TiPress - foto d'archivio
MELIDE
16.04.21 - 10:540

«I problemi della galleria non si possono risolvere a breve»

Il Consiglio di Stato, dopo avere consultato l'USTRA, risponde all'interrogazione sul tunnel del San Salvatore

MELIDE - «Il Consiglio di Stato è preoccupato, al pari dell'interrogante», riguardo ai (continui) problemi nella galleria del San Salvatore (Melide-Grancia). È quanto emerge dalla risposta fornita all'interrogazione presentata il 12 marzo da Massimiliano Robbiani. Un atto parlamentare scaturito dall'ennesimo problema di traffico mattutino, sull'A2, causato quel giorno dalla chiusura di una corsia. Il motivo - prontamente chiarito dall'Ufficio federale delle strade (USTRA) - era stata «l'inattesa quanto importante venuta d'acqua da un foro realizzato il giorno precedente». Inattesa perché «nel corso dei lavori conclusi nel 2020 erano già stati realizzati più di 150 fori di drenaggi di questo tipo nelle due canne della galleria, senza che si manifestassero venute d'acqua così elevate».

I problemi stanno a monte
Ma se il granconsigliere leghista solleva dubbi sulle persone a cui è stata affidata "la problematica" della galleria Melide-Grancia, il Governo assicura che «la sua sicurezza è affidata ai migliori esperti del settore a livello svizzero». Ma il lavoro è «particolarmente impegnativo, come talvolta è imponderabile la pianificazione e l'esecuzione dei lavori», a causa della situazione geologica e idrogeologica, sommata allo stato di conservazione della galleria. «Concepita e realizzata negli anni Sessanta - scrive il Consiglio di Stato nella sua premessa -, rappresentò una sfida notevole. Ma alcune scelte progettuali e costruttive, come quella di rinunciare in buona parte all'impermeabilizzazione della volta o a quella di utilizzare grandi quantitÀ di esplosivo per lo scavo, si sono da subito rilevate poco adeguate».

Ancora lavori
Ne consegue che «i problemi della galleria del San Salvatore non possono essere risolti definitivamente a breve». Negli ultimi cinque anni gli interventi messi in atto sono costati oltre 13 milioni di franchi. E vi sono state investite (stima grossolana) oltre 100'000 ore notturne di lavoro. Sì, perché i lavori vengono svolti di notte, per «garantire la sicurezza dell'utenza e la riapertura completa al mattino». Dopo il crollo avvenuto nel 2017, sono stati eseguiti nuovi fori di drenaggio e lunedì 15 febbraio 2021 sono iniziate le opere per il consolidamento statico definitivo della galleria (si protrarranno fino al 2023, con un investimento complessivo di circa 50 milioni di franchi, tutti a carico della Confederazione). «Mentre per una risoluzione definitiva - conclude il Consiglio di Stato - occorrerà attendere la realizzazione del progetto PoLuMe, che prevede di rifare completamente la struttura portante e l'impermeabilizzazione delle canne esistenza in assenza di traffico, grazie alla costruzione di una nuova galleria di appoggio».

Alla sicurezza ci pensano i (nuovi) dispositivi di allarme
Gli automobilisti possono stare tranquilli, comunque. «Oltre ai lavori - assicura il Governo -, continua una sorveglianza accresciuta da parte dei più qualificati esperti del ramo. Dei dispositivi supplementari di sicurezza recentemente installati provocano infine la chiusura immediata del transito in galleria qualora dovessero ancora manifestarsi degli episodi di potenziale pericolo che, seppur poco probabili, non possono del tutto essere esclusi».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-19 3 sett fa su tio
E queste sono le gallerie del passato, adesso invece abbiamo messo tutto in mano a ditte che speculano sulle ore degli operai, vedi irregolarità scoperte nella galleria del veneri tempo fa e di cui naturalmente non è dato sapere come è andata a finire, soliti insabbiamenti. Se poi andiamo a vedere chi esegue questi enormi appalti siamo apposto, è proprio vero che i tentacoli i non si vedono ma le pagliuzze insignificanti vengono evidenziate con lo scopo di far vedere che la legge viene fatta rispettare, pori numm!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
53 min
Biglietti omofobi in ufficio: «Non ti va? Dimettiti»
Discriminazioni in famiglia, sul lavoro, per strada. L'omofobia in Ticino esiste anche se non "fa statistica"
CHIASSO/MENDRISIO
9 ore
Sputi in faccia al controllore sul TiLo
Momenti di tensione ieri sul treno tra Chiasso e Mendrisio. Protagonista un gruppo di giovani
CANTONE
13 ore
Ascensione e Pentecoste: possibili code al Gottardo
Viasuisse si aspetta un traffico importante sull’asse nord-sud sia per l’Ascensione che per la Pentecoste.
LUGANO
14 ore
Secondo positivo alle medie, il test è in farmacia
Essendo risultati negativi durante un primo test, i ragazzi non saranno ritestati a scuola
FOTO E VIDEO
MENDRISIO
15 ore
Scappano dalla polizia, "placcati" sul marciapiede
Quattro giovani sono stati ammanettati dopo un inseguimento, e poi denunciati
CANTONE
17 ore
Resta la “Domenica” senza il “Caffè”: «Vigileremo»
Il domenicale migra verso una nuova realtà. L'ATG: «Guarderemo attentamente questo passaggio di consegne»
ORIGLIO
20 ore
Devastata nella notte un'ala della scuola Steiner
La direttrice: «Hanno voluto portare distruzione, un gesto fatto con cattiveria»
CANTONE
21 ore
Altri 27 contagi in Ticino
Nessun decesso nelle ultime 24 ore. I dati del medico cantonale
LOCARNO
21 ore
Dall'Eoc una maxi-offerta per la clinica
Quasi 8 milioni di franchi per la Santa Chiara di Locarno: le cifre riferite dal Caffè
LUGANO
1 gior
Festeggiato il 25esimo Dies academicus dell'USI
Il rettore Boas Erez: «Abbiamo voluto festeggiare in tutto il Cantone, da Nord a Sud».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile