Ti-Press (archivio)
CANTONE / GRIGIONI
14.04.21 - 10:440

Dalla Mesolcina un'interrogazione per salvare le carte giornaliere

Anche il Granconsigliere retico Samuele Censi si oppone alla decisione di abolirle presa da Alliance Swisspass.

Questa soppressione «va contro la promozione del trasporto pubblico», precisa.

GRONO - Il granconsigliere mesolcinese Samuele Censi vuole salvare la carta giornaliera Flexicard: Alliance Swisspass intende infatti abolirla fra due anni. Il tema sarà oggetto di un'interrogazione parlamentare nella prossima sessione del Gran Consiglio retico a Davos.

Oggi il parlamentare retico e sindaco di Grono Censi (PLD) comunica che Swisspass intende rinunciare, entro il 2023, alla Flexicard, il popolare biglietto di 40 franchi che permette di circolare per un giorno intero su tutta la rete svizzera dei trasporti pubblici.

Secondo Censi la soppressione di questo servizio annunciato da Alliance Swisspass «va contro la promozione del trasporto pubblico, che invece è necessario rendere accessibile a tutti, in particolare alle famiglie che desiderano recarsi oltralpe per visitare la Svizzera, ma anche a studenti e a lavoratori». Sono infatti diversi i comuni del Moesano che offrono questi biglietti giornalieri alla popolazione.

Alliance Swisspass, l'Associazione Svizzera dei Comuni Svizzeri (ACS) e l'Unione delle città svizzere stanno sviluppando un'offerta alternativa a partire dal 2024. «Al momento», precisa Samuele Censi, «si parla unicamente di una dichiarazione d'intenti, ma intanto non vi è nulla di concreto».

L'atto parlamentare sarà trattato nell'ora delle domande nella sessione del Gran Consiglio dei Grigioni che si riunirà a Davos dal 19 al 21 aprile 2021.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
3 ore
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
10 ore
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
CANTONE
11 ore
Covid di venerdì 17: altri 29 casi e una nuova quarantena a scuola
Non si registrano ulteriori decessi. I pazienti Covid scendono a 19.
LUGANO
11 ore
Tram-treno: pubblicato il nuovo bando di concorso
Quello precedente era stato annullato a seguito di due ricorsi accolti da Tribunale cantonale amministrativo
MANNO/ LOCARNO
14 ore
Ecco perché questi studenti non si vaccinano
Alla SUPSI è in corso una rivolta silenziosa. Una raccolta firme contro il Certificato Covid. Le voci dei protagonisti.
LUGANO
15 ore
Stragi, killer e vite blindate (e non): parla Michele Santoro
Il famoso giornalista italiano sarà ospite questa sera all'Endorfine Festival di Lugano. Lo abbiamo intervistato.
CANTONE
1 gior
Vaccinazione, future mamme preoccupate
L'Eoc è confrontato con i dubbi delle donne in dolce attesa. Il primario Papadia fa chiarezza
LUGANO
1 gior
Un centro tamponi nel parcheggio del Casinò
La casa da gioco offre la possibilità di effettuare un test a tutti i suoi clienti che non dispongono del certificato.
CANTONE
1 gior
Le 24 misure del PS per trasformare il Ticino
Il progetto intende contribuire a costruire un Cantone «inclusivo, sostenibile e accogliente».
CANTONE
1 gior
Città Ticino si scopre "Sfittopoli": urge ricontare
La situazione dello sfitto nei centri appariva drammatica, invece è tragica
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile