tio/20minuti - Davide Giordano
Verso il restyling del comparto scolastico di Lugano-Centro.
LUGANO
01.04.21 - 11:440

La scuola media andrà al Mizar (per dieci anni)

Per il rinnovamento del comparto scolastico di Lugano-Centro, ecco le soluzioni provvisorie proposte dal Cantone

Il Consiglio di Stato chiede un credito di oltre 47 milioni di franchi per l'allestimento delle sedi transitorie

LUGANO - Gli studenti del Liceo Lugano 1 e della Scuola media di Lugano centro dovranno spostarsi. Ma soltanto temporaneamente, in modo da permettere il rinnovamento del comparto scolastico di Lugano-Centro, dove sono situati il Palazzo degli studi, il Palazzetto delle scienze, la Biblioteca cantonale e l'edificio Cino Chiesa.

La necessità di ristrutturare il Palazzo degli studi (dopo alcuni interventi esterni già realizzati) e il continuo aumento degli studenti liceali hanno imposto un ripensamento della situazione logistica dell’intero comparto scolastico, che ha invero posto le basi per una riflessione più ampia sulla possibilità di creare un terzo polo liceale ad Agno, così da distribuire il numero di studenti su tre sedi. A questi elementi si è aggiunta la necessaria ristrutturazione della sede del Liceo di Lugano 2 a Savosa.

Per la realizzazione di questo scenario logistico futuro s’impone quindi la pianificazione, entro il 2023, di sedi transitorie capaci di rispondere alle necessità dei tre progetti (restauro del Palazzo degli studi, nuovo Liceo di Agno, ristrutturazione Liceo di Lugano 2), in cui collocare gli studenti nel lasso di tempo in cui vengono portati a termine i lavori.

Le Medie al Mizar - Il Consiglio di Stato propone quindi di collocare gli studenti della Scuola media di Lugano centro, per circa dieci anni, nello stabile Mizar, ubicato a Molino Nuovo, adattando gli spazi in locazione già esistenti e utilizzando, per le attività di educazione fisica, gli spazi sportivi nell'area di Lugano centro e la palestra delle scuole comunali di via Lambertenghi.

Liceali a Viganello - Per quanto riguarda i liceali, si pensa invece alla realizzazione di un complesso scolastico in elementi modulari prefabbricati a Viganello. In questi spazi saranno collocati inizialmente circa 750 studenti del Liceo Lugano 1 e, successivamente, altrettanti del Liceo Lugano 2. L’utilizzo del complesso è previsto per una durata di circa 10-12 anni e prevede anche d'impiegare in modo sinergico gli spazi nei dintorni del Campus USI-SUPSI, della scuola media di Viganello, degli impianti di Cornaredo o delle scuole comunali di Via Lambertenghi.

Inoltre, altri 550 studenti del Liceo Lugano 1 utilizzeranno, per circa tre anni, spazi transitori nel comparto scolastico di Lugano-Centro, dove sarà completato l'attuale villaggio di prefabbricati. Prefabbricati che accoglieranno aule, spazi amministrativi e la biblioteca.

Le sedi transitorie saranno attive fino alla consegna delle sedi definitive del Liceo Lugano 1 (Palazzo degli studi nel 2026), del nuovo Liceo di Agno (nel 2028), della Scuola media di Lugano centro (nel 2033) e del Liceo Lugano 2 a Savosa (nel 2033).

Per la realizzazione delle sedi transitorie il Consiglio di Stato sottopone al Parlamento un credito complessivo di 47'260'000 franchi, suddiviso in 7'260'000 franchi per l’adattamento degli spazi presso lo stabile Mizar, 35 milioni di franchi per la progettazione e la realizzazione del villaggio a Viganello e 5,3 milioni di franchi per l’adattamento e l’ampliamento delle strutture prefabbricate già esistenti all’interno del comparto del Palazzo degli Studi.

Nel messaggio il Consiglio di Stato chiede inoltre l’autorizzazione a sottoscrivere il contratto di locazione per la sede transitoria della scuola media per un affitto annuo di 806'180 franchi e la convenzione per l’uso del terreno destinato alla realizzazione della sede transitoria del liceo a Viganello per un costo annuo di 20'000 franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
38 min
Solduno, un giovane «psichicamente instabile»
Il 20enne che ha sparato alla ex fidanzata è accusato di tentato assassinio. Chiesta una perizia psichiatrica
SOLDUNO
5 ore
È salva la 22enne, giallo sul fucile
Sparatoria a Solduno: le condizioni della giovane sono stabili. Intanto riprendono gli interrogatori
MENDRISIO
5 ore
Il car-pooling salverà Ligornetto?
Un'interrogazione del gruppo Lega-Udc-Udf propone di puntare sulla modalità condivisa
CURIO
20 ore
Cede un pannello di legno, gravi ferite per un 49enne
L'infortunio è avvenuto questo tardo pomeriggio in un'abitazione privata di Curio.
CANTONE
20 ore
Quando le recinzioni sono trappole letali per la selvaggina
In Svizzera si stima che ogni anno migliaia di animali muoiano a causa dei mezzi di cinta.
AIROLO
20 ore
Lo scatto che gli salvò la vita
Vent'anni fa Oliviero Toscani entrava in galleria dietro al camion della tragedia
LOCARNO
21 ore
Sparatoria di Solduno, l'ex compagno non poteva avvicinarsi
Prima di esplodere i colpi, il 20enne ha probabilmente rincorso la malcapitata giù per le scale.
CANTONE
23 ore
Più radar nel Luganese che in tutto il resto del cantone
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 25 al 31 ottobre sulle strade del nostro cantone
CANTONE
1 gior
Trasparenza totale in politica: «Giù le maschere!»
Il caso Fidinam-Pandora riporta d'attualità il tema delle «relazioni d'interesse» tra politica e parastato
CANTONE
1 gior
Mobilità e Covid: «È evidente che qualcosa è cambiato in peggio»
Un'interrogazione di Marco Passalia chiede al Consiglio di Stato di chinarsi sulla situazione dei trasporti ticinesi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile