approccio diverso, con il Consiglio di Stato che aveva a suo tempo deciso di mettere a disposizione delle famiglie con difficoltà economiche un credito destinato all’acquisto delle mascherine. Insomma, meglio darle gratuitamente solo a chi ne ha davvero bisogno piuttosto che regalarle indistintamente a tutti.

In Ticino durano di più - A onor del vero, anche nei confronti del corpo docente il Cantone pare essere un po’ di manica stretta. Le disposizioni emanate dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) parlano chiaro: una mascherina va cambiata dopo un massimo per quattro ore. Eppure il piano di protezione del Decs prevede la messa a disposizione dei docenti di una mascherina per giornata lavorativa (che può essere usata fino a 8 ore, anche in modo non consecutivo). 

Un piano di protezione che è stato definito dall’Ufficio del Medico cantonale, a cui spetta ogni scelta sanitaria riferita alla lotta contro la pandemia da Covid-19. Abbiamo tentato di chiedere i motivi della scelta, ma non è stato possibile ottenere una risposta.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
8 min
Altri 31 contagi e un ricoverato in più
Le strutture sanitarie cantonali accolgono undici pazienti.
CANTONE / SVIZZERA
1 ora
Aumentano ancora i frontalieri
A fine giugno, in Ticino i lavoratori provenienti dall'Italia erano 71'586.
LUGANO
2 ore
Pericolo di piena per il Ceresio
L'allerta di livello 3 (pericolo marcato) resterà in vigore fino alle 12 di domani
CANTONE
3 ore
«Il settore turistico deve osare di più»
Anche quest'anno gli alberghi ticinesi stanno facendo il pieno di ospiti, registrando un +27,4% rispetto al 2019
LOCARNO
11 ore
Excellence Award a Laetitia Casta: «Se un film lo scegli con il cuore, non puoi sbagliare»
L'attrice è stata premiata nel corso della serata di apertura della 74a edizione del Locarno Film Festival.
LOCARNO
13 ore
Berset apre il Locarno Film Festival
«Questa estate il cinema contribuirà a eliminare la pandemia dalla superficie dei nostri pensieri».
CANTONE
14 ore
«È diventata la pandemia dei non vaccinati»
I primi dodicenni sono stati vaccinati anche in Ticino. Ma serve farlo? Lo abbiamo chiesto all’esperto Alessandro Diana.
LUGANO
16 ore
Paghe indecenti e ambiente pessimo: tanto Casinò per nulla?
A seguito di alcune critiche mosse da sindacati e politici, la casa da gioco aveva proceduto con un audit esterno.
CANTONE
19 ore
Estinta? No, è alle Bolle
La sua presenza in Svizzera era stata osservata nel 1939 e 1942 solamente a Sierre (VS)
CANTONE
20 ore
Piove, ennesima allerta meteo
Fino a domattina sono attese forte precipitazioni su tutto il Cantone.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile