Keystone
Guenther Tschanun, a sinistra, viene trasportato al Tribunale di Zurigo, 23 agosto 1990.
CANTONE
11.04.21 - 22:080

Il pluriomicida Günther Tschanun è morto a Losone

È stata fatta nuova luce sugli ultimi anni dell'autore di una delle più grandi stragi del nostro paese

Dopo 14 anni di prigione, Tschanun si è trasferito in Ticino con un altro nome, ed è morto nel 2015 a causa di un incidente in bicicletta

ZURIGO - L'ex capo del genio civile della città di Zurigo, Günther Tschanun, che nel 1986 uccise quattro colleghi di lavoro, è morto più di sei anni fa in un incidente di bicicletta in Ticino, dove aveva vissuto - sotto nuovo nome - dopo aver scontato la sua lunga condanna.

Lo ha scoperto la giornalista di Tamedia Michèle Binswanger dopo laboriose ricerche, la cui prima parte è stata pubblicata oggi dal domenicale "Sonntagszeitung".

Due anni fa, durante una visita guidata al museo del crimine, ha saputo che Tschanun era morto in un incidente in bicicletta. In seguito ha richiesto gli atti di esecuzione penale e ha iniziato le ricerche, ha spiegato la stessa Michèle Binswanger al telegiornale della TV svizzerotedesca SRF.

Secondo il dossier, Tschanun è morto in un incidente ciclistico il 25 febbraio 2015, sulle rive della Maggia vicino a Losone, a 73 anni. Sul certificato di morte è stato identificato come Claudio Trentinaglia, nome con cui ha vissuto dopo il suo rilascio dalla prigione nel 2000.

Günther Tschanun fu l'autore di una delle maggiori stragi della storia criminale svizzera

Il 16 aprile del 1986, uccise a colpi d'arma da fuoco quattro colleghi e ne ferì in modo grave un quinto negli uffici dell'amministrazione municipale di Zurigo. All'origine del tragico gesto sarebbe stato il pessimo clima di lavoro dovuto a una serie di ristrutturazioni.

Fuggito in Francia, acciuffato dopo tre settimane e rimpatriato, Tschanun è stato condannato in prima istanza nel 1988 a 17 anni di reclusione per omicidio intenzionale plurimo. Nel 1990 la pena è stata aumentata a 20 anni dal Tribunale cantonale, che lo ha giudicato colpevole di assassinio plurimo.

Secondo l'atto d'accusa dell'epoca, il giorno della strage Günther Tschanun mise in atto un «piano attentamente meditato per liquidare i suoi antagonisti professionali». Decise di «distruggere coloro che, secondo lui, lo stavano distruggendo».

Il pluriassassino venne rilasciato nel gennaio del 2000, 14 anni dopo il crimine. La sua seconda richiesta di rilascio anticipato fu accolta sulla base di diverse perizie che attestavano che non era a rischio di recidiva.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 2 sett fa su tio
Non ho capito in che cosa consista questo scoop. Ha commesso un reato, ha scontato la pena, ha cambiato nome e ha continuato a vivere senza commettere recidiva.
Boss 2 sett fa su tio
questa è legge!! lavori forzati e carcere a vita!!!
RobediK71 2 sett fa su tio
Errata corrige: si scontano , per buona condotta, in Svizzera, solo 2/3 della pena, dunque ha fatto tutto
Tio1949 2 sett fa su tio
Dai dai,che ce la facciamo ad appaiarci alla penisola,e magari in un futuro,sorpassarla!!
#Cleo 3 sett fa su tio
Vergogna. Rubi una mela e vieni lapidato. E QUANDO LEGGO ... LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI, MA VA VA CHI CI CREDE
seo56 3 sett fa su tio
🤐🤐🤐🤐🤐🤐🤐
Diablo 3 sett fa su tio
Peró....ne accoppi 4 e dopo 14 anni sei libero e con un nuovo nome e cognome e sverni in Ticino.....bella storia
adri57 3 sett fa su tio
@redazione come si può affermare: "...dopo aver scontato la sua lunga condanna". Condannato per ben 4 omicidi, dopo soli 14 anni è già fuori!
Evry 3 sett fa su tio
Ma l'autorità era al corrente di tutto ?, dubbito. Tutti sapevano ma non dicevano niemnte con la scusa della praivasi .....? Un criminale simile non deve avere la possibilità di nascondersi !!!! vergogna
RobediK71 3 sett fa su tio
@Evry La pena massima ergastolo è 20 anni, se calcoli la buona condotta già scendi a 17, uscito a 14 non ha fatto nulla di illegale
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
AIROLO
51 min
Qui comincia il secondo Gottardo
Sono iniziati i lavori al tunnel autostradale tra Airolo e Göschenen. Ecco la road-map
BELLINZONA
5 ore
Migliaia di api uccise: «Cattiveria e stupidità non hanno limiti»
Il fatto è accaduto sui Monti di Marno, sopra a Carasso. L'apicoltore: «Sporgerò denuncia, ma non mollo e vado avanti».
CANTONE
14 ore
Tre condanne per gli scontri alla Valascia
Due ticinesi e un vodese si sono visto comminare una pena pecuniaria per i fatti avvenuti il 14 gennaio del 2018.
LUGANO
17 ore
Un testamento da 16 milioni, ma per il Tf è carta straccia
Dopo una battaglia durata decenni il Tribunale federale respinge un documento datato 1936 ritrovato in un cassetto
LOCARNO
19 ore
Festino alle medie, il docente licenziato ricorre al Tram
La decisione dell'ex insegnante di storia e italiano è stata comunicata dal suo legale, l'avvocato Carlo Borradori.
CANTONE
20 ore
Raddoppiano gli aiuti Ponte Covid
Da giugno l'importo massimo del primo richiedente sarà aumentato a 2'000 franchi.
LUGANO
21 ore
Giovane ammanettato al Maghetti, due agenti sotto accusa
Nei confronti di due poliziotti della Città di Lugano sono state proposte condanne a pene pecuniarie e multe.
FOTO
LUGANO
22 ore
Cristiano Ronaldo a Lugano in segreto
L'attaccante della Juventus sulle rive del Ceresio per uno spot. Non è passato inosservato.
CANTONE
1 gior
Sono 60 i nuovi positivi in Ticino, ma nessun decesso
Nei nosocomi ticinesi si contano attualmente 5 ammissioni e 5 dimissioni.
CANTONE
1 gior
Traffico e spaccio di cocaina, maxi operazione nelle Tre Valli
Partita nel 2018, l'inchiesta ha portato all'arresto di cinque persone e alla denuncia di una cinquantina di consumatori
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile