Immobili
Veicoli
tipress
LUGANO
12.04.21 - 16:200
Aggiornamento : 13.04.21 - 10:16

Metà classe in isolamento, malumori

Sette allievi positivi alla scuola elementare della Gerra a Lugano. I genitori scrivono al Decs

PREGASSONA - Un allievo positivo su tredici: poi un altro, un altro ancora. Sette in totale, ma il resto della classe torna sui banchi di scuola. È una decisione che ha creato qualche malumore, quella adottata dall'Ufficio del medico cantonale alle scuole elementari della Gerra a Lugano, al rientro dalle vacanze pasquali. Tanto che il comitato dei genitori ha scritto una lettera al Decs chiedendo spiegazioni. 

«Non riteniamo giusto il modo di procedere della scuola» lamenta un membro del comitato. «I genitori delle altre classi non sono stati avvisati. Inoltre, non sono state prese misure di confinamento sufficienti». La prima positività risale al 3 aprile. Tutti gli allievi della classe vengono posti in quarantena durante le vacanze (fino all'11 aprile) e vengono invitati a uno screen-test (volontario) in data 8 aprile, prima del rientro a scuola. Il risultato: sette allievi sono positivi (più un insegnante).  

Per questi ultimi la quarantena si è trasformata in isolamento fino almeno al 18 aprile, mentre l'Ufficio del medico cantonale ha permesso agli altri compagni il rientro a scuola. La quarantena pasquale non è comparsa sul sito del Decs. Attualmente (qui il link) vi figura solo una classe del Liceo di Mendrisio (fino al 12 aprile).

«Sarebbe stato meglio disporre un test su tutti gli allievi della scuola» lamenta una madre che ha deciso di non inviare la propria figlia a lezione, questa settimana. «Non voglio che si ammali. I bambini giocano fra di loro, anche tra compagni di classi diverse, mi dispiace ma non mi sento sicura». 

Il Decs dal canto suo ha comunicato lunedì mattina al comitato dei genitori la decisione del medico cantonale: «Considerato che gli allievi positivi appartenevano tutti a una medesima classe e che nel periodo di potenziale contagiosità si trovavano già in quarantena, l'Ufficio del medico cantonale non ha reputato necessario estendere l'indagine ambientale ad altre classi dell'istituto scolastico né prendere ulteriori misure». 

Il comitato dei genitori, per bocca della presidente Sara Marielli, tiene comunque a precisare di «avere sempre cercato un dialogo costruttivo con la scuola» e che «continuerà ad affiancare i docenti e a collaborare attivamente affinché le comunicazioni tra le parti siano chiare ed efficaci».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Turisti spaventati dai lupi? «Il problema non esiste»
I lupi, contrariamente a quanto affermato da Germano Mattei, non influenzerebbero negativamente il turismo ticinese.
CANTONE
2 ore
Il vaiolo delle scimmie «non è il coronavirus»
Giorgio Merlani tranquillizza tutti sulla malattia: «Per contrarlo ci vuole un contatto molto più stretto e prolungato».
CANTONE
4 ore
Anche in ospedali, cliniche e case anziani si ritorna (quasi) alla normalità
L’andamento epidemiologico attuale permette di allentare ulteriormente le misure di protezione in atto.
POSCHIAVO (GR)
5 ore
L'amo tocca i fili della corrente: pescatore muore folgorato
La tragedia è avvenuta domenica mattina nel fiume Val Pednal, a Li Curt nel Comune di Poschiavo.
CANTONE/SVIZZERA
7 ore
Fa troppo caldo, anche per lavorare?
La colonnina di mercurio sta superando nuovi record già nel mese di maggio
CANTONE
8 ore
I contadini si scagliano contro il Governo: «A quando l'abbattimento?»
A causa del lupo «anche il turismo sta subendo ripercussioni», così Germano Mattei, fondatore di Montagna Viva.
LUGANO
10 ore
Cede il letto a due profughe e ora dorme sul divano
Patrick Flachsmann, 48enne informatico di Besso, vive in un due locali e mezzo. Ora gli spazi si sono ridotti.
FOTO
LOCARNO
1 gior
Lo street food ha conquistato Locarno
Tanto caldo e tanto movimento al Festival del cibo di strada.
FOTO E VIDEO
CANTONE
1 gior
Le cantine hanno svelato i loro tesori
Si è tenuto il primo dei due weekend di Cantine Aperte, quello focalizzato sul Sottoceneri.
VIDEO
AROGNO
1 gior
Fienile completamente distrutto da un incendio
Intervento dei pompieri, questo pomeriggio, ad Arogno. La struttura annessa a una fattoria è stata ridotta in cenere.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile