Immobili
Veicoli
tipress
CANTONE
15.04.21 - 07:020

Vaccini ai frontalieri: «Solo per chi lavora nella sanità»

La proposta era stata lanciata da Matteo Salvini in occasione di un incontro con la stampa estera.

Non sembrano però esserci, in questo senso, aperture all'orizzonte. Il SIC: «La priorità alle fasce a rischio, ma in futuro la situazione sarà rivalutata»

BELLINZONA - La campagna vaccinale in Italia va a rilento. Proprio per questa ragione, in occasione di un incontro con la stampa estera, il segretario della Lega lombarda Matteo Salvini aveva auspicato che per i frontalieri italiani vi fosse la possibilità di vaccinarsi in Ticino.

Solo il personale sanitario - Una possibilità questa - come ci confermano dal Servizio dell’informazione e della comunicazione del Consiglio di Stato (SIC) -, non al vaglio, esclusione fatta (come noto) per il personale impiegato nella sanità.

«Le priorità definite dalla Confederazione, attualmente prevedono solo la vaccinazione dei lavoratori frontalieri attivi nel settore sanitario - viene precisato -. Il Ticino ha quindi proceduto in questo senso, vaccinando dapprima il personale attivo nelle case anziani e nei reparti Covid degli ospedali».

Secondo step a maggio - Il resto del personale sanitario, lavoratori frontalieri compresi, «sarà vaccinato nella prossima fase, presumibilmente a inizio maggio».

Ciò non vuol dire che la situazione non sarà rivalutata in futuro, ma per il momento non è in previsione la vaccinazione di chi il Ticino lo frequenta, seppur quotidianamente, solo per lavoro. «La priorità - spiega il SIC - è stata assegnata alle fasce di popolazione che rischiano un decorso grave della malattia. Per questo motivo la campagna di vaccinazione è iniziata dalle persone ad alto rischio: residenti delle case per anziani, "over80", "over75", persone con malattie ad alto rischio e ora "over65"».

Valutazioni future - «Dato che non esiste ancora evidenza scientifica che la vaccinazione impedisca la trasmissione del virus - viene aggiunto -, oggi appare corretto dare priorità alle persone vulnerabili. In futuro la situazione andrà rivalutata, anche in funzione delle nuove evidenze scientifiche, del grado di copertura della popolazione e della disponibilità di vaccini che oggi rimane comunque limitata».

Va detto, anche, che non tutti coloro che fino a ora hanno avuto accesso al vaccino ne hanno usufruito. «Nelle case per anziani - conclude il SIC -, la copertura vaccinale del personale sanitario è oggi superiore al 60%».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
POSCHIAVO (GR)
26 min
La Valposchiavo fa il pieno di turisti
Nel 2021 ha registrato oltre 80'000 pernottamenti: un record
CANTONE
8 ore
Nuovi positivi a scuola e nelle case anziani
Sono 17 le classi attualmente in confinamento. Nelle strutture per anziani sono 116, in totale, gli ospiti positivi.
CANTONE
10 ore
Telelavoro, ecco quanti sono i furbetti in Ticino
L'Ufficio dell'ispettorato del Lavoro snocciola qualche numero e spiega: «Si rischiano sanzioni e denunce»
LUGANO
12 ore
In primavera si punta di nuovo sul lungolago (chiuso)
Lo scorso anno la chiusura domenicale è stata un successo. L'iniziativa sarà riproposta a partire da Pasqua
CANTONE
12 ore
Una fattura dal medico del traffico, più di cinque anni dopo
Decine di persone si sono viste richiedere il pagamento dell'IVA (entro 10 giorni) per le prestazioni ottenute nel 2016.
CANTONE
22 ore
Pronzini: «Questa candidatura è una provocazione»
L'MPS chiederà il rinvio della nomina del CdM ad hoc prevista lunedì in Parlamento
CANTONE
1 gior
Caos ferroviario a causa di un guasto
Sulla rete ferroviaria ticinese treni soppressi o in ritardo. La perturbazione è terminata
AGNO
1 gior
La Fiera di San Provino salta (di nuovo)
Per il terzo anno consecutivo il tradizionale evento di Agno, previsto a marzo, non si terrà.
FOTO
CANTONE
1 gior
La moglie faceva il palo, lui contrabbandava prosciutti
Il Tribunale amministrativo federale ha fornito nuovi dettagli sul modo di agire di un contrabbandiere fermato nel 2017.
CANTONE
1 gior
Meno positivi, ma quattro i decessi
I nuovi positivi sono poco più di mille. Cala anche il numero dei ricoveri, ma non nelle terapie intensive.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile