Immobili
Veicoli
Foto tio/20minuti
CANTONE
04.04.21 - 19:420
Aggiornamento : 05.04.21 - 10:24

In arrivo un drastico calo delle temperature (e a nord delle Alpi è attesa la neve)

Ecco cosa ci aspetta per il resto delle vacanze di Pasqua: giornate ventose (con una probabile allerta meteo) e gelo

E il prossimo weekend potrebbe piovere, ma non in quantitativi tali da rimediare alla siccità

LOCARNO - L'intervallo con temperature quasi estive che abbiamo avuto alcuni giorni fa è ormai finito. Dopo che già nel corso di questo weekend pasquale le massime sono calate di 8-9 gradi (arrivando quindi a 15-16 gradi), nei prossimi giorni dovremo fare nuovamente ricorso a un abbigliamento più pesante.

«Domani, lunedì di Pasqua, le temperature raggiungeranno ancora i 16 gradi, ma poi nel pomeriggio è previsto l'arrivo di un fronte di aria fredda» ci spiega il meteorologo Luca Nisi di MeteoSvizzera. Al sud delle Alpi, dove aumenterà la nuvolosità ma il tempo resterà comunque asciutto, è pertanto atteso un drastico calo delle temperature: da martedì si farà infatti fatica a superare gli 11-12 gradi.

Il ritorno della neve al nord - Al nord, invece, inizieranno i rovesci, con un calo del limite delle nevicate. «All'inizio sarà situato a 1'200 metri - ci dice ancora NIsi - ma nella notte su martedì la neve arriverà fino in pianura». Si tratterà di precipitazioni nevose che interesseranno soprattutto il pendio nordalpino e non saranno probabilmente sufficienti per imbiancare tutto l'altopiano.

Due giorni di vento freddo - Tornando al sud delle Alpi, da domani sera a mercoledì mattina dovremo inoltre fare i conti con un forte vento da nord, con raffiche di settanta-ottanta chilometri orari. È probabile - osserva ancora il meteorologo - che sarà diramata un'allerta di livello 2. Pur trattandosi di favonio, il vento sarà abbastanza freddo. «L'origine dell'aria sarà artica-marittina, quindi sarà fredda e umida» ci spiega Nisi. In montagna il vento farà scendere le temperature fino a -10 gradi a 2'000 metri, «ma quella percepita sarà di -20».

Sole... e gelo - In seguito - giovedì e venerdì - ci attendono giornate ben soleggiate. «Ma come cala il vento, ci saranno forti gelate, probabilmente anche al sud delle Alpi». Un evento non comune, per questo periodo, che avviene ogni cinque-dieci anni. E che potrebbe rappresentare un problema per l'agricoltura.

Piogge nel weekend? - Nel corso del prossimo weekend, infine, sono invece attese delle precipitazioni. Si tratta di previsioni a lungo termine che sono ancora molto incerte. Ma in ogni caso le eventuali precipitazioni non dovrebbero essere in quantitativi tali da supplire all'attuale periodo di siccità, conclude il meteorologo Nisi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LAMONE
32 min
Poliziotti sotto indagine: «Diamo massima fiducia. L'inchiesta è chiusa»
Il Municipio di Lamone e la Commissione intercomunale della Polizia del Vedeggio si esprimono sugli agenti indagati.
CANTONE/UCRAINA
2 ore
Ricostruire l'Ucraina, partendo da Lugano? «Va fatto nel modo giusto»
L'appello delle Ong svizzere al Consiglio federale: «Non decidano solo i Governi, si ascoltino le popolazioni colpite»
CANTONE
3 ore
Covid, terapie intensive vuote
È la prima volta da oltre 10 mesi. Negli ospedali ticinesi restano ricoverate 43 persone
CANTONE
6 ore
Nebbia sul frontaliere che si porta a casa l’auto della ditta
Nasce il Registro dei Veicoli Immatricolati all’Estero. Chi non si iscrive, rischia il sequestro del veicolo.
LAMONE
6 ore
Quattro poliziotti finiscono sotto indagine
Si tratta di un terzo dell'effettivo della Polizia del Vedeggio. E sarebbe coinvolto anche il vicecomandante.
CANTONE
8 ore
Il taglio record nel bosco... dopato dallo scirocco
Una notte tempestosa all'origine del primato ticinese della produzione legnosa
LOSONE
18 ore
Il "re del karaoke" insegna calcio e inglese ai ragazzini
Sfida estiva per lo showman Jimmy Smeraldi: «Abbino pallone e apprendimento della lingua. Ci divertiremo».
CANTONE
21 ore
Turisti spaventati dai lupi? «Il problema non esiste»
I lupi, contrariamente a quanto affermato da Germano Mattei, non influenzerebbero negativamente il turismo ticinese.
CANTONE
22 ore
Il vaiolo delle scimmie «non è il coronavirus»
Giorgio Merlani tranquillizza tutti sulla malattia: «Per contrarla ci vuole un contatto molto stretto e prolungato».
CANTONE
1 gior
Anche in ospedali, cliniche e case anziani si ritorna (quasi) alla normalità
L’andamento epidemiologico attuale permette di allentare ulteriormente le misure di protezione in atto.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile